M5s: "Caleca al Cga? Inopportuno | Continuità con il governo Crocetta" - Live Sicilia

M5s: “Caleca al Cga? Inopportuno | Continuità con il governo Crocetta”

Con Caleca è stato nominato l'ex presidente dell'Ars Giovanni Ardizzone.

LA NOTA
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – “La nomina di Nino Caleca al Consiglio di giustizia amministrativa da parte della giunta Musumeci è assolutamente inopportuna, sia politicamente, perché in assoluta continuità con il Governo Crocetta che lo aveva voluto assessore, che materialmente perché gli incarichi che ricopre e che ha ricoperto, sono a nostro avviso tutt’altro che compatibili con il ruolo di terzietà per cui è stato proposto”. Lo affermano i deputati del gruppo M5s all’Ars che si dicono “fortemente critici sulla nomina dell’avvocato palermitano da parte della giunta di governo regionale”.

Con Caleca è stato nominato l’ex presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone. “Per Musumeci il principio dell’appartenenza – aggiungono i deputati del M5s – supera a quanto pare quello della competenza, più volte sbandierata in campagna elettorale. La figura in questione, ha troppe relazioni con importanti imprenditori e politici tuttora in carica per poterne vagliare in maniera terza i procedimenti. Caleca è addirittura l’avvocato di Antonello Montante, nel cui processo la Regione Siciliana si è appena costituita parte civile. Insomma, senza voler entrare nel merito personale della figura di Caleca – concludono i deputati – i suoi ruoli nell’ambito degli incarichi che ricopre o ha ricoperto sono assolutamente inopportuni con la sua nomina nel Cga”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
6 Commenti Condividi

Commenti

    A me pare più inaccettabile l’indicazione di Ardizzone, che della maggioranza di Crocetta ha fatto parte costantemente per cinque lunghi anni in qualità di autorevole membro di quel partito che ha inventato dal nulla la candidatura Crocetta.

    Competenza è morta da anni e ha lasciato tutto ad Appartenenza, per cui non c’è da stupirsi.

    Secondo me non accetta L incarico. Dovrebbe rinunziare alla professione stante L incompatibilità e non gli conviene.

    Vorrei tanto sapere chi è il vero sponsor di Caleca, anche se ho qualche vago sospetto in qualcuno di Forza Italia……

    Sempre i soliti nomi.

    ma cosa dice mai????? il grande giurista! che intende lasciare il suo studio professionale per immolarsi per il trionfo della giustizia amministrativa. mi dispiace ma non sono d’accordo. Ce ne fossero 500 come lui nel mondo. Sarebbe un mondo da favola, e 500 di crocetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.