"Martellate, calci e insulti omofobi"| Arrestato un ventinovenne - Live Sicilia

“Martellate, calci e insulti omofobi”| Arrestato un ventinovenne

In manette Marco Landino (nella foto a destra), pregiudicato di 29 anni. L'uomo aveva colpito a martellate un giovane 23enne fuori dal phone center di via Torino, a pochi passi dalla stazione centrale, infierendo con calci, pugni e insulti contro gli omosessuali. Il primo maggio era stato trovato, nei pressi del Politeama, con uno zaino in cui c'erano dei coltelli.

palermo, VIA TORINO
di
10 Commenti Condividi

PALERMO – Aveva colpito un giovane di 23 anni con un martello, facendolo finire a terra e continuando ad infierire contro di lui sferrando calci e pugni. L’aggressione si era verificata il 30 aprile in via Torino, in un internet point a pochi metri dalla stazione centrale, dove sia la vittima che Marco Landino, 29 anni, si recavano frequentemente. I due però non si conoscevano, non si erano mai rivolti la parola pur essendosi visti più volte. Il 29enne è finito in manette: i poliziotti hanno eseguito l’arresto emesso dal gip del Tribunale di Palermo, Marina Petruzzella.

Il primo maggio scorso, d’altronde, Landino – che in Germania ha dei precedenti per violenza sessuale – era stato fermato nella zona del Politeama con uno zaino che conteneva dei coltelli. Le indagini per rintracciarlo erano partite dai suoi profili Facebook: quelli che sotto falso nome colleziona sul noto social network, in cui non mancano frasi ambigue e numerosissime foto proprie, scattate all’interno degli internet point.

Landino, che risulta essere senza fissa dimora, è accusato di lesioni personali aggravate: quel giorno avrebbe colpito la sua giovane vittima dopo avere intravisto che stava navigando su un sito dai contenuti omosessuali. E, mentre sferrava calci e pugni, lo avrebbe insultato più volte pronunciando frasi omofobe. “Gay, esci subito da quella pagina che stavi guardando su internet”, avrebbe detto prima di colpire il ragazzo, che lavora in un pub del centro storico della città.

Poi la violenza, le urla degli altri clienti dell’attività commerciale e la fuga: quando è arrivata la polizia, infatti, il ventinovenne se l’era data a gambe levate per le strade circostanti. Poco prima, ad intervenire in difesa del giovane aggredito, erano stati alcuni passanti, che hanno in questo modo evitato il peggio. Il ragazzo finì in ospedale con una grossa ferita alla nuca: sette i giorni di prognosi, oltre a quattro punti di sutura e tanta paura.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    “finì” ma basta col passato remoto!!!! è desueto!!!

    cioè…una vicenda schifosa, degna di un paese che partecipa alla gara del più incivile e tu punti il dito contro un verbo (tra l’altro perfettamente utilizzato tutt’oggi) e non su quello che è successo? schifo…………………………………………….

    …carne fresca per l’Ucciardone ..chissa la gioia dei detenuti

    Invece desueto lo si utilizza moltissimo nel linguaggio odierno? Du poviru cristianu ( forse musulmano)ca testa rutta e viri unni si iu applicari !!!

    praticamente una cosa inutile!!!!!!

    Questo delinquente, cresciuto nella curva nord, andrebbe buttato in galera per sempre…
    Essendo senza fissa dimora si lava allo stadio delle palme, creando anche lì un sacco di problemi!
    Mi fa venire in mente i cani morsicatori che vanno sterilizzati per ridurne l’aggressività!

    Praticamente uno scimpanzé. D’altronde da quando il circo è andato via lui girovagava per la stazione. Quanta ingnoranza!

    Anni fa forse frequentava il Centro Sociale Ex Carcere ?

    forse ricordo!

    “Gay, esci subito da quella pagina che stavi guardando su internet” immagino che si sia rivolto proprio cosi a quella povera vittima…….. purtroppo andrà in galera a spese nostre…… così non va bene altre “soluzioni” sarebbero più idonee….

    È’ skizofrenico ha bisogno d’aiuto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *