"Maltrattamenti in asilo privato"| Tre maestre sotto accusa - Live Sicilia

“Maltrattamenti in asilo privato”| Tre maestre sotto accusa

Il proprietario dell'istituto Petrarca ha presentato un esposto. A breve l'incidente probatorio.

PALERMO
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Urla, rimproveri, parole pesantissime. E poi il violento rumore di una sedia, scaraventata per terra. E’ un file audio che non lascerebbe dubbi quello in possesso dei genitori di un bambino di 5 anni che avrebbe subito presunti maltrattamenti a scuola. Il registratore era nascosto nello zaino: l’epilogo di una serie di ansie e sospetti che madre e padre avrebbero già nutrito da tempo.

Quando lo hanno ascoltato non ci hanno pensato un attimo e si sono rivolti al proprietario dell’istituto Petrarca di via Giusti, Luciano Anello, che l’anno scorso, a febbraio, ha presentato un esposto e licenziato la maestra. “Ti spacco la faccia, lasciatelo da solo”, avrebbe urlato la donna al piccolo in lacrime e ai compagni di classe.

Un’insegnante che da diversi anni presta servizio nella scuola privata che si trova nella zona residenziale della città e che adesso è indagata insieme a due colleghe che si sono dimesse a distanza di pochi giorni dalla vicenda. “Il titolare dell’istituto si subito mosso per tutelare i bambini e la scuola stessa – spiega l’avvocato di Anello, Enrico Sanseverino – e abbiamo immediatamente chiesto il sequestro del file audio. A breve si terrà un incidente probatorio, si tratterà di un’udienza molto delicata”.

Dopo la denuncia da parte della famiglia del bambino di cinque anni, altri genitori hanno manifestato dubbi sul trattamento riservato ai propri figli dalla maestra e sono partite le indagini della squadra mobile. Gli investigatori hanno raccolto le varie testimonianze e accertato il clima di tensione che si respirava in classe.

A settembre, a finire nell’occhio del ciclone era stata una scuola di Partinico. I finanzieri arrestarono tre maestre di una elementare accusate di maltrattamenti. Ad incastrarle furono alcuni video delle telecamere piazzate in classe dagli investigatori.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    I miei figli hanno frequentato l’Istituto Petrarca e devo dire grazie alle insegnanti ed al titolare Luciano che hanno cresciuto i miei bambini come dentro una famiglia, donando loro affetto e dedizione.

    Il problema cara Giulia è che c’è un’intercettazione ,quindi non si parla di fantasie,ma di fatti.Ammesso e non concesso che il titolare non ne fosse a conoscenza,tutto ciò sarebbe ancor più grave perché se io assumo una badante per vigilare su un mio caro,o una maestra ,io ne sono responsabile in prima persona,o no!!!!I genitori affidano a me struttura e a me responsabile i loro figli,quindi io ne sono responsabile in toto,dissento totalmente dal suo commento,il fatto che i suoi figli si sono trovati bene al Petrarca non vuol dire assolutamente niente.Bisogna vigilare costantemente,soprattutto sui bambini e sugli anziani quando sono affidati ai nostri sottoposti,sennò diventa troppo comodo,dopo il fattaccio dire non ne sapevo nulla!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.