Palermo, assalto al carico di sigarette: "Siamo stati noi"

Palermo, assalto al carico di sigarette: “Siamo stati noi”

Due indagati confessano davanti al Gip
L'ARRESTO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Hanno confessato i due arrestati per l’assalto al furgone di sigarette dello scorso giugno. Francesco Mistretta, 54 anni, ed Alessandro Tutone, 30 anni, sono stati interrogati dal giudice per le indagini preliminari Nicola Aiello.

La Procura della Repubblica e gli agenti della squadra mobile li hanno identificati grazie ad immagini, intercettazioni e testimonianze. GUARDA IL VIDEO DELLA RAPINA.

Il furgone fu bloccato in via Rocco Jemma, a due passi dal Policlinico. Era partito dal deposito dei monopoli di viale Regione Siciliana per le consegne alle tabaccherie.

La madre e la sorella di Tulone sono state intercettate mentre commentavano la perquisizione subita: “La polizia è venuta… si è portata a tuo fratello… non mi fare parlare per telefono… è vero che questa scheda la devo buttare… il fatto diciamo di là, di qua della via Oreto”. Secondo la Procura, la madre stava parlando della rapina di via Rocco Jemma.

I due indagati, con precedenti specifici, hanno ammesso le loro responsabilità.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.