Jacobs è l'uomo più veloce del mondo e gli inglesi non gradiscono

Jacobs è l’uomo più veloce del mondo e gli inglesi attaccano

Dopo gli Europei di calcio nuovi sospetti, stavolta sull'oro olimpico dei 10 metri
PAROLE AL VELENO
di
4 Commenti Condividi

Marcell Jacobs è medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo. L’italiano vince i 100 metri ed è l’uomo più veloce del mondo. Un risultato straordinario per il velocista di Desenzano del Garda grazie al tempo di 9″80. Gli inglesi evidentemente non hanno gradito il trionfo azzurro.

Sul Daily Mirror è stato pubblicato un articolo che ricalca quanto già letto in occasione della vittoria degli azzurri agli europei di calcio, in finale proprio contro l’Inghilterra. Sostanzialmente non riconosce i meriti di Jacobs.

“Per gentile concessione della sua falsa partenza – si legge nell’articolo del Mirror – Hughes mancava da quello che è sempre stato l’evento clou dei Giochi Olimpici, ma mancava anche un certo Usain Bolt. Il mondo sapeva da molto, molto tempo che Bolt non ci sarebbe stato a Tokyo 2020. Dopotutto, si è ritirato dallo sprint nel 2017. Ma quando gli atleti si sono sistemati sui blocchi, l’assenza di Bolt è apparsa in qualche modo ancora più cruda. Con tutto il rispetto per l’eccezionale Marcell Jacobs, questa è stata la finale di Google”.

Non sembra aver gradito neppure Matt Lawton, giornalista inglese ex Dailymail e ora al Times. “Il nuovo campione olimpico dei 100m, Marcell Jacobs, è sceso sotto i 10 secondi per la prima volta a maggio. È venuto qui e ha corso in 9.84 la semifinale e 9.80 la finale. Ah, bene…”: ha scritto su Twitter in un post al veleno. Parole che pesano, visto che si tratta di un giornalista autore di inchiesta sul doping.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    NON PER ESSERE INGLESE, MA ITALIANO CHE VOGLIO VINCERE LEALMENTE, RISULTA STRANO CHE UNO SCENDE PER LA PRIMA VOLTA NELLA SUA VITA SOTTO I 10 SECONDI A MAGGIO DI QUEST’ANNO E SUCCESSIVAMENTE VINCERE CON IL RECORD DI 9,80.

    Ripeto…No per essere Italiano….ma fai bene a puntualizzare il tuo disappunto…..ma alla fine gli ORI( JACOBS e TAMBERI) sono nostri!!!!!!ahahaha per cui….vedere e sentire gli inglesi che rodono….non può che far capire a noi Italiani che allora….ABBIAMO FATTO VERAMENTE MOLTO BENE!!! AHAHAHAHA
    E C’è LA RIDIAMO PUREEE….AHAHAHA

    Ad Inglesi ed americani gli rode erchè non hanno un velocista all’altezza quanto detto da quei giornali è solo difamazioni, rodete..rodete… per l’europeo per l’alto e per la velocità

    Non ho capito una cosa: ma era vietato scendere sotto i 10 a maggio? Uno non può essere costante coi tempi..nel tempo? Bho..
    Allora gli sta bene che devono continuare a rosicare questi extracomunitari di inglesi!!! AAHAHAHAHAHAHA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *