Mercato Palermo: decide Vazquez | No del Mudo alla Cina, c'è il Milan - Live Sicilia

Mercato Palermo: decide Vazquez | No del Mudo alla Cina, c’è il Milan

Il futuro dell'argentino condiziona le trattative dei rosanero: continuano ad arrivare offerte, ipotesi Suning già respinta.

calcio - serie a
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Dipende tutto da Vazquez. Il mercato del Palermo dipende dal destino del pezzo d’argenteria più pregiato a disposizione dei rosanero. Ciò che fino a qualche mese fa sembrava però una formalità, con il trequartista italo-argentino seguitissimo sia in Italia che all’Estero, si avvia ad assumere i contorni di una telenovela estiva che costringerà il club di viale del Fante all’immobilismo in merito alle trattative spazientendo una tifoseria come quella rosanero che dopo una stagione sofferta, come l’ultima mandata in archivio, desidera segnali positivi dalla società sin dalla costruzione della squadra del prossimo anno.

Lo snodo centrale resta dunque la cessione del Mudo. Per il talento di Villa Carlos Paz i sondaggi, le chiamate e anche le offerte concrete non sono certo mancate, anzi il telefono del patron Zamparini non ha mai smesso di squillare. Dall’altro capo dell’apparecchio però sono arrivati solo ‘no’ decisi a tutte quelle proposte che si discostano dal prezzo stabilito dall’imprenditore friulano per il suo calciatore (25 milioni di euro). L’offerta giusta, capace di avvicinarsi a quella cifra, sarebbe anche giunta all’orecchio del presidente rosanero da parte del club cinese del Jiangsu Suning, società in mano alla cordata che ha acquistato recentemente l’Inter. Gli asiatici avrebbero dunque offerto al Palermo 21 milioni di euro per Vazquez, e ben 10 milioni all’anno al giocatore, per giocare fino al 2017 nel campionato cinese, nell’ottica di portare talenti emergenti nel torneo, con la promessa di una cessione successivamente all’Inter.

La trattativa, sicuramente ghiotta per i rosanero, si è però interrotta prima ancora d’essere approfondita per il rifiuto del Mudo di giocare in un campionato non competitivo come quello italiano che gli precluderebbe le chance di mettersi in luce agli occhi del prossimo ct della nazionale italiana Giampiero Ventura per le convocazioni ai mondiali di Russia 2018. Accantonati i cinesi quindi da parte del giocatore è toccato allo stesso Zamparini rifiutare un’offerta per Vazquez, giunta stavolta dall’Inghilterra (paese in cui l’italo-argentino ha diversi estimatori). Il West Bromwich Albion, squadra che si era già affacciata al giocatore con un’offerta iniziale di 12 milioni, ha rilanciato con 15 milioni ricevendo appunto un netto rifiuto dai siciliani.

Resta dunque la pista italiana, quella maggiormente gradita dal calciatore. Qui i nomi in ballo sono sempre gli stessi come Napoli, Roma e Fiorentina anche se negli ultimi giorni ha ripreso quota l’ipotesi Milan. I rossoneri non hanno mai realmente mollato il calciatore ed i buoni rapporti fra Zamparini ed il presidente Berlusconi, che al momento non può seguire da vicino la trattativa per noti motivi di salute, potrebbero portare ad una felice conclusione dell’affare con l’inserimento magari di qualche contropartita gradita al Palermo. Ciò che è certo è che il numero uno rosanero ha dato mandato a Rino Foschi di stringere entro il 30 giugno, superata quella data il mercato del Palermo rimarrà allo stallo se non si risolverà la grana Vazquez.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published.