Ispezione all'Asp di Trapani| Razza: "Presto i provvedimenti" - Live Sicilia

Ispezione all’Asp di Trapani| Razza: “Presto i provvedimenti”

Le contromisure dell'assessorato alla Sanità

Blitz Artemisia
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – “Ho disposto stamane, nei limiti della sua estensibilità, che il dipartimento per la Pianificazione strategica dell’assessorato della Salute rivolga una istanza alla Procura della Repubblica di Trapani per la trasmissione al mio ufficio del provvedimento cautelare eseguito nella giornata di ieri. La stampa, infatti, informa di condotte che riguarderebbero scelte adottate nel passato dalle aziende sanitarie e ritengo indispensabile valutare se sussistano provvedimenti amministrativi da adottare sia nei confronti di dipendenti, sia nei confronti di soggetti nominati in incarichi, sia nei confronti di erogatori privati. Nell’ambito di tale attività ho, altresì, disposto, su indicazione del presidente Musumeci, una indagine ispettiva affidata al direttore Generale dell’Asp di concerto con il dipartimento delle Attività sanitarie, anche al fine di valutare condotte consimili”. Lo dice in una nota l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza.

La nota dell’Asp di Trapani. “L’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, alla luce degli atti notificati e alla luce della delega affidata dall’Assessore regionale alla Sanità su indicazione del Presidente della Regione siciliana, ha immediatamente provveduto a sospendere i due dipendenti interessati dalle misure interdittive, Vincenzo Chiofalo e Giorgio Saluto. In merito al componente del Collegio sindacale, Gaspare Magro, l’Asp di Trapani sta adottando i dovuti provvedimenti a tutela dell’Azienda, chiedendo all’Assessorato regionale e al Ministero per la Salute, la sostituzione del componente, così come dovuto, ritenendo incompatibile questo incarico con la misura restrittiva della libertà personale, come appreso dagli organi di stampa. Relativamente ad altri soggetti privati coinvolti nell’inchiesta che hanno rapporti con l’Asp di Trapani, si procederà agli adempimenti conseguenziali nell’attesa di conoscere il contenuto del provvedimento, già richiesto all’autorità giudiziaria, così come indicato anche dall’Assessore regionale alla Sanità”. Lo ha detto il Commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabio Damiani.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    VERGOGNA e la povera gente che arriva per le visite persino in ambulanza…. un sistema INDEGNO

    Bravi Razza fate pulizia

    Ci vorrebbero assessori grintosi non dilettanti allo sbaraglio…

    I manager sono scelti dai governi regionali di turno; non si premia il merito o l’impegno ma l’appartenenza, il censo. Le anomalie sono necessarie per tenere insieme il sistema, pertanto nessuno è immune. Gli anglosassoni lo hanno capito e cambiato direzione già a fine ottocento, per noi è naturale solo scambiare favori con il feudatario che prima o poi chiederà una contropartita.

    Ispezioni all’asp? Ispezione in assessorato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *