Morti sul lavoro, tragico bilancio| In aumento anche in Sicilia - Live Sicilia

Morti sul lavoro, tragico bilancio| In aumento anche in Sicilia

A Palermo 17 persone hanno perso la vita da gennaio a settembre. L'anno scorso erano state 13.

I DATI INAIL
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Nell’ultimo triennio sono stati 3.180 i morti sui luoghi di lavoro in Italia, con una tendenza all’aumento che ha registrato 1.018 vittime nel 2016, 1.029 nel 2017 e 1.133 nel 2018. Le ultime rilevazioni statistiche fatte dall’Inail registrano un incremento degli infortuni gravi e mortali anche in Sicilia e a Palermo. In Sicilia, nel solo mese di settembre 2019, sono state registrate 2.020 denunce d’infortunio; erano state 1.857 nello stesso periodo del 2018. A Palermo si è passati dalle 402 denunce del settembre 2018 alle 478 del settembre 2019. L’impennata riguarda anche i casi mortali che in Sicilia, dai 49 del periodo gennaio-settembre 2018, passano ai 56 registrati nello stesso periodo del 2019.

A Palermo i caduti sul lavoro nel periodo gennaio-settembre 2019 sono stati 17; furono 13 nello stesso periodo del 2018. “La situazione – dicre Michelangelo Ingrassia, presidente comitato consultivo provinciale dell’Inail – è drammatica pure sul fronte delle malattie professionali”. Nel territorio regionale, infatti, si è passati dalle 1.123 denunce del periodo gennaio-settembre 2018 alle 1.193 nello stesso periodo del 2019; a Palermo i casi di malattia professionale sono pari a 195 per il periodo gennaio-settembre 2019; erano stati 155 nel medesimo periodo del 2018. Che fare, allora? “Abbiamo appena approvato in Comitato una mozione a sostegno delle iniziative intraprese dal Consiglio di Indirizzo e Vigilanza per il riconoscimento dell’autonomia finanziaria dell’Inail affinché l’Istituto possa disporre dei propri avanzi di bilancio per finanziare nuove o maggiori attività; auspichiamo che l’istituenda Commissione d’inchiesta sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro cominci da qui”, conclude Ingrassia.

(ANSA).

Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Sino a quando non si regolamenteranno i ribassi negli appalti e le amministrazioni pubbliche non faranno finta di niente – purtroppo la situazione sicurezza peggiorerà – i sindacati starnazzano – ma sanno perfettamente

    Il problema fondamentale oltre ai ribassi negli appalti, sono anche i controlli che vengono eseguiti dalle varie Aziende Sanitarie Provinciali, a causa di un personale a dir poco esiguo rispetto a quelle che sono le reali necessità.

    Politici e imprese si trovano d’accordo nel delegittimare gli uffici di controllo e poi aumentano i morti. Vergogna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.