Palermo, a settembre al via un piano di pulizia straordinaria - Live Sicilia

Palermo, a settembre al via un piano di pulizia straordinaria

Un programma di interventi, suddiviso per quartieri, da completare in 60 giorni lavorativi
COMUNE
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Interventi di diserbo, spazzamento, rimozione di rifiuti abbandonati. Sono queste alcune delle principali attività che rientrano nel piano di pulizia straordinaria della città e che sarà operativo dal prossimo 12 settembre.

Un programma di interventi, suddiviso per quartieri, da completare in 60 giorni lavorativi (85 di calendario) fino al 6 dicembre, frutto della collaborazione tra le aziende municipalizzate Rap e Reset, il cui costo progettuale, concordato fra le parti, rientra nell’ambito delle previsioni di spesa di cui all’accordo di programma vigente per le attività di diserbo concordate per l’anno corrente.

Lo dice il Comune di Palermo. Il piano prevede ogni giorno l’impiego contemporaneo delle seguenti risorse: 90 operatori ecologici per lo spazzamento; 12 operatori ecologici per il ritiro di ingombranti su strada; 3 operatori-autisti di spazzatrici; 6 autocarri per la raccolta degli ingombranti; 7 autocarri a vasca; 3 autospazzatrici; 5 decespugliatori; 5 soffiatori a scoppio; 3 autocompattatori (postazioni raccolta utilizzate per la trasferenza).

Durante l’iniziativa, sei squadre composte da almeno due operatori, con l’utilizzo di autocarri a vasca e autocarri a pianale per i rifiuti ingombranti e Raee, anticiperanno le squadre dedite allo spazzamento, provvedendo alla rimozione dei rifiuti presenti nelle aree interessate e il consequenziale avvio degli stessi a piattaforme autorizzate. È prevista – dice il Comune – una capillare attività di monitoraggio e controllo delle attività svolte.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Ci vorrebbero anche 100 vigili per multare tutti gli incivili che buttano rifiuti per terra, dalla macchina, accanto alle campane del vetro, rifiuti di casa o del negozio accanto o dentro i cestini stradali, biucchieri di plastia e bottiglie per le strade e cosi via. Penso che molti imparerebbero l’educazione e il senso civico.

    Non ho mai capito il motivo per il quale malgrado vi siano campane del vetro vuote c’è chi si ostina a buttare il vetro attorno ad esse quasi fosse disonorevole inserire le bottiglie o altro vetro negli appositi buchi. Roba da psichiatri…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.