Leanza, Regalbuto e Lo Presti |Le candidature Pdl a Enna - Live Sicilia

Leanza, Regalbuto e Lo Presti |Le candidature Pdl a Enna

I candidati del Popolo della Libertà in provincia di Enna per il rinnovo del Consiglio regionale saranno il coordinatore provinciale e deputato uscente Edoardo Leanza (nella foto), la centuripina Grazia Lo Presti e il consigliere provinciale Giuseppe Regalbuto di Barrafranca.

Politica
di
7 Commenti Condividi

ENNA  – Chiusa ufficialmente la lista dei candidati del Popolo della Libertà in provincia di Enna per il rinnovo del Consiglio regionale. Così, durante l’incontro di ieri mattina, svoltosi presso la sede del Coordinamento provinciale del Pdl a Enna bassa, di fronte al gruppo giovanile del partito guidato da Nunzio Ciantia e Tonino Messina, vengono ufficializzati i tre candidati del partito: Edoardo Leanza di Nicosia, coordinatore provinciale del Pdl e deputato regionale uscente (all’opposizione durante gli ultimi anni del governo Lombardo); il consigliere provinciale Giuseppe Regalbuto di Barrafranca; e Grazia Lo presti di Centuripe, vice coordinatore provinciale del Pdl e consigliere comunale.

Edoardo Leanza (clicca per ingrandire)

“Stabilizzazione dei Forestali,riordino delle Province, difesa dei diritti dei disabili, accelerazione dei tempi della Sanità, e abbattimento dell’Imu per agevolare gli imprenditori agricoli in difficoltà”. Così esordisce Regalbuto in merito ai temi salienti che intende portare avanti qualora eletto. “E naturalmente – aggiunge Regalbuto – il fiore all’occhiello del programma consiste nel rilancio del comparto minerario”. “Chi mi ha seguito – conclude Regalbuto – sa quanto ho dato per la miniera di Pasquasia. Oggi dopo tanti anni di dura battaglia posso finalmente dire a gran voce che Pasquasia riapre. Lo stesso vorrei poter dire di tutte le altre miniere attualmente in fermo produttivo. Sono sempre più convinto, infatti, che la riapertura delle miniere dismesse rappresenta per l’economia siciliana un vero e proprio trampolino di lancio”.

Ufficiale dunque anche la candidatura della centuripina Grazia Lo Presti che lancia una sfida a chi vede la politica come professione. “In un momento di crisi della politica come questa – esordisce la candidata Lo Presti – c’è bisogno di persone che abbiano spirito di servizio e che intendano la politica come missione”. “Lo spirito è quello di stare al servizio della gente – continua il vice coordinatore provinciale del Pdl – e a chi ha inteso la politica come puro soddisfacimento delle proprie necessità chiedo di restare a casa”. In merito al programma di governo la Lo Presti afferma che lo stesso sarà costruito in base alle necessità dei siciliani. “Di sicuro via gli sprechi – conclude – perché bisogna trovare i fondi da utilizzare per assicurare i principali diritti alla gente”.

Il coordinatore provinciale del Pdl, Edoardo Leanza, affronta questa campagna elettorale dando spazio ai giovani; lo fa credendo nelle loro potenzialità e sceglie uno slogan che lo accompagnerà lungo questi mesi: “Hic sunt leones”, locuzione latina che in italiano significa “Qui ci sono i leoni”. La frase viene utilizzata oggi per indicare una situazione o condizione per cui è necessario prestare particolare attenzione o portare rispetto ad un certo gruppo di persone.

“Non c’è sciacallaggio ovunque; non c’è solo un mercato sporco e puzzolente; non ci sono obbligatoriamente mezze tacche o politici che ancora aspettano, fino all’ultimo giorno utile, un posto in una lista qualunque, pensando che l’una valga l’altra – afferma Leanza – ma qui ci sono di appartenenza”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    come volevasi dimostrare, i soliti mantenuti della politica ennese, dopo tanto silenzio (li immaginavo già defunti) si riaffacciano: Leanza, Termine, Colaianni, Galvagno, che sfacciatamente fanno finta di non capire mentre la gente comune, per tutti i problemi che li attanagliano e li opprimono, ne ha le tasche piene a tal punto da scegliere di non votare.
    Con estrema chiarezza dobbiamo far capire che così facendo faremmo il loro sporco gioco, pertanto è consigliabile votare, votare esclusivamente i candidati giovani.

    N.B: io voterò per il Dott. Giuseppe Regalbuto, il quale ha fatto tantissimo per la bonifica della miniera di Pasquasia con conseguente possibile riapertura alla produzione di sali minerali, per l’impegno in consiglio provinciale a favore dei disabili,
    ecc.

    Complimenti per aver candidato un uomo come Regalbuto da sempre impegnato politicamente e socialmente a favore del mondo giovanile, dell’associazionismo, dell’occupazione e delle fasce deboli. Una carriera politica di tutto rispetto e sempre coerente in tutte le cariche rivestite, da consigliere comunale, da assessorte comunale e da consigliere comunale e sicuramente farà bene anche da deputato regionale se eletto.

    erratya corrige l’attuale carica politica di regalbuto è quella di consigliere provinciale

    Correte! correte! c’è da gioire, il grande coordinatore edoardo leanza, cotanto uomo, è candidato!

    Pasquasia riapre ? Ma veramente pensano che nel 2012 ci siano ancora dei creduloni. Naturalmente c’è la campagna elettorale e bisogna spararla grossa, e senza niente di concreto da sparare coso si dice : riapre Pasquasia. Cero che anonio albanese ha saputo perfettamente rappresentari i nostri politici.

    x nico
    se non lo sai te lo dico io: e cioè che la gara d’appalto, per l’aggiudicazione dei lavori di bonifica della miniera Pasquasia che richiede l’impiego 24 milioni, credo che sia stata già fatta con i lavori in fase avanzata grazie all’impegno martellante del candidato Regalbuto a livello regionale e provinciale, dopo una lunga serie di incontri istituzionali, all’URPS di Palermo e a consigli congiunti tra le Province Regionali di Enna e Caltanissetta.
    Personalmente mi auspico che possa aprire o almeno, una volta effettuata la bonifica, possa venire a far parte del distretto turistico, è sempre un risveglio dell’economia locale.
    ma come stanno le cose allo stato attuale abbiamo fatto un passo da gigante.
    Grazie all’impegno di Peppe Regalbuto mi soddisfa il fatto che oggi Raffaele Lombardo Ex-Presidente della Regione Sicilia, per il problema inquinamento ambientale della miniera Pasquasia, grazie a Peppe Regalbuto, oggi si ritrova un bel rinvio a giudizio, perchè responsabile di aver continuato a trascure il problema per cui viene ritenuto responsabile di un vero e proprio disastro ambientale!!!!
    riferendomi a Regalbuto, se lo ritieni ti posso dire altre cose di ugual importanza che vanno dall’interesse mostrato a favore dei disabili, del registro tumori, per il completamento della casa albergo anziani di Barrafranca, e cosi via!!!
    Comunque, al consiglio regionale, voto e farò votare Regalbuto lista PDL !!!!!!!!!!!!!!!!! con presidente Musumeci!!!!!!!!!!!!!!!!!

    sono curioso di vedere come va a finire questa storia e quanti posti di lavoro ci saranno a Pasquasia fra cinque anni. Sarò di nuovo qui caro Coli. Delle promesse ormai siamo tutti stanchi. Ma il PDL esiste ancora, perchè il vostro capo padrone ancora non ha ben chiaro cosa fare. Mi chiedo come ancora si può votare PDL dopo tutti gli scandali che hanno attrversato questo “partito”. Non metto in dubbio che Regabulto possa essere una brava persona, visto che non lo conosco e non esprimo quindi nessun giudizio, ma certo che candidarsi in un partito che ha portato quasi al disastro l’Italia non depone bene sulla sua immagine. Ricordiamoci del detto: dimmi con chi stai e ti diro chi sei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *