Miccoli riaccende la speranza:|"Voglio restare a Palermo" - Live Sicilia

Miccoli riaccende la speranza:|”Voglio restare a Palermo”

IL MERCATO ROSANERO
di
20 Commenti Condividi

“Il mio obiettivo è quello di restare al Palermo. A breve incontrerò Zamparini, la decisione sul mio futuro sarà presa di comune accordo”. Messaggio firmato Fabrizio Miccoli che apre la porta a una sua permanenza nel club di viale del Fante. E adesso? La partita al tavolo “rosanero” prende un’altra piega, soprattutto dopo le affermazioni di Zamparini che qualche giorno fa aveva invece detto: “Miccoli vuole lasciare il Palermo”. Insomma si accende un piccolo giallo dove al momento è difficile capire chi dica e dove sta la verità. Le versioni sono contrastanti, potrebbe essere il classico scenario in cui le parti cercano di scaricare le responabilità del divorzio per uscirne meglio agli occhi dei tifosi o un cambiamento di idea del capitano maturato negli ultimi giorni per le dimostrazioni di affetto della tifoseria. Tifosi che considerano il Romario del Salento un totem e che venerdì scorso avevano esposto uno striscione al Barbera che recitava così: “Miccoli resta con noi”.

Quella che si apre sarà una settimana di mercato importante per i rosanero, anche perché nel summit che Zamparini avrà con Perinetti (in programma martedì) si parlerà soprattutto di questa delicata questione. Passiamo poi a Balzaretti, altro senatore che potrebbe lasciare. È ormai risaputo che c’è la Lazio tra le pretendenti alle prestazioni dell’esterno sinistro dalla folta chioma bionda. Un giorno è più vicino, un altro più lontano. Il club biancoceleste, nonostante le smentite di Zamparini, insiste e pare sia a buon punto. Pure qui però ci sono avversari temibili come il Milan, il Psg e, pare, anche la Roma. La Lazio ha fatto la sua offerta a Balzaretti: 1.7 milioni di euro di base per cinque anni, nei prossimi giorni Lotito e i suoi collaboratori si attendono una risposta dal giocatore, che però avrebbe detto a Zamparini di voler comunque restare con un ritocco dell’ingaggio. In evoluzione anche la situazione di Migliaccio. Il centrocampista campano quasi sicuramente lascerà i rosanero. Il suo ciclo rosanero sembra essere ormai terminato. Migliaccio non avrebbe gradito i continui cambi di allenatore e direttori sportivi, cambiamenti che hanno fatto storcere il naso al calciatore campano che vorrebbe tornare a Bergamo, all’Atalanta. Capitolo Silvestre, il suo agente a LiveSicilia qualche giorno fa aveva detto che doveva parlare con il Palermo, bene, l’incontro dovrebbe svolgersi questa settimana. Silvestre è inserito nella lista degli acquisti dell’Inter e del Milan. Il club di Moratti ha dalla sua parte la carta della metà nerazzurra del cartellino di Viviano come contropartita. Il Milan vorrebbe prelevare il centrale argentino in prestito con diritto di riscatto a fine stagione, formula che però non è gradita da Zamparini, consapevole che il club di via Turati potrebbe poi far tornare il calciatore alla base qualora non rendesse come nelle previsioni, insomma un po’ come per Maxi Lopez. Resterà invece Ilicic, come ha dichiarato lo stesso agente del trequartista. Per Viviano si attende la chiamata dell’Inter, intanto il portiere dichiara così: “Ogni anno sono stato in comproprietà fra due squadre – ha detto l’estremo difensore – ormai ci sono abituato, anche se a 26 anni mi piacerebbe essere tutto di un club. Ora vedremo quali saranno i programmi dell’Inter, perché i nerazzurri hanno il diritto di riscatto”.

Capitolo mercato in entrata. I rosanero stanno per chiudere per Arevalo Rios. Cattani sta per recarsi in Sud America per limare i dettagli della trattativa, impostata e ormai lanciata verso la fumata bianca. Rios ha già accettato la destinazione. “No” secco del catanese Lodi al Palermo: “Se ne hanno parlato i giornali, magari qualcosa di vero ci sarà, ma con me nessuno ha parlato e non nascondo che, dopo questi due anni al Catania, avrei qualche difficoltà a passare dall’altra parte della Sicilia. Il mio momento più bello al Catania? Il gol al Palermo. Una punizione da lontano che infiammò il Massimino. Mi viene la pelle d’oca a pensarci”. Affermazioni chiare che certamente non lo avvicinano ai rosa. Ma il Palermo è sempre più interessato a Bradley del Chievo Verona. Difficile trattare con Sartori, ma i rosanero metterebbero sul piatto della bilancia, il centrocampista sloveno Kurtic che è molto gradito da Di Carlo che ha prolungato il suo legame con i veronesi per un’altra stagione. Palermo vicino anche al difensore Rossettini del Siena, si torna a parlare anche di Toloi e resta in piedi anche l’ipotesi Insigne, il suo agente a LiveSicilia conferma: “Palermo per il mio assistito rappresenterebbe un salto di qualità, come si fa a dire no ai rosanero? Però decidono tutto le società, Insigne comunque gradirebbe l’ipotesi Palermo”. Sembra invece una boutade la strada che porta ai senesi Calaiò e Brienza nonostante siano dei fedelissimi del futuro tecnico rosanero Sannino.

Il mercato rosanero.

Chi parte: Tzorvas, Silvestre, Aguirregaray, Alvarez, Varela, Migliaccio, Mehmeti, Budan.

Incerti: Miccoli, Viviano, Munoz, Acquah, Bertolo, Della Rocca, Zahavi, Balzaretti, Mantovani, Milanovic, Bacinovic.

Chi resta: Pisano, Labrin, Barreto, Donati, Ilicic, Vazquez, Hernandez.

Chi arriva: Viola, Dybala, Sosa.

Obiettivi: Rossettini, Toloi, Bradley, Insigne, Struna, Rios.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

20 Commenti Condividi

Commenti

    Se Zamparini desidesse di vendere Migliaccio e Balzaretti non dovrebbe darli a diretti concorrenti come Lazio o Atalanta. A meno che non pensi di ripetere il campionato di quest’anno.

    Insigne non credo sia da prendere in considerazione perchè il rgazzo vuole restare logicamente col grande Zeman e alla fine il Napoli lo lascerà un altro anno a Pescara. Stesso dicasi per Verratti che nonostante i gobbi lo richiedano non vorrebbe lasciare il suo Maestro.

    Evidentemente ognuno tiene famiglia e il servilismo di qualche giornalisti nei confronti di Zamparino… è illimitato. Perché in questo caso Gullà fa finta di non sapere che questa strategia da mercante di basso profilo Zamparino l’ha attuata con tutti i beniamini del pubblico, allenatori e calciatori. Se lo fa pure con Miccoli (che peraltro l’ha salvato da una perdita certa di 100 mln tra mancati introiti causa serie B e svalutazione; bella riconoscenza, che uomo! solo i sudditi palermitani possono apprezzarlo) Zamparino stavolta subirà la vera contestazione e si ritroverà allo stadio solo con servi, sudditi, cortigiani. Spero che in quel caso i media rinegozino i contratti, e pure gli sponsor e inserzionisti, e che per deficit economico se ne torni in serie B, a Venezia. Non se ne può più del ridicolo, poco dignitoso, servilismo di certi palermitani.

    Gigi, non se ne può più semmai dei finti tifosi come te che hanno il complesso di inferiorità verso Zamparini e attassano la squadra. Dedicati ad altro che per fortuna a gufare siete in pochi.

    Ancora questo gufo con la storia dei sudditi? Ma a vo finiri! Rassegnati, quelli che sono pochi sono i gufi come te, i tifosi rosanero non abbandoneranno mai la squadra.

    Sto Gigi non si regge più, adesso se la piglia pure col giornalista di Livesicilia perchè non sputa veleno su Zamparini come piacerebbe a lui. Questo è uno di quelli che più che per la squadra è interessato a tifare contro il suo Presidente. Che tipi che ci sono in giro, poi magari va cuntannu che è tifoso del Palermo.

    Caro GIGi, vedo che il tema dominante dei tuoi commenti è sempre quello, se non attacchi Zamparini come fai costantemente tu sei suddito, servo, cortigiano ecc. Per esserre spiriti liberi come te bisogna andare allo stadio a dire che quel giocatore è un bidone e l’altro è uno scarparo, per non parlare di Zamparini che costiutisce per te un evidente motivo di malessere interiore. Peccato che a Palermo non tutti la pensano come te e non per questo sono sudditi di Zamparini o chiunque altro come tu cerchi sempre a farli passare.

    Non è per niente che è stata terra di conquista, da colonizzare… ed i segni sono rimasti… genetica… DNA…

    AH! se perlomeno, fossero rimasti i normanni di Hauteville la Guichard*,
    che hanno lasciato pregevoli monumenti, ma TRACCE nel DNA solo in pochi siciliani.

    * solo per loro provo nostalgia.

    Ancora mi sembra un’assurdità che tifosi del palermo nella città di Palermo si schierano pro o contro Zamparini.Il palermo è Zamparini e Zamparini è il palermo,piaccia o non piaccia.E non lo dico io, perchè potrei avere anche enteresse da difendere,ma sono i risultati che parlano.E’ matematica 2 più 2 fa 4 ,cioè giocatori in nazionale,coppa uefa, posizione di classifica sempre a sinistra e bilanci in perfetto ordine.Certo questo campionato è stato pessimo.Ma non possiamo buttare l’acqua sporca col bambino.

    Prince, che malafede la tua!
    Lascia ad altri questi metodi, tu che sei una persona intelligente ( anche se un po’ suddito 😀 ).
    Io commento SOLO l’attualità, e in questo caso un modo DISTORTO (volutamente) di analizzare e raccontare il “caso” Miccoli da parte di Gullà che sa tanto di informazione tendenziosa al servizio di Zamparino. Invece il fatto è chiaro, ed è quello che ho descritto io. Zamparino è irriconoscente verso chi l’ha salvato dal fallimento. E anche voi sudditi siete irriconoscenti se non gli contestate questa ingiustizia, se si avvererà; intanto ha mentito perché non è vero che Miccoli vuole partire altrove.

    Miccoli deve rimanere,è il nostro simbolo

    In questo momento tutti i fans di zamparini si esprimono con parole al miele, difendono il presidente ed attaccano chi lo critica perchè credono che da un momento all’altro il mercante possa chiudere l’acquisto di giocatori importanti (utopia). Io invece leggo tutti i giorni di calciatori che vanno via, balzaretti, miccoli, migliaccio, silvestre, ecc……. e di arrivi tipo rios, rossettini, frison, bradley, rigoni e ragazzini vari. Diciamo che nel palermo calcio conoscono un solo verbo e cioè VENDERE-VENDERE-VENDERE. A proposito tra le tante telefonate che intercorrono tra zamparini e de laurentis, oltre a parlare di mercato, il mercante potrebbe farsi dare dal suo collega nozioni di programmazione visto che il napoli in tre anni ha già ottenuto piazzamenti tra i primissimi posti in campionato, qualificazioni in champions e conquista di una coppa italia.

    @ GIGI…perchè parli di malafede da parte mia? Scusa, io esprimo giudizi come tu esprimi i tuoi, perchè non mi venire a dire che ti limiti a commentare solo l’attualità, tu commenti la tua attualità quella che vedi tu come d’altronde è giusto che sia. Io rispetto il tuo punto di vista molto più di quanto tu rispetti i punti di vista degli altri, questo è sicuro. Ci chiami colonizzati perchè le sorti della squadra di calcio le regge da quasi un decennio un imprenditore settentrionale e chiami sudditi quelli che non sperano come te che se ne vada, quando sai bene che al momento, e lo dico con rammarco, non esiste un alter ego di Zamparini versione palermitana o zone limitrofe, e se ora come ora ci dovesse essere sarebbe del target di chi per tanti anni non poteva darci altro che una stentata serie B se non peggio ancora. Direi, e lo stesso punto di vista trasmetto a Toni, di aspettare quale sarà il prossimo scenario prima di insorgere con la solita campagna anti-Zamparini che fate ormai da mesi in contrapposizione della stragrande maggioranza della tifoserie rosanero, che non per questo si può considerare in blocco servile come a voi piace definirla. Sia chiaro che nessuno è contento della stagione appena conclusa, i fischi e il malcontento li abbiamo sentiti e avvertiti tutti, e molte sono le aspettative, voi però già a metà maggio avete capito quale sarà il prossimo campionato del Palermo. Se è così complimenti per le doti soprannaturali. Saluti.

    Secondo me Zamparini ha un solo torto , quello di non trattenere gli allenatori e i direttori sportivi, Infatti l’Udinese che adotta la stessa politica, l’unica che permette a queste squadre di potersi mantenere in serie A e con i bilanci non in rosso, come tutte le grandi o presunte tali, ottiene dei risultati ottimi perché mantiene l’allenatore anche se perde 5 partite di fila, E poi i tifosi di quella squadra non contestano l’operato del presidente anzi ne sono grati per dare loro una squadra competitiva nonostante le cessioni super eccellenti.

    Prince, sei capace di leggere?
    La tua è malafede perché le mie critiche non sono premeditate contro Zamparino, come vorresti far credere con malizia; io noto fatti documentati, in questo caso l’indegno comportamento nei confronti di Miccoli. Commenta questo invece di eludere, SE NE SEI CAPACE.

    La maggioranza con Zamparino? Ma se lo stadio si stava svuotando! Oltre la b
    metà non andavano più allo stadio, molti cambiavano canale durante le partite della zamparinese.

    Ogni anno la stessa manfrina, poi alla fine se il contratto non glielo fa il Palermo, Miccoli resta senza contratto.
    Un saluto a Prince, qui uno dei pochi tifosi non da tastiera ma di cuore di questo Palermo. Su moltissimi altri si può dire che gufano i colori rosella manco se fossero catanesi (che poi infatti i catanesi non gufano, al massimo ridono di cuore e di pancia).
    Eh si, il calcio in tv ha prodotto mostri del genere.

    Quando si sente che Miccoli potrebbe andar via gli AAA (Aciddazzi Attassatori Arraggiati) si lamentano di Zamparini. Quando si sente che Miccoli potrebbe restare gli AAA si lamentano di Zamparini.
    Per favore tifate Catania!!!!! intanto faccio scongiuri…

    Se la metà dei VERI TIFOSI (critici nel giusto) cambiano tifo, per tifare il Catania gli etnei incassano 67 milioni e il Palermo-zamparinese 35 milioni; risultato: il Catania va in champions il Palermo in serie B; per dire che i veri tifosi (critici nel giusto) contano più dei tifosi sudditi di Zamparino, che l’anno prossimo vedranno la serie A SOLO grazie a Miccoli, verso il quale sono irriconoscenti come il loro Zamparino che grazie a Miccoli non è fallito (nel calcio) e non ha perso 100 milioni (mancati introiti, in serie B, e svalutazione rosa e società).

    @ GIGI, ma dov’è che vedi questa mancanza di riconoscenza verso Miccoli da parte quei tifosi del Palermo che chiami sudditi, schiavi ecc.? Miccoli è un eroe a furor di popolo, il giocatore più amato dai tifosi e il più pagato dal presidente, perchè ne vuoi fare uno strumento di contrapposizione a Zamparini proprio non lo capisco. A proposito, meglio la Zamparinese, di cui hai fatto presto a dimenticare sette/otto stagioni davvero belle in serie A che quella specie di Longobarda di Oronzo Canà che i facoltosi e laboriosi presidenti nostrani tenevano perennemente in categorie infime.

    @toni
    per vendere-vendere-vendere bisogna prima comprare-comprare-comprare
    se vende-vende-vende Zamparini compra-compra-compra Zamparini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.