La pensione d'oro di Russo | Ecco i dati della Regione - Live Sicilia

La pensione d’oro di Russo | Ecco i dati della Regione

L'inchiesta di S
di
84 Commenti Condividi

Non 140 mila euro, ma 142.740. Lordi, s’intende. Nella lettera che l’assessore all’Energia Pier Carmelo Russo ha inviato al quotidiano online 90011 ha scritto che “i dati pubblicati da ‘S’ sono semplicemente falsi”, attaccando l’articolo di “S” nel quale si attribuiva a Russo una pensione da circa 140 mila euro annui. Oggi, nell’intervista pubblicata da “Repubblica”, ha precisato il dato: l’importo della pensione, secondo l’assessore, è di 125.854 euro. Noi possiamo dimostrarvi che sono i suoi dati a essere falsi.
In allegato a questo articolo trovate la certificazione ufficiale del dipartimento regionale della Funzione pubblica relativa alla pensione di Pier Carmelo Russo: l’ex dirigente – annota il servizio Gestione giuridica ed economica del personale regionale in quiescenza – riceve “un trattamento mensile netto di pensione pari ad euro 6.462, corrispondente ad un imponibile lordo di euro 10.980”. Basta moltiplicare per tredici mensilità, quelle previste per i pensionati regionali: il totale è di 142.740 euro lordi. Abbiamo sbagliato, dunque, ma per difetto.
“La mia pensione – ha scritto Russo a 90011.it – è di 6.200 euro”. Falso, come dimostra il documento che vi alleghiamo. “Anche al lordo – ha aggiunto – sono ben al di sotto di tale valore (140 mila euro, ndr)”. Non è così, assessore: ci pregiamo di darle questa bella notizia, visto che evidentemente i suoi calcoli erano sbagliati. A questo punto la redazione di “S” si aspetta però che lei faccia un passo indietro. Che si scusi con “S” e con l’autrice dell’articolo incriminato, Miriam Di Peri. È il gesto di minima responsabilità che ci si attende da chi esercita una funzione pubblica per conto dei cittadini.

ECCO IL DOCUMENTO DELLA REGIONE


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

84 Commenti Condividi

Commenti

    Alla facciazza nostra!
    Chissà come saranno contenti gli oltre 47.500 precari della regione e degli enti locali (molti, tra l’altro, coetanei dell’assessore) che ogni anno devono tribolare per vedersi rinnovare il contratto e poter campare la famiglia!
    E il PD lo difende!?
    Cracolici, stavolta hai toppato malamente!

    che schifo!!!! e io che ho il contratto scaduto dal 2007 mi danno una vacanza contrattua di 18 € ! e chissà se mai vedrò la pensione

    UNA DOMANDA : MA QUANDO UN DIPENDENTE SI QUARDA IL CONTO CORRENTE PER L’ACCREDITO DELLO STIPENDIO NON LO VEDE IL NETTO???????? O FORSE PENSAVA CHE LA DIFFERENZA VENIVA EROGATA PER BENEFICENZA DA MAMMA REGIONE ? BU !!!! RESTO BASITO !!!!!!!

    SIETE DAVVERO DEI BRAVI CRONISTI….DINANZI AI FATTI, ALLA CARTA CHE “CANTA” COSA AVRANNO DA DIRE I VARI GIULLARI DI CORTE?

    Domanda. Ma se uno mente sulla sua pensione, cosa possiamo attenderci sul suo lavoro da assessore?

    Il livello morale della classe dirigente della regione è negli ultimi anni precipitato ad un livello bassissimo. Queste persone sono i servitori dei 90 deputati che ad essi si accompagnano per comunione d’intenti. Da una classe politica pessima, fra cui annotiamo Cracolici, Lupo, Speziale, Lumia che hanno colpe ben maggiori di chi è sottoposto al 41 bis, in quanto sono striscianti e incidono sul quadro normativo producendo leggi i cui risultati portano alle pensioni di Crosta o di Russo. Ma vi è chiaramente di più. Vi sono i multi-incarichi, vi sono le norme ad personam ( vedi Galati ). Orbene dal PD partito di sinistra uno dovrebbe aspettarsi la difesa degli ultimi, degli umili, di chi soffre, come ci si aspetta il delitto dai mafiosi. Ecco perchè dico che sono peggiori di quest’ultimi perchè operano in modo contrario al principio ideale che li lega ai propri elettori senza scontare neanche un giorno di galera!

    E che cavolo lui prende in un mese di pensione quanto quadagno io in sei mesi di lavoro (e dire che lavoro alla regione pure io e ho pure dovuto rinunciare al titolo di studio per avere fatto il contratto ) : Mi rivolgo a lei Presidente Lombardo dimostri veramente che vuole cambiare le cose (per esempio metta mano alla legge 10/2000 ) e aggiusti questa porcata dei Dirigenti Regionali gli faccia guadagnare realmente per quello che fanno perche non ce nessun rapporto (di guadagno) fra la dirigenza e il comparto nella regione,e mi creda non li vedo tutti questi geni nella dirigenza, e vedrà che avrà dato veramente un segnale di cambiamento ,(quel cambiamento che tanto dice di voler attuare )

    ORMAI DI QUELLO CHE FANNO GLI AMMINISTRATORI IN SICILIA NON MI MERAVIGLIA PIU’ NULLA. SONO DIVENTATO INSENSIBILE A TUTTE QUESTE COSE.
    MA LA COSA CHE NON RIESCO A CAPIRE è ” PER QUALE MOTIVO DOVREI CREDERE CHE L’ASSESSORE RUSSO FARA’ O STA FACENDO GLI INTERESSI DEI SICILIANI DOPO ESSERSI MESSO IN PENSIONE CON LO STRATAGEMMA DEL PAPA’, CHE RISULTA ESSERE IN OTTIMA SALUTE E PER IL QUALE ANCHE IL FRATELLO AVEVA USUFRUITO DELLA 104 IN QUANTO LAVORATORE DELL’ENEL?
    ECCO DATEMI UNA SOLA RAGIONE PER POTERE CREDERE CHE IL SIGNOR RUSSO , CHE SI FA PAGARE DA ME E DAI SICILIANI DUE VOLTE LO STIPENDIO DEBBA FARE I MIEI INTERESSI.

    ragazzi io continuo a non capire, si cerca di spostare sempre il problema, e dico:
    1) Se una persona usufruisce di una legge lecita 104 per andare in pensione (e di questo io sono arrabbiato con la politica in quanto fanno le riforme per i cittadini per spostare l’età pensionabile per risparmiare e poi vedi ma non solo russo ma esercito, guardia di finanza ecc. che vanno in pensione molto giovani e che non prendono provvedimento)visto che di fatto poi hai fatto tutto altro non si viene meno all’impegno preso???????
    2) Come mai la regione non fà un esposto in merito non viene danneggiata che deve pagare pensione e stipendio di assessore (anche se viene donata cosa che mi pare livesicilia non gli risulta)si può chiamare truffa????
    saluti
    p.s. poi come mai non ricordano l’importo preciso, perchè ne incassano tanti che si confondono??????? oppure gli fà comodo???

    @claudio reale
    se possibile vorrei un suo commento grazie.

    @rocco le leggi sono sempre lecite! Il fatto che le leggi le approvano dei politicanti sia di destra che di sinistra ed a scriverle sono i Russo di turno. Capisci è tutto il sistema marcio perchè non vi è opposizione. Russo è uomo di cracolici che dovrebbe essere per voto popolare all’opposizione ma grazie al granfarabutto governa la Sicilia? Come? Appunto combinando queste porcherie che consentono ad un personaggio di entrare alla regione per concorso(ahahahah) fare una brillante carriera e diventare anche assessore rosa, poichè il rosso non è più di moda. A prenderla in quella zona siamo tanti seduti davanti al pc a scrivere post invece che andare a prenderli a uova o come fu per craxi a monetine da 5 cents!

    Non rimane ad S che controdenunciare l’assessore per avervi dato dei bugiardi. Anche questa è diffamazione, no? Cmq, complimenti per come date le informazioni ai lettori: con prove certe e inconfutabili.

    P.S: se un comune mortale va in pensione grazie a una legge e poi vengono meno certe condizioni implicite in quella legge, come prima cosa gli si blocca la pensione.

    ormai è notoria l’avversione di questo sito nei confronti di Lombardo… Al corto di argomenti da una settimana si parla di Russo attaccando indirettamente Lombardo.. Siete alla frutta!!!!!!!!!!

    Io guadagno la stessa cifra in un anno di lavoro, Toto’ le uova sono care! è volgare, forse, ma si potrebbe fare qualcosa con la bocca ben piena… un mondo di potenti e prepotenti.

    Beh Lombardo un giro in Procura potrebbe anche farlo per segnalare un tipo che va in pensione per accudire i parenti malati e poi invece sta 12 ore al giorno negli stessi uffici a fare l’assessore.. Si chiama truffa o sbaglio?

    Logi, ma dove vivi? hai ragione non parliamo di Russo! Parliamo del sole delle stelle, dell’ amore?…. quando vado a comprare la FRUTTA, quello vuole soldi, non gli posso parlare dell’AMOREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    certo, logi. Vecchia storia: quando vi sbattono sotto gli occhi le prove inconfutabili delle storture che si consumano nel governo innovatore andate a parare nel complotto. Non ci sarà bisogno di potenziare anche la scorta di Lommardo?

    giornale a mio avviso chiaramente schierato politicamente. è una guerra, si attacca il nemico e si soprassiede sull’amico. Io dico che è giusto denunciare queste malefatte dei politici, ma perchè due pesi e due misure?

    io non credo che il problema sia volere buttare fuori Lombardo, ma vi sono cose che non stanno ne in cielo ne in terra. la prossima che è di competenza di Russo è la proposta del prossimo dirigente al dipartimento acque e rifiuti a seguito del pensionamento dell’attuale dirigente generale. Già stamani organi di stampa indicavano nell’attuale capo di gabinetto di p.c.russo,il possibile sostituto. mi permetto riportare la norma contenuta nel decreto legislativo 165/2001 come novellato dal decr. leg.vo 150/2009 (decreto brunetta):
    Art. 53. Incompatibilità, cumulo di impieghi e incarichi.

    1-bis. ([112]) Non possono essere conferiti incarichi di direzione di strutture deputate alla gestione del personale a soggetti che rivestano o abbiano rivestito negli ultimi due anni cariche in partiti politici o in organizzazioni sindacali o che abbiano avuto negli ultimi due anni rapporti continuativi di collaborazione o di consulenza con le predette organizzazioni.

    il dr. Gandi Gallina è stato fino alla sua nomina a capo di gabinetto, segretario regionale del DIRSI, il sindacato dei dirigenti, ossia fino a 5 mesi fa.

    dal momento che gli avvocati difensori di Russo ne decantano le enormi capacità, al punto che tutti i siciliani devono essere grati a Russo, vorrò vedere se avrà in scienza e coscienza e in perfetta corrispondenza con la normativa vigente, l’ardire di proporre il suo capo di gabinetto, alla direzione di un Compartimento. Ma siccome ha consentito da Segretario Generale prima e da Assessore dopo, tutto il papocchio che gira intorno alla questione dei dirigenti esterni, che sono in gran parte incappati nella incompatibilità della norma sopra riportata, non mi meraviglierei che chiusa la vicenda esterni, si incominci a frugare anche sugli interni,e tutto perchè l’alto livello dei nostri burocrati/politici consentono queste cose.
    Questo è l’effetto devastante dei tecnici al governo: si fanno i fatti loro, tanto non devono rispondere a nessuno, e c’è chi dice che gli dobbiamo dire grazie. certamente… se se ne vanno!!

    e dire che quando e’ stato nominato assessore ha dichiarato alla stampa che avrebbe dato in beneficenza il compenso di assessore!!!!

    Il dott. Russo non ha rubato nulla, ha solo usufruito di una aberrante situazione che è nota e stranota a tutti. Essere impiegato della Regione equivale ad un superenalotto, a maggior ragione se uno fa il dirigente.
    Mi domando però come mai il dott. Russo, 47 anni, abbia 27 anni di dirigenza…..cioè a 20 anni e senza laurea, suppongo, era dirigente??? Non per polemica, giuro, solo per curiosità….
    E’ ovvio che 6500€ sono tanti ma se se li è guadagnati……piuttosto vorrei sapere se la produttività di questo superburocrate giustifica queste cifre oggi e se le ha giustificate in passato…
    “S” ha fatto un’inchiesta ed ha citato dati reali, Russo, si è omologato al comportamento del suo capo, tutto qui…..

    penso che Antonello Cracolici sia un politico coraggioso, in questo caso affronta una polemica populista tentando di ragionare. Il titolo dell’articolo mira a provocare facile indignazione. Piercamelo Russo è una persona competente e negli ultimi mesi ha lavorato egregiamente per il problema rifiuti ed è riuscito a mettere alla corda il potere costituito: Cammarata a Palermo e Berlusconi in continente.

    e pensare che ha fatto una riforma dove mette per strada dei padri di famiglia che a suo dire sono stati assunti in modo non regolare che vi giuro gudagnano 1000 euro al mese e ci campano la famiglia!!!
    ma che mondo infame è questo

    @michele p.dovresti sapere che nella P.A.è possibile a richiesta e a titolo oneroso, riscattare gli anni di università e ricongiungere eventuali attività pre impiego, purchè compatibili con il posto rivestito? quindi i 27 anni non sono di servizio ma di contributi versati o riscattati, e non credo che qui qualcuno voglia dire che stia rubando qualcosa.

    @michele p.
    Lo avrebbe capito anche un bambino il discorso dei contributi, ma forse il tuo salotto impero ti ha tolto lucidità…
    @berlinguer
    Ma qual è la norma ad personam per galati?

    Però un errore l’avete fatto anche voi. Io non la chiamerei pensione d’oro, bensì pensione di platino data ad una faccia di bronzo.

    Non riesco ad essere moderato quando dopo aver letto le vostre notizie leggo nel Blog di Beppe Grillo che l’onorevole Stanca prende all’anno ben seicentoquarantaquattromilacentosessantotto euro, alla faccia delle varie moderazioni salariali che ci propinano dal 1992 ad oggi.

    ai due maghi del tributo: Russo ha detto di avere 27 anni di contributi tutti da dirigente. Il riscatto della laurea sono 4 anni e ci mettiamo pure l’anno del militare. Quindi 22 anni di contributi “dirigenziali”. Russo ha 47 anni, meno 22 anni, uguale: dirigente a 25 anni. Tanto di cappello, sul serio.
    E comunque avevo premesso che la mia era curiosità e non polemica. Il mio salotto impero è molto confortevole e non toglie lucidità, forse invece la tua verandina sanata con condono è umida e ti fanno cortocircuito i neuroni……i post leggili tutti e non interpretarli, leggili e basta, non è difficile.

    @Michele p. sarai avvocato, ma si duru! se un giorno dovessi tu vincere un concorso da dirigente nella P.A. oltre la laurea potresti riscattare gli anni di libera professione ricongiungendo i contributi fin qui versati alla tua cassa pevidenziale e laddove necessario eventualmente pagare con comode rate le differenze dovute, pertanto potresti ritrovarti con 5 anni di servizio + 30 di contributi e se hai l’età e la relativa finestra aperta te ne vai in pensione.Russo forse di servizio effettivo manco arriva a 15 anni, per sua fortuna prima di entrare alla regione avrà lavorato e quindi versato contributi compatibili con il ruolo di dirigente, sommi il tutto è arriva a 27 anni.E comunque per la 104 di anni ne bastano 20 di contributi-

    Complimenti all’Assessore Russo e Cracolici lo difende pure.
    Ma cosa ci possiamo aspettare da questi politici “politicanti” e da questa classe dirigente regionale che pensano solo ad “AMMUCCARI” per loro stessi, poi ci lamentiamo della LEGA e di BOSSI, con questi esempi che loro danno.
    A 47 anni una pensione di euro 6.462,00 vorrei saper come la pensano quelli che in questo momento lo stanno scortando che devono campare con un misero stipendio da fame rischiando giornalmente la vita,facendo massacranti straordinari che non gli verranno mai pagati. ( mi piacerebbe leggere nella loro mente, chissa cosa pensano)
    Lui si becca 6.462,00 euro non si per cosa avere prodotto, c’è gente che con i suoi ( spariggi, leggasi euro 462,00) ci deve sopravvivere un mese.
    Ci sarebbe solo da vergognarsi, ma in un paese normale, meno male che esistono ancora giornalisti coraggiosi (E SENZA SCORTA) che non si fanno intimidire dal potentato di turno, avete tutta la mia solidarietà.
    ASSESSORE RUSSO CARMELO VADA AD ASSISTERE SUO PADRE FORSE NELLA SUA VITA POTRA’ DIRE CHE FINALMENTE AVRA FATTO UNA COSA DI BUONO ( MA TANTO NON CI CREDE NESSUNO, NON CONSIDERI IL POPOLO SICILIANO FESSO FINO A QUESTO PUNTO)

    michele@
    guarda che alla regione si facevano i concorsi per dirigente per laureati.
    verandina? Sei proprio confuso..

    Complimenti all’Assessore Pier Carmelo Russo!…..
    Mentre si preoccupa di smentire l’articolo pubblicato da “S” sull’indennità mensile che riceve , c’è gente che pur lavorando quotidianamente non riceve lo stipendio da parecchi mesi ( preciso che queste persone per arrivare alla cifra di 6462,00 € deve lavorare 5 mesi).
    Sarebbe più coerente da parte sua, dal Pres. Lombardo, Cracolici e chi oggi sostiene questo Governo del trasformismo a preoccuparsi seriamente dei problemi che attanagliano la Sicilia, anzichè aanunciare l’anno delle riforme, l’anno del risparmio della spesa pubblica ma a spese di chi?

    Ma perché vi accanite su un povero pensionato. Un uomo come Russo è da emulare ed è da elogiare, per aver rinunciato al lavoro x assistere il suo genitore. Io lo proporrei come il “figlio dell’anno” che tutti i genitori vorrebero avere. Non vi pare? Però, vorrei chiedere la signor Russo ma quanto ha percepito di buonauscita? Ma percHè ha la scorta per andare a prelevare la pensione alla Poste ed ha paura che i rapinatori gliela portano via? In ultimo il ministro Brunetta non ha nulla da dire sul giovane pensionato?

    @raskolnikov
    la norma Galati: art. 127, punto 17, della Finanziaria. Secondo le norme vigenti, per fare il capo di gabinetto bisogna essere un dirigente in servizio o in quiescenza. Con la norma fotografia (valida solo per il capo di gabinetto del Presidente) alla parola “in quiescenza” va aggiunto “anche esterno”, ed il gioco, pardon, la foto è fatta.

    Bravi! Continuate così.

    Russo vergogna. Devi chiedere scusa ad S a LiveSicilia ed a tutti quei giornalisti che onestamente e con sincerità fanno il proprio lavoro (a quanto pare al contrario di te). VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!

    la regione un tempo bandiva concorsi per dirigenti cui si accedeva con il requisito della laurea. dunque si poteva diventare dirigenti a 23, 24 anni, anzi era la norma (verandina?).

    comunque solidarietà alla redazione

    è incredibile, di volta in volta vi attaccano di essere di parte, ma la cosa assurda è che lo dicono da tutte le parti politiche.. questo è segno che non guardate in faccia nessuno, altro che di parte.. è che in Italia, e tanto meno in Sicilia, non siamo abituati all’informazione libera, quasi non ci sembra vero che si possa ancora fare.. continuate così che siete i migliori!!!

    Questa mattina è apparso sul giornale di Sicilia una notizia che riguarda i prepensionamenti. Il comunicato stampa riferisce una dichiarazione dell’assessore Chinnici, che il disegno di legge sui prepensionamenti al vaglio delle commisioni parlamentari, sarà annullato e nessuno andrà più in prepensione. Ma cosa stà succedento in questa Regione Siciliana?

    Bravi! Questo è giornalismo, ho letto oggi l’articolo di Stella sul Corriere che vi cita come fonte.
    Davvero bravi!

    Bravo rufus, proponiamolo come ” FIGLIO DELL’ANNO”, raccogliamo le firme. Ma se non sbaglio, per il vincitore c’è anche un regalo in denaro?

    @Enzo non scrivere inesattezze con la 104 ci vogliono pur sempre 25 anni minimo per gli uomini.

    Il mistero potrebbe spiegarsi proprio con il disegno legge presentato da Armao l’anno scorso (ottobre circa) e di cui si occupa la Chinnici adesso. Il disegno di legge prevedere un taglio alla pensione di 0,1% mensili e anche alla buonuscita. Se questa legge passasse ci sarebbero parecchie perdite, ovvero si può andare in pensione a 50 anni ma perdi un bel po’ di soldini, in primis sulla buonuscita e poi mensilmente. (Quanto ha preso di buonuscita l’Ass. Russo?) Quindi chi ha potuto andarsene in pensione prima che si concretizzasse questa proposta ha sicuramente guadagnato. D’altronde nulla vieta al presidente di scegliere come Assessore un pensionato. Quello che ha fatto Russo nno è illegale, e nessuno oserebbe dire questo, ma è semplicemente immorale. E sebbene i politici di oggi cerchino di sminuire l’importanza della moralità per molti cittadini votanti questo ancora conta.

    teneteci al corrente della risposta (se mai la darà) dell’on. Russo
    grazie e buon lavoro

    Penso anch’io che Cracolici sia un politico coraggioso. Difatti, ci vuole un certo coraggio a dire e fare le cose che dice e che fa, questo dirigente del PD.

    Quanta ipocrisia! Capisco che la legislazione vigente in materia consente di andare in pensione a 47 anni ma dov’è il buon senso? Che tristezza! Mentre la sicilia sprofonda, i ragazzi non lavorano, le imprese chiudono,le città sono sommerse dall’immondizia, il governo regionale “vivacchia”, e i politici litigano….. l’assessore Russo (Pier Carmelo) decanta amore per il padre, per i fratelli della sua scorta e annuncia beneficenza (probabilmente mai fatta). Coraggio Assessore la esorto a trovare il tempo per ricercare in Lei quel poco di coerenza e di buon senso necessario per presentare le sue dimissioni!! Sicuramente potrà godersi la pensione e dedicarsi al padre malato. Saluti

    Bisogna fare chiarezza perchè Russo viola la legge e come! Per un dipendente regionale che voglia usufruire delle agevolazioni normative posti nell’ordinamento a tutela delle persone handicappate, occorre che un proprio congiunto sia stato riconosciuto tale ai sensi della legge 104/92, per cui la commissione sanitaria ne abbia accertata l’invalidità del 100%. Ecco cosa dice per capirci in ordine alla gravità della menomazione la legge. “Qualora la minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l’autonomia personale, correlata all’età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione, la situazione assume connotazione di gravità”. Capite con che termini la legge stabilisce la natura dell’intervento assistenziale? Usa gli aggettivi
    a)PERMANENTE, cioè durature nel tempo;
    b)CONTINUATIVO, cioè senza interruzioni di tempo e di sorta;
    c)GLOBALE, cioè totale senza limitazioni, o come preferisce russo a 360 gradi.
    Orbene secondo voi il russo che la mattina presto accudisce il papà, poi esce e dopo una lunga ed estenuante giornata da ASSESSORE torna a casa stanco per dare il bacio della notte al padre medesimo viola o no la legge. Per competenza un saluto affettuoso ai magistrati italiani.

    vai avanti cosi’ piercarmelo stai dando fastidi a troppi non ti arrendere

    HA RAGIONE FABIO VAI AVANTI COSI PIERCARMELO (LEGGASI ASSESSORE RUSSO) TUTTI NOI SICILIANI SIAMO SICURI CHE RIUSCIRAI NEL TUO INTENDO CHE VUOL DIRE SOLO 6.420 EURO AL MESE DI PENSIONE A 47 ANNI,DAI FACCI FELICI SIAMO SICURI CHE PRIMA DEI 50 ARRIVERAI A 10.000 TU SAI COME FARE.

    “Piersilvio e il super yacht
    Mentre suo padre chiede sacrifici agli italiani, il figlio del premier vara il suo nuovo panfilo: 37 metri, 18 milioni di euro.”
    Mentre due pollastrelli legati per le zampette, si querelano l’un l’altro e si offrono in sacrificio al mostro divoratore che si chiama WEB, si sottacciono (chissà perché)italianissime porcate sulle quali non si scandalizza più nessuno e la notiziola sopra riportata, piccola espressione consumistica, epifenomeno di un immenso iceberg, lascia indifferenti e forse addirittura fa aumentare i consensi bulgari di un piccolo Cesare che dice di non comandare ma che è, sicuramente, il primo responsabile dello sfascio Italiano.

    Continuate così …anzi oltre…., Voi di “S”, noto in edicola che prima eravamo in pochi ad acquistare il Vs.mensile, adesso i nunmeri vanno a ruba.

    Saluti e buon lavoro

    Erano tanti anche prima. Affettuosi saluti e grazie.

    LAVORO

    Oppurtunità per giovani pensionati con esperienza in area finanziaria: cercasi esperto in analisi di bilancio settore energia , la zona di lavoro è la BRIANZA

    questa opportunità è in grado di soddisfare e gratificare economicamente le migliori figure professionali

    se hai queste caratteristiche invia il CV

    Sono molto dispiaciuto delle condizioni del papà dell’Assessore Russo e lo dico a ragion veduta per essere padre di un bimbo di 6 anni portatore handicap al 100%. Noi comuni mortali però abbiamo diritto a 3 giorni al mese per assistere nostro figlio…….!!!!! Che ne pensa l’Assessore…….

    Carissimi, se vi incazzate per la pensione d’oro allora se vi dico il resto che fate? Diciamo che vi incazzzzzate di più. Il dr. Russo, proletario, comunista, appellativi nobili per chi scrive, è stato nominato dirigente generale durante il governo Cuffaro, su indicazione del suo amico Antonello Antinoro. Durante la sua attività ha svolto la professione di avvocato, appoggiandosi ad un noto studio legale di Palermo. Non si sa secondo quale autorizzazione dell’amministrazione regionale dispensava consulenze legali retribuite lautamente. Per esempio una sua consulenza al COINRES di Bolognetta gli frutto 90 000 euro, salvo a dichiarare quando fu scoperta che rinunciava alla metà dell’importo. Che filantropo! Dopo essere stato confermato dirigente generale su proposta forse ddello stesso Antinoro, fu nominato segretario generale ma questa volta il padrino non è più Antinoro ma l’on.le Cracolici, che oggi proclama che è persona perbene, mentre il povero Crosta no! Troppo vicino a Cuffaro.Tanto lo fissa Cracolici, Lumia e Lombardo chi è persona per bene e chi no.Poco importa se nominati dal governo Cuffaro, l’importante è l’obbedienza a Lombardo.Ritorniamo a l’avv. Russo. Criticato per la sua pensione a 47 anni, non certo per accudire il padre, ma per svolgere liberamente l’attività di avvocato nello studio Pitruzzella, pensa bene di elargire l’indennità di assessore a due istituti di beneficienza.Come dire di notte prendo e di giorno, scoperto, faccio il filantropo per tappare a malafiura.

    Ma perchè vi lamentate dell’assessore Russo, prestanome del partito democratico, il quale nel sostegno al governo lombardo non dimostra la dignità di un nobile partito ma si maschera dietro figure che si prestano ad offuscare la democrazia e la legalità, obbedendo alla logica lombardiana.Uno che da consulenze legali ad altre amministrazioni ha bisogno della consulenza dell’avv.Pitruzzella per farci dire che le nomine dei dirigenti generali sono illegittime. Lo stesso fa il famoso avvocato Armao. Ma come si dice in sicilia “unni l’annu a’ dignità?” Perchè non ci dicono che le nomine sono pure illecite, visto che sono state operate per favorire uomini di partito legati all’MPA: Interlandi, Vernuccio e Zappia?

    Serpico vuoi vedere che almeno uno dei tre entrerà nel prossimo governo tecnico del governatore? E gli altri due saranno piazzati altrettanto bene nella galassia degli enti regionali. Ma come si può parlare di legalità quando la giunta regionale per prima la viòla così palesemente per interessi di bottega? Altro che lotta alla mafia!

    ma guarda un pò, i professionisti dell’antimafia all’attacco di un assessore subito dopo che lo stesso ha presentato un esposto alla procura di palermo sull’affaire termovalorizzatori.
    Strane coincidenze!

    Scusi, per curiosità, ma chi sarebbero i “professionisti dell’antimafia”?

    @lele ma non scriva scicchezze, che cavole me ne puo fregare a me povero cittadino degli affari sui termovalorizzatori. Anzi a pensarci mi spiega come si fa ad entrarci picchi un po di euri mi facissuru comodi. La verità che russo come lombardo sono stati scoperti con le mani nella marmellata e cercano di scaricare su altri le loro responsabilità.

    Riecchili: i termo(s)valorizzatori. E da chi verrebbe stavolta il colpo basso? Dalla mafia, da Firrarello, da Repubblica? Sentiamo…..

    sono politici o BRIGANTI??????

    mi scusi ma quale sarebbe la marmellata a cui fa riferimento? Io le porto la bella torta farcita dei termovalorizzatori come esempio e a lei non gliene frega niente, e poi mi parla di marmellata? Sia più chiaro, a quali tipi di marmellate, più dolci e sostanziose di quella dei termovalorizzatori, si riferisce?

    IL SIGNORE NON HA NEPPURE IDEA DI QUALI CIFRE SI PARLA PER I TERMOVALORIZZATORI
    PER CUI NON SA NEPPURE LUI DI QUALE MARMELLATA SI PARLA HIHI!!!!

    CARO POLLO TE NE DOVREBBE FREGARE VISTO CHE LI PAGHERESTI ANCHE TU I TERMOVALORIZZATORI

    Vorrei parlare della marmellata del sig. Russo.
    Non intendo quella della pensione di cui in tanti hanno commentato, profili di immoralità compresa.
    Mi riferisco a quello che tra i commenti si è letto.
    1. Il sig. Russo avrebbe un fratello impiegato Enel che ha usufruito della l. 104: se è vero, sarà o no un illecito? Mi pare marmellata…
    2. Il sig. Russo dava consulenze al Coinres (l’Ato rifiuti tristemente famoso) mentre era dirigente (e che dirigente!) ben pagato della Regione e non poteva farlo: è marmellata o no?
    3. Da quella consulenza ha guadagnato una bella cifra (45 o 60 mila euro lordi); chissà che consulenza ha dato per meritarla a giudicare dalle sorti del Coinres, quali pareri ha fornito e che attività ha svolto, magari da non sbandierare e magari nascondere; sarà marmellata o no?
    4. A proposito di questa consulenza sui rifiuti su Coinres e del fatto che adesso fa l’assessore “baarioto” ai rifiuti: profuma o forse mi puzza di marmellata di conflitto di interesse (magari in scala ridotta rispetto a quella di cui si parlò tempo fa per Armao)
    Per intenderci non critico la sua riforma sui rifiuti della quale solo il tempo, la concreta attuazione (si fanno tante leggi per poi applicarle male o non applicarle affatto) e i risultati prodotti potranno consentire di darne una valutazione. Mi sembra piuttosto che l’attività del sig. Russo sia un bluff: tanto polverone, tante foto e interviste sui giornali, tante denunce. E i risultati? Quelli li sto aspettando, magari ci vorrà qualche mese o forse anni e chissà dove sarà questo cavaliere senza macchia e senza paura. Nel frattempo con i giornali, le foto, le interviste, le patetiche lettere aperte e le denunce di presunti illeciti un risultato lo ottiene: quello di allontanare l’attenzione dalle sue o altrui magagne, eventualmente accusando chi ne parla, come nel caso della sua ricca e anticipata pensione, di far parte del complotto del malaffare che vuole contrastare l’attività santa e immacolata sua e del governo di cui fa parte.
    Mi auguro che non sia così, che i giornali come questo continuino a scrivere senza essere intimoriti dalle minacce di querele e che, magari, la giustizia possa togliere qualche dubbio e qualche macchia di marmellata di troppo.
    Frattanto sarebbe il caso che il sig. Russo si dimetta, per dignità.
    Saluti.

    Io sono d’accordo nel muovere critiche all’operato di qualsiasi amministratore, che sia russo o lombardo o chicchessia. Il problema è che come detersivo livesicilia e compagnia non sono tanto affidabili, visto che le macchie (piccole, di quanto si parla? 100, 200 mila euro?) vengono aggredite con tenacia, e quelle belle grandi tipo termovalorizzatori (4 o 5 MILIARDI di euro) o sanità vengono saltate a piè pari. Se non ci fossero due pesi e due misure questi giornali sarebbero molto apprezzabili, purtroppo si sceglie, non so se per una questione politica o meno, di concentrarsi su alcune inchieste e tralasciarne altre. Sogno un quotidiano indipendente che faccia le pulci a russo e cuffaro, a lombardo e firrarello, a schifani e alfano, sonia e angelino, a cracolici e lumia e a tutti. Livesicilia e tantissimi altri, a mio modo di vedere, non raggiungono ancora questo target.
    Il risultato di questo giornalismo è che noi ci “scanniamo” accusandoci a vicenda ed allontanandoci sempre di più, e ci stiamo inoltre allontanando sempre più dal nostro diritto-dovere, controllare attraverso l’informazione libera e indipendente l’operato degli amministratori e votare secondo coscienza per scegliere il meglio per la comunità. Oggi ci sono solo guelfi e ghibellini.

    Noi sogniamo lettori che si pongano solo una domanda: le cose che hanno scritto sono giuste o sbagliate?, e giudichino da quello. Perché anche tra i lettori ci sono guelfi, ghibellini. E perfino amici degli amici. Saluti.

    …amici degli amici? Io sto solo esprimendo una mia opinione. Queste velate allusioni sono fuori luogo.
    Comunque io intendevo dire che quello che scrivete è sicuramente giusto e apprezzabile, ma siete giusti ed apprezzabili verso una sola parte politica e tacete le svariate nefandezze di altre parti politiche.
    Lo ribadisco: “ciò che scrivete è giusto e corretto”.
    Anche “il giornale” scrive cose giuste e corrette, purtuttavia fa politica dell’informazione. Indirizza e veicola l’opinione della gente decidendo quali cose vere pubblicare e quali cose vere non pubblicare.

    Noi abbiamo scritto di tutto e di tutti. Si informi. Senza allusioni.

    @roberto puglisi, claudio Reale
    Io ho fatto una domanda diverse volte ma nessuno mi risponde ripeto la domanda,
    1)Una persona che beneficia grazie ad una legge che gli consente di andare in pensione in caso di un familiare malato e poi non lo accudisce oppure non a tempo pieno non viene meno questo requisito?????????
    2)E’ legale si o nò????
    Se potete darmi una risposta vi ringrazio anticipatamente.
    saluti.

    Per qaunto ne sappiamo è molto difficile dimostrare questo. La legge su basa sull’autocertificazione. Saluti

    @rocco, il problema è che con il pensionamento viene decretata la cancellazione dei ruoli,una sorta di licenziamento dal pubblico impiego, per rientrare nel quale dovresti in teoria rifare eventuali concorsi e pertanto si innesca un meccanismo di non ritorno. Del resto il requisito potrebbe venir meno nel tempo per cause naturali ma questo non comporta infatti alcun rientro nella P.A. Per quanto riguarda l’autocertificazione, non è così. Nello specifico bisogna produrre documentazione originale, anche perchè il requisito si rintraccia all’interno di un comma di uno degli articoli della legge 104 abbastanza intrecciato. Poi in ogni caso l’amministrazione in presenza di autocertificazione ha l’obbligo di accertarsi le cose, proprio perchè deve procedere alla cancellazione del dipendente e non può sbagliare.

    @ENZO E ROBERTO PUGLISI
    Allora scusate o sono gnorri o non ci capisco più, lo stato anche nella finanziaria a dichiarato di dare battaglia alle false pensioni invadi ecc., tanto che hanno trovato come avete visto nelle cronache un cieco che leggeva il giornale, lo hanno denuciato e tolto la pensione.
    Il caso dell’assessore Piercarmelo Russo è diverso non è una truffa signori tu hai goduto di un privileggio o meglio di una norma in quanto stato democratico ci immedesimiamo nei problemi degli altri ma quando fanno i furbi in questo modo e truffà si o nò qual’è la differenza tra il cieco e Russo tutti e due hanno dichiarato il falso.
    spero di essere stato chiaro e mi auguro siete chiari anche voi, non solo mi piacerebbe che qualche magistrato magari possa sciogliere questo quesito, ma mi sà che la forca come dicevano gli antichi e sempre per i deboli Come il cieco anche se non lo difendo attenzione.

    @rocco partiamo dal presupposto che le singole leggi di per se non danno mai un quadro completo delle fattispecie. Le leggi e le norme poste nell’ordinamento vanno interpretate ed applicate in modo che il Giudice pervenga ad un risultato composito. Quando si parla di combinato disposto si tratta di una procedura che consente di applicare più norme con la finalità di pervenire alla formulazione di un giudizio di merito. Nel caso di Russo le violazioni ci sono e se rilegge il mio precedente intervento potrà rendersene conto. Dal punto di vista morale la condotta di Russo è esecrabile. Sia perchè ha mentito nei confronti del suo datore di lavoro verso il quale aveva a suo tempo emesso giuramento, quanto per il ruolo pubblico che lo stesso ricopre in qualità di Assessore. In Inghilterra un ministro si dimise perchè il marito usò la carta di credito ministeriale per comprare un DVD da 5 pound. Il Ministro di per sè non commise un reato grave, ma moralmente era un fatto non giustificabile. Ora il fatto che alcuni deficienti pensano che non si possa criticare giustamente qualcuno sol perchè dietro ci siano fantasmagorici interessi termovalorizzati è davvero una modalità non inusuale. Sembra che occuparsi di termovalorizzatoti conferisca una immunità ed una santità che nemmeno nostro Signore può permettersi! Un salvacondotto che riabilita anche i peggiori farabutti.

    @rocco,lo stato da un lato dichiara la guerra che dice lei e poi approva una legge che fa si che la norma siciliana di cui ha beneficiato Russo diventa antesignana, per cui ora non sarà importante per andare in pensione il requisito normale ma un parente con la 104. Io non so se Russo è furbo, certamente non ha dichiarato il falso perchè l’invalido è il padre, purtuttavia le considerazioni che si sono fatte fin qui investono gli aspetti etici e politici della vicenda, e per questo rimango convinto che si è trattato di un atto tracotante quanto inutile. Anche perchè come recita un vecchio saggio ” buon tempo e cattivo tempo non dura tutto il tempo” e appena il vento cambierà Russo potrà fare solo il pensionato.

    @enzo
    non voglio essere locorroido:
    1)cieco che poi non è cieco denunciato per falsa dichiarazione.
    2) Russo pensionato per accudire il padre gravemente malato, il che io penso da cittadino che per mandarlo in pensione e non dargli solo l’avvicinamento, ore libere per accudirlo, si decide di pensionarlo in quanto ritengo questa persona poveretta a necessità incessanti di cure, invece lui fà l’assessore e non accudisce il padre non è truffa??????
    Poi sai com’è siccome la pensione che prende la paghiamo noi non credi che anche se poi torna a fare il pensionato non trva un’altro lavoro??????
    Poi non capisco una cosa come mai ci sono pensionati che prendono 900 euro di pensione, magari hanno un reddito da fabbricato che gli fà cumulo e gli abbassano la pensione, ma lui è esente da tutto questo???????
    saluti enzo

    @falconino
    grazie per il chiarimento, ho letto il tuo di prima commento e mi pare che diciamo la stessa cosa, addirittura ho letto un commento di giuseppe mi pare che di che anche il fratello che lavora all’enel a usufruito della medesima legge bòòòòò io non lo sò ma di certo mi attenderei che chi ne hà competenza faccia chiarezza
    saluti falconino

    @rocco, non sarò certo io il difensore di Russo,ho scritto in altro post che lo stesso ha a mio avviso adottato il sistema del “u porcu rintra”, mi sono limitato ad indicare quali siano i meccanismi che portano alla pensione grazie alla 104, peraltro sistema consentito solo ai regionali,categoria a cui mi appartengo e che di fronte a queste cose non ho certo motivo di esserne fiero, e come questo percorso sia senza ritorno. Se è truffa, questo non possiamo stabilirlo noi, ma la magistratura. Sull’abbattimento della pensione in presenza di altri redditi,vale per tutti, in sede di dichiarazione di redditi si conguagliano eventuali imposte se dovute. saluti

    oggi ho ricevuto una confidenza. Pare che il fratello di Russo che lavora per una grande impresa italiana abbia rifiutato il trasferimento per accudire il papà. Un genitore tanto accudito mi ricorda le favole di un tempo. Commovente.
    Storie di briganti di elfi e di orchi.

    @lele
    quanta gente perbene e attenta all’etica, alla morale, abbiamo qui in sicilia. ma dove ha vissuto tutta questa gente negli ultimi 20 anni. E questi giornalisti? Che pensano alla pagliuzza e non si accorgono della trave? e l’attentato dell’addaura che ci dicevano finto? e Leoluca Orlando, per cui ho votato, che aggrediva Falcone e Sciascia ed ora si scopre che si becca pure la doppia indennità? e Antonio Di Pietro che fa le cene con i boss bulgari e i capi dei servizi segreti? e Oscar Luigi Scalfaro che sconsiglia di approfodire le vicende di quegli anni? E non parliamo di Berlusconi e di Casini che comandano l’Italia con i voti raccolti in Sicilia. E neanche di Angelino Alfano che garantisce sull’onestà di Cammarata, che quel monellaccio di Piecarmelo ha messo in difficoltà

    @Gigi:
    Perché non dichiarare il “povero” Piercarmelo eroe nazionale, simbolo del “riformismo” lombardiano e cracoliciano?
    E’ il PD, bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.