Miccichè-show all'Ars: Schifani sia presidente, non capo corrente - Live Sicilia

Miccichè-show all’Ars: Schifani sia presidente, non capo corrente

Le parole del coordinatore forzista nel dibattito a Sala d'Ercole
IL DIBATTITO IN AULA
di
1 Commenti Condividi

PALERMO – “Non ho niente contro questo governo. Pensate, e mi viene da ridere, che io starò all’opposizione: no. Sto in maggioranza. Forza Italia può stare fuori dalla maggioranza con un presidente di Fi?”. Gianfranco Miccichè show a Sala d’Ercole. nel giorno in cui il governatore Renato Schifani presenta le sue dichiarazioni programmatiche al Parlamento siciliano, il coordinatore forzista in Sicilia parla da separato in casa e alterna parole dolci (poche) ad autentiche stoccate al presidente della Regione.

“Presidente Schifani ragioni con la sua testa, che funziona molto bene – dice -. Come posso accettare che abbia deciso di restringere la maggioranza subito dopo essere stato eletto facendosi capo corrente di un partito? Faccia il presidente della Regione, faccia il padre nobile. Non vogliamo nulla, solo il bene della Sicilia: non faremo sconti”.

Dopo avere annunciato l’intenzione di Tommaso Calderone di optare per il seggio a Palazzo dei Normanni, cosa che rinsalda la truppa miccicheiana a Sala d’Ercole, l’ex presidente dell’Ars aggiunge rivolgendosi ancora a Schifani: “Lei è qua perché il popolo siciliano voleva il cambiamento dopo i 5 anni terribili di Musumeci. Ma chi glielo fa fare di presentarsi in continuità con Musumeci? Lei ha fatto degli errori, gli assessori del governo Musumeci non dovevano entrare nel suo governo, era proprio quello che il popolo siciliano ci ha detto di evitare. Il popolo si aspettava un presidente che avesse una visione diversa da Musumeci”.

E ancora: “Qual è la visione di questo governo?”, si chiede Miccichè. “Il popolo si aspettava un presidente che avesse una visione diversa da quella di Musumeci – ancora il coordinatore FI in Sicilia -. Sono felice che lei abbia parlato di industria cinematrografica: ma qual è la visione? Fotovoltaico sì o no? Eolico sì o no? Qual è la sua visione presidente? Bene il suo discorso sul non fare demagogia nei confronti della sanità privata ma anche qui, qual è la sua visione?”. Poi, parlando del ddl di variazioni del bilancio, all’esame delle commissioni, Miccichè ha contestato la norma che assegna 20 milioni ai Comuni: “E’ come regalare un giocattolino a un ragazzo che compie 18 anni. E’ questa la visione del governo sulle difficoltà dei Comuni ad affrontare la crisi energetica?”. Su un punto Miccichè ha apprezzato la “visione” di Schifani: “Sono felice che abbia affermato la sovranità del Parlamento siciliano, e so che per sua storia lei sarà molto rispettoso dell’Assemblea, al contrario di Musumeci”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Forse stava meglio a roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *