Mascali, rubavano i catalizzatori dalle auto: tre arresti - Live Sicilia

Mascali, rubavano i catalizzatori dalle auto: tre arresti

Si tratta di tre catanesi, di cui due padre e figlio. Sono accusati di furto aggravato
ARRESTI DEI CARABINIERI
di
0 Commenti Condividi

I Carabinieri della Stazione di Riposto, supportati dai colleghi della Sezione Radiomobile della Compagnia di Giarre, hanno arrestato nella flagranza di reato tre catanesi, padre e figlio rispettivamente di 56 e 35 anni e un 32enne, in quanto sarebbero ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso.

Nel corso della notte è pervenuta la segnalazione all’operatore del da parte di un cittadino in ordine alla presenza sospetta di alcune persone che si aggiravano intorno a veicoli parcheggiati in località Nunziata del Comune di Mascali. In particolare, l’uomo ha udito da casa un forte rumore di taglio meccanico proveniente dalla strada e vi si è precipitato per verificare la sua auto parcheggiata, notando allontanarsi in gran fretta una Fiat Punto e costatando poi l’ammanco del catalizzatore dal proprio veicolo.

I militari hanno intercettato proprio in quella zona una Fiat Punto con a bordo tre uomini che non hanno saputo fornire giustificazioni “convincenti” circa la loro presenza in quei luoghi.

A seguito di una accurata perquisizione del veicolo, gli operanti hanno rinvenuto nove catalizzatori di autovetture le cui estremità tubolari presentavano tagli netti, un elettroutensile a batteria con lama inserita, 5 batterie marca Stanley ed altri arnesi idonei allo scasso.

I tre presunti autori del reato, all’esito del giudizio direttissimo, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari dalla competente Autorità Giudiziaria.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.