Risorgono i rossoazzurri | Varese-Catania 0-3 - Live Sicilia

Risorgono i rossoazzurri | Varese-Catania 0-3

Gli uomini di Marcolin espugnano Varese centrando la prima vittoria esterna della stagione. A segno il tridente Maniero, Castro, Calaiò. Espulso Odjer ad inizio ripresa.

Serie B/Trentaquattresima giornata
di
13 Commenti Condividi

CATANIA. Il Catania sfata finalmente il tabù esterno tornando al successo fuori casa dopo ben undici mesi. I rossoazzurri battono il Varese a domicilio grazie ad una condotta di gara accorta e finalmente propositiva in fase offensiva. Non ha pesato più di tanto la forzata assenza dello squalificato Rosina perché Castro ha preso per mano la sua squadra, propiziando il primo gol e mettendo il suo sigillo sul raddoppio. Dopo una fase iniziale con le due squadre un po’ contratte, forse a causa dell’importanza della posta in palio, il Catania ha sbloccato il punteggio sul finire del primo tempo con Maniero, lestissimo a spedire in rete sul perfetto assist di Castro che aveva deviato di testa il cross di Sciaudone. Il Catania stavolta non si è tirato indietro e, dopo appena cinque minuti, ha raddoppiato con Castro lesto a spedire in rete un bel passaggio di Maniero impreziosito dalla determinante finta di Calaiò.

Nella ripresa, i rossoazzurri sono rimasti subito in inferiorità numerica per il doppio giallo comminato al troppo esuberante Odjer ma Marcolin ha indovinato subito la sostituzione, inserendo Escalante che ha irrobustito il centrocampo spegnendo le residue velleità varesine. È stato poi Calaiò ad apporre un bellissimo sigillo sulla prima vittoria esterna della stagione con un gran tiro all’incrocio dei pali che rilancia definitivamente le speranze salvezza del Catania. In classifica, gli etnei sono sempre terzultimi ma ormai sulla scia di almeno cinque-sei squadre. E tra otto giorni al “Massimino” andrà in scena il derby-verità col Trapani.

LA CRONACA

Primo Tempo (0-2)

27 prima palla-gol per il Catania ma Castro manda a lato di poco sull’uscita del portiere;

36 lungo cross di Del Prete col pallone che si perde alto;

39 Catania in vantaggio: cross da destra di Sciaudone, colpo di testa di Castro e tapin vincente, da due passi, di Maniero. 0-1!

40 tiro di Zecchin fuori di poco;

42 Maniero, di testa, si mangia il comodo raddoppio!

43 nel Varese, Forti prende il posto dell’infortunato Kurtisi;

44 raddoppio del Catania: cross di Maniero, finta di Calaio’ e Castro spedisce in fondo al sacco. 0-2!

47 Terracciano blocca a terra un cross radente;

Il primo tempo si chiude col Catania in doppio vantaggio.

Secondo Tempo (0-3)

2 Perucchini anticipa Maniero sul cross radente di Calaio’;

7 espulso Odjer per doppia ammonizione: Catania in 10 uomini!

9 nel Varese, Falcone sostituisce Barberis;

11 nel Catania, Escalante subentra a Castro;

13 tiro dalla distanza di Falcone, deviato in angolo da un difensore rossazzurro;

18 terzo gol del Catania: Sciaudone appoggia a Calaio’ che, dal limite dell’area, lascia partire un gran tiro che s’infila all’incrocio dai pali: 0-3!

20 Terracciano blocca a terra il tiro di Capezzi;

33 nel Varese, Cristiano prende il posto di Zecchin;

36 Del Prete anticipa Cristiano mandando il pallone in angolo;

39 nel Catania, Maniero lascia il posto a Jankovic;

43 nel Catania, Belmonte (al rientro dopo l’infortunio) sostituisce Del Prete;

44 tiro di poco alto di Capezzi;

Vince nettamente il Catania: 0-3!

TABELLINO:

VARESE – CATANIA 0 – 3

Note: serata freddina a Varese con un fastidioso vento che spesso allunga le traiettorie del pallone. Tifoseria di casa in aperta contestazione; sugli spalti un gruppetto di sostenitori rossazzurri. Il Varese indossa la classica tenuta rossa mentre il Catania veste la divisa da trasferta gialla.

FORMAZIONI

VARESE (4-2-3-1) : Perucchini, Fiamozzi, Borghese, Rossi, Luoni, Barberis (dal 9 s.t. Falcone), Capezzi, Zecchin (k) ( dal 33 s.t. Cristiano), Osuji, Culina, Kurtisi (dal 43 p.t. Forti). A disposizione: Birighitti, De Vito, Blasi, Capello, Simic, Jakimovsky. Allenatore: Stefano Bettinelli.

CATANIA (4-3-1-2) : Terracciano, Del Prete (dal 43 s.t. Belmonte), Ceccarelli, Schiavi, Mazzotta, Rinaudo, Sciaudone, Odjer, Castro (dall’11 s.t. Escalante), Calaio’ (k), Maniero (dal 39 s.t. Jankovic). A disposizione: Ficara, Capuano, Parisi, Piermarteri, Barisic, Rossetti. Allenatore: Dario Marcolin.

Arbitro: Gianluca Manganiello di Pinerolo. Collaboratori di linea: Alfredo Zivelli (Torre Annunziata) e Marco Bolano (Livorno). IV uomo: Filippo Merchiori (Ferrara). Osservatore Arbitrale: Organo Tecnico.

Reti: 39 p.t. Maniero (C); 44 p.t. Castro (C); 18 s.t. Calaio’ (C);

Ammoniti: Rinaudo (C); Odjer (C); Fiamozzi (V);

Espulsi: Odjer (C) al 7 s.t.

La Diretta di Anthony Distefano:

SECONDO TEMPO

45’+2′. Finisce qui: seconda vittoria consecutiva per i rossoazzurri che colgono al contempo la prima vittoria esterna in stagione.

45′. Ci saranno due minuti di extratime.

44′. Si rivede Belmonte che prende il posto di Del Prete.

39′. Sostituzione anche tra i rossoazzurri: Maniero lascia spazio a Jankovic.

33′. Altro cambio tra le fila dei padroni di casa: fuori Zecchin e dentro Cristiano

29′. Ammonizione per Fiammozzi.

19′. GOL CATANIA. Perla di Calaiò che riceve da Sciaudone e d’esterno sinistro infila per uno 0-3 micidiale!

10′. La risposta di Marcolin che tira fuori Castro ed inserisce Escalante.

9′. Ed ora Bettinelli ci prova: mette dentro Falcone al posto di Barberis per rafforzare il reparto avanzato.

7′. CATANIA IN 10. Follia Odjer che già ammonito rifila un pestone fuori tempo a Zecchin. Doppio giallo ed espulsione.

1′. Si ricomincia: pallone battuto dai rossoazzurri.

PRIMO TEMPO

45’+2′. Finisce qui al termine di due minuti di recupero una prima frazione di gara tutt’altro che bella ma che vede i rossoazzurri avanti di due marcature.

45′. RADDOPPIO CATANIA. Forcing in avanti dei rossoazzurri: Calaiò lascia sfilare e sulla sfera si porta Castro che non fallisce. 0-2!

43′. Si fa male Kurtisi tra i padroni di casa: al suo posto entra Forte.

39′. GOL. Catania in vantaggio! Cross di Sciaudone, testa di Castro e zampata sottoporta di Maniero: 0-1!

37′. Giallo anche per Odjer.

32′. Cartellino giallo per Rinaudo.

27′. OCCASIONE CATANIA. Bella triangolazione Maniero-Calaiò-Castro con quest’ultimo che s’invola verso la porta ma spedisce sull’esterno della rete.

20′. I rossoazzurri provano a guadagnare metri e campo: ma ancora nessun pericolo verso la porta difesa da Perucchini.

13′. Taglio dalla destra di Del Prete che mette in mezzo un pallone sul quale sono, però, tutti in ritardo.

10′. Partita che viaggia a ritmi lenti: finora nessuna occasione degna di nota.

2′. Conclusione da posizione ragguardevole di Castro: pallone velleitario che si perde sul fondo.

1′. Partiti. Primo pallone battuto dai padroni di casa.

Serve vincere. Senza troppi giri di parole, i rossoazzurri di mister Marcolin hanno questa sera la possibilità di sfatare finalmente un tabù trasferta che in questa stagione ha visto gli etnei non riuscire a centrare alcuna vittoria lontano dal Massimino. Catania in avanti con Castro-Maniero-Calaiò.

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

VARESE (4-5-1): Perucchini, Fiamozzi, Borghese, Rossi, Luoni, Culina, Barberis, Osuji, Capezzi, Zecchin, Kurtisi. All.: Bettinelli.

CATANIA (4-3-1-2): Terracciano, Del Prete, Ceccarelli, Schiavi, Mazzotta, Sciaudone, Rinaudo, Odjer, Castro, Maniero, Calaiò. All.: Marcolin.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

13 Commenti Condividi

Commenti

    Forza ragazzi il vostro obiettivo è asfaltare il Varese, primo per i tre punti e poi per non fare godere i palermitani.

    6 punti in 2 partite e sono ancora il lega-pro.ahahahahahahahahahahahah

    UAUUUUUU a giugno sarà scudetto liotru!!!!! adesso iniziate……play off…..Eurobba lighee….ciempions lighee……. coppa intercontinentale……piccolo Barcellona!!!

    Un ottimo brodino caldo. Scalda il corpo e rincuora l’animo. E adesso non molliamo

    Tutto calcolato,ora il Catania e’ diventato improvvisamente forte,vedrete che sabato il trapani che ha vinto contro il Livorno,perdera’ contro gli scarsissimi,

    gemellati cugini catanesi,tutto c a l c o l a to……

    Povero illuso. Hanno vinto pure le altre. Siete sempre lì. Retrocederete comunque, all’ultima giornata. Soffrirete fino all’ultimo e sarà inutile, rassegnatevi. Anche la juve, uscirà col Monaco ai quarti. Per te non è periodo, meglio ca ci levi manu.

    evviva u Gadania ha superato i meusari in classifica 38 contro 35

    Al di là delle polemiche per le scommesse sportive sospese su Varese-Catania (troppe scommesse sul 2) , il paese etneo, ieri, ha racimolato tre punti (se poi vi sono sospetti sulla partita se ne trarranno le dovute conseguenze in futuro) ma è sempre e comunque in zona retrocessione diretta, questo è l’importante per noi. Lo dico sempre io, a due giornate dalla fine, a Brescia per la precisione, il Catania perderà e retrocederà matematicamente e direttamente. Fateli illudere ancora per un po’, fateli sperare di raggiungere ancora i play off e di essere promossi (vedrete che se vincono con il Trapani cominceranno a dire “stiamo arrivando…”, parleranno di derby con il Palermo, di serie A e di scudetto). Sono fuori dalla realtà. Io non credo che il Trapani regalerà la partita ai cugini etnei poiché è a sole 3 lunghezze dalla zona “calda”, pertanto giocherà la partita con onestà e per vincerla. Il Catania può solo sperare in nuovi punti di penalizzazione di altre squadre o di restare a galla all’ultimo minuto per il fallimento di qualche società (anche loro rischiano di fallire però, speriamo…). Sono già zombies che camminano, sono in lega pro e non lo sanno. Ho studiato bene il calendario degli etnei. E’ il più difficile. A meno che non diventi un piccolo Barcellona (loro si sono già convinti di esserlo con 6 punti in due partite, nientepopodimenoche con l’Avellino, in casa, e fuori casa a Varese, la pirma vittoria esterna!!!!!Evviva!!!) difficilmente raggiungeranno perfino i play out. Sono troppo scarsi e non possono trasformare che so, una vecchia 500 in una ferrari o una fetta di carne di topo in una fetta di carne di cavallo, o ancora, che so, Ninuzzu in un tifoso rosa nero. L’impossibile non si può fare e loro sprofonderanno presto. Anche a loro piacerebbe l’idea della coreografia-salvezza con i cartellini con le B racimolati e riciclati di qualche tempo fa. Ma ho capito che non lo faranno mai perché se no sai che vergogna davanti al capoluogo che riderebbe in eterno di loro. Faranno qualche coreografia insulsa con trombette, bandierine, e bombette pop pop. Sono così, non possono farci nulla. Sarà la sciarpa porta fortuna di Sinisa ma questo Catania è diventato in un batter d’occhio davvero uno squadrone! Speriamo di non incontrarlo nelle prossime partite se no il derby non avrebbe storia. Perfino la juve trema e il Barcellona sta prendendo le contromisure (vogliono calcolare per il prossimo anno l’arrivo al primo o al secondo posto nel girone di ciempion ligghi per evitare il Catania o quantomeno rimandare la sfida il più tardi possibile).

    iè tonnato i piccolo baccìellona

    sei un bravissimo siciliano,complimenti

    Iaffio, cu parrò m’arricriò! Che coraggio hai a scrivere! te le sei scordate tutte le tue contumelie? Arritirati, và

    @alfio. Si è adeguato al vostro (forse non al tuo) modo di fare…purtroppo!!

    Che impresa, non dimenticate che avete vinto contro l’ultima in classifica…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.