L'Akragas si ferma a sei vittorie | La Juve Stabia passa e si avvicina - Live Sicilia

L’Akragas si ferma a sei vittorie | La Juve Stabia passa e si avvicina

La formazione di mister Rigoli cade al "Menti" contro i gialloneri, che interrompono la striscia del Gigante e si portano a una sola lunghezza in classifica.

calcio - lega pro
di
1 Commenti Condividi

CASTELLAMMARE DI STABIA (NAPOLI) – L’Akragas di Rigoli cade dopo sei vittorie consecutive, uscendo sconfitta dal “Menti” di Castellammare di Stabia, fortino della Juve Stabia, squadra che con tre gol e una partita giocata ad altissimi livelli supera 3-1 gli agrigentini che erano pure andati in vantaggio dopo dieci minuti con il solito Di Piazza. L’Akragas si presenta in campo senza Dyulgerov infortunato e con Candiano al suo posto; In porta spazio ancora a Maurantonio a causa delle condizioni non ottimali del titolare Vono. La Juve Stabia si presenta con Nicastro e Diop in attacco, forte di una “Menti” violato solo due volte quest’anno.

A passare subito in vantaggio a tredici minuti dal fischio di inizio è l’Akragas con Matteo Di Piazza che approfitta di un erroraccio del difensore gialloblù Carillo per insaccare tutto solo alle spalle di Polito, tra la disperazione del giovane difensore dei padroni di casa. Il reparto arretrato della Juve Stabia sembra in bambola dopo il primo gol e l’Akragas potrebbe subito raddoppiare con Di Grazia che al momento del tiro viene sgambettato in area, per l’arbitro però è tutto regolare. L’Assenza di Dyulgerov in mezzo al campo si sente e la Juve Stabia riesce più volte a portarsi davanti la difesa agrigentina, oggi un po’ imprecisa, sbagliando l’ultimo passaggio o scagliando tiri imprecisi che non sortiscono nessun pensiero ad un attento Maurantonio. L’Akragas non riesce più a farsi viva dalle parti di Polito e alla fine del primo tempo subisce anche il gol del pareggio con un tiro di Lisi che supera dopo un grande stop in area Maurantonio con un pallonetto. 1-1 e squadre negli spogliatoi.

L’Akragas sembra aver subito la botta del pareggio e nei primi minuti del secondo tempo non è ancora veramente rientrata sul campo di gioco: al pronti via i gialloblù hanno subito un’occasione con Diop. Due minuti più tardi la perseveranza degli attaccanti di casa viene premiata con un Del Sante che di testa batte tutto solo un incolpevole Maurantonio. I padroni di casa sono ancora pericolosi con uno scatenato Diop, spina nel fianco della difesa agrigentina. Rigoli intanto inserisce Cristaldi e Leonetti in cerca del pareggio. L’Akragas sembra però alle corde e non riesce a rialzarsi con numerosi errori in fase di impostazione che permettono diverse avanzate alla Juve Stabia. Leonetti ci prova più volte ma i suoi tiri sbattono sulla difesa della Juve Stabia, che nel frattempo ha deciso di difendere il risultato con più uomini in difesa. Rigoli prova il tutto per tutto inserendo Mauri per Marino, scoprendosi in difesa e subendo il gol che chiude la partita di Nicastro che insacca alle spalle di Maurantonio. L’Akragas dopo un ruolino da applausi inciampa in una partita in cui la squadra sembra pagare le fatiche di partite giocate a mille all’ora. La Juve Stabia si conferma forte in casa, con un pressing alto che ha messo in difficoltà la difesa agrigentina.

JUVE STABIA-AKRAGAS 3-1 (13’ Di Piazza, 45’ Lisi, 47’ Del Sante, 81’ Nicastro)

JUVE STABIA: Polito, Cancellotti, Contessa, Obodo, Polak, Carillo, Lisi, Maiorano (72’ Carrotta), Del Sante (65’Favasuli), Nicastro, Diop (81’ Gomez). A disposizione: Russo, Navatril, Atanasov, Romeo, Liotti, Grifoni, Gatto, Mascolo.

AKRAGAS: Maurantonio, Salandria, Grea, Vicente, Muscat, Marino (82’ Mauri), Candiano (57’ Cristaldi), Zibert, Di Piazza, Madonia, Di Grazia (61’ Leonetti). A disposizione: Lo Monaco, Cappello, Aloi, Greco. Allenatore: Rigoli


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    no problem, ci rifacciamo con i castelli romani e con il GADANIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *