Mafia, intestazione fittizia | Condannati due palermitani - Live Sicilia

Mafia, intestazione fittizia | Condannati due palermitani

Condannato a sei anni Salvatore Lo Cricchio e a quattro anni e mezzo Paolo Faraone per intestazione fittizia aggravata dall'aver agevolato la mafia. Dichiarato invece prescritto il reato di intestazione fittizia semplice per il figlio di Lo Cricchio, Pietro.

La sentenza di primo grado
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – La terza sezione del Tribunale di Palermo ha condannato a sei anni Salvatore Lo Cricchio e a quattro anni e mezzo Paolo Faraone per intestazione fittizia aggravata dall’aver agevolato la mafia. E’ stato dichiarato invece prescritto il reato di intestazione fittizia semplice per il figlio di Lo Cricchio, Pietro. Lo Cricchio junior e Faraone erano accusati di essersi intestati beni che in realtà sarebbero appartenuti a Lo Cricchio padre, considerato vicino a Nicola Di Trapani, reggente del mandamento di Resuttana dopo la morte del padre, Francesco Di Trapani. Salvatore Lo Cricchio è già stato condannato per associazione mafiosa, e la sentenza è definitiva. Lo Cricchio senior e Faraone si sarebbero fittiziamente intestati un ristorante e un negozio di abbigliamento a Terni che in realtà appartenevano alle cosche palermitane.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.