Ecco il bilancio di previsione 2012| Tagli, tasse e poco o nulla per la Gesip - Live Sicilia

Ecco il bilancio di previsione 2012| Tagli, tasse e poco o nulla per la Gesip

Parte la corsa contro il tempo per approvare il bilancio di previsione entro le elezioni del 6 e 7 maggio.
COMUNE DI PALERMO
di
7 Commenti Condividi

Parte la corsa contro il tempo per approvare il bilancio di previsione entro le elezioni del 6 e 7 maggio. Il commissario del comune di Palermo, Luisa Latella, ha dato il via libera il venerdì prima di Pasqua allo schema della manovra, che adesso dovrà passare al vaglio dei revisori dei conti, della commissione competente e infine di Sala delle Lapidi. Tempi strettissimi, dunque, anche perché in teoria i revisori hanno a disposizione fino a 20 giorni di tempo per esitare il parere, praticamente fino al 27 aprile, anche se l’eventualità che l’Aula decida di lavarsene le mani è elevatissima, visto che l’atto sarebbe discusso a ridosso del voto.

Ma cosa prevede la manovra firmata dalla Latella? Anzitutto una serie di direttive mirate al contenimento della spesa, in ossequio alle innumerevoli osservazioni della Corte dei Conti. Stop ad assunzioni di qualsiasi tipo, quindi, ma anche ad aumenti per il fondo dei dirigenti e alle consulenze esterne. Divieti che si fanno ancora più rigidi se si parla di società partecipate: qui lo stop comprende non solo le assunzioni ma anche avanzamenti di carriera e consulenze, oltre alla riduzione del 30% degli straordinari e al divieto di monetizzare le ferie non godute. In totale, le spese correnti calano da 800 a 766 milioni. Dalle dismissioni immobiliari dovrebbero provenire poco meno di sette milioni di euro.

DEBITI FUORI BILANCIO Tolleranza zero verso quello che i magistrati contabili hanno definito un “bilancio parallelo”. I dirigenti che li autorizzano rischiano fino al licenziamento, oltre a una cattiva valutazione che può compromettere il premio di produttività. Sono quasi 30 i milioni che verranno impiegati per pagare i debiti, specie quelli conseguenza di sentenze passate in giudicato.

NUOVE TASSE Palazzo delle Aquile conta di incassare 192 milioni di euro: 166 dall’Imu (di cui 50 andranno a Roma), 26 dal raddoppio Irpef e 2,5 da Tosap e Icp. Aumenti che partono da gennaio 2012, quindi con effetto retroattivo.

SOCIALE Questo è l’unico settore che non solo non ha ricevuto tagli, ma anzi ha avuto un incremento di quasi quattro milioni. Per il 2012 sono previsti 3,6 milioni, mentre nel 2013 e 2014 saranno 4,3.

SOCIETA’ PARTECIPATE Stop ad assunzioni, avanzamenti di carriera e consulenze, oltre alla riduzione dello straordinario. In tutto, per i contratti di servizio vengono stanziati 235 milioni. All’Amia vanno quasi quattro milioni in più, che sono la metà di quanto chiedevano i commissari; per Amg 9,9 milioni, otto ad Amap e poco più di 86 all’Amat.

GESIP Cattive notizie in particolare per la Gesip, per la quale al posto dei cinque milioni annunciati ne vengono previsti appena 1,4 che basteranno solo per una mini-proroga.

TAGLI Le spese di funzionamento diminuiranno del 10%, mentre del 5% fitti passivi e gestioni condominiali. Abbattimento del 16% per acqua, luce e gas, mentre le spese telefoniche dovranno calare del 14%. In tutto, la bolletta del telefono ammonterà a 2,4 milioni, quella dell’acqua a 3,1 e quella del gas a un milione.

PERSONALE I dipendenti comunali sono 8.868, i cui stipendi costeranno per il 2012 280 milioni.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    Hanno ridotto la città a brandelli, ma la vera colpa è nostra che ci siamo fatti fregare girandoci dall’altra parte mentre questi signori facevano i loro porci comodi…CITTADINIII… QUESTA VOLTA FATEVI I FATTI VOSTRI…VOTATE MOVIMENTO 5 STELLE E PARTECIPATE ALLE ASSEMBLEE DEL MOVIMENTO….PARTECIPATE ALLA GESTIONE DELLA VOSTRA CITTÀ !

    La latella il 7 maggio tirerà un sospiro di sollievo…era partita “allazzata” e ora ha tirato il freno a mano…ma forse si dice anche a Vibo Valenzia “Chi viene appresso conta le pedate!”.

    siamo di nuovo al punto di partenza , sicuramente cominceremo di nuovo con gli SCIOPERI. CARI CITTADINI NON LAMENTATEVI RINGRAZIETE IL COMMISSARIO STRAORDINARIO Luisa Latella.

    Non ci rimane che votare il MOVIMENTO A 5 STELLE, solo questo movimento rappresenta il futuro della nostra Palermo, nostro e dei nostri figli.

    fatte kifo noi del gesip aumentate le tasse e poi si deve avere questi risultati e poi la colpa e nostra che aumentano le tasse no che li prendete voi cercate di mette le cose a posto che noi non siamo burattini siamo persone umani sign tela vorrei vedere se cci sarebbe qualche figlio suo in questi condizioni o qualche parente se farebbe questo il pane dei nostri figli non si tocca si faccia un same di di questi operai non si vive piu lei a figli lo puo capire .

    Cavolo che lavoro.non so povero commissario con farà a farecapprovare questo bilancio preventivo.ma se non verrà approvato sarà un guaio.poverino il proxy sindaco se non viene approvato.avrà 15 giorni per farlo approvare lui.quindi nemmeno il tempo di sedersi che dovrà far quadrare i conti.voglio vedere con farà un sindaco inesperto.palermitani votiamo bene se no siamo rovinati

    Ma non ho capito… la Latella continua a prndere impegni davanti al Prefetto per dare 8 milioni in più all’Amia e quando presenta il bilancio ne presenta solamente quasi la metà?

    Ma allora è vero che vogliono la munnizza al 7° piano oppure che… vogliono svendere l’Amia ai privati e creano le condizioni per il caos…

    …ho il sentore che c’è di nuovo aria di sciopero…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *