Palermo, fuga di mercato | Richiesti Nestorovski e Quaison - Live Sicilia

Palermo, fuga di mercato | Richiesti Nestorovski e Quaison

Club di serie A sugli elementi del tandem offensivo rosanero. Tre squadre su Hiljemark.

calcio - serie a
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – In attesa di capire come andranno le cose nell’incontro in programma oggi a Vergiate, con Nicola Salerno che vedrà Maurizio Zamparini per fare il punto soprattutto sul futuro di Eugenio Corini, il mercato in casa Palermo potrebbe subire una scossa negli ultimi dieci giorni dedicati alle trattative. E potrebbe non trattarsi di una scossa attesa in positivo dai tifosi rosanero, i quali vorrebbero vedere giocatori di maggiore qualità e sostanza indossare la loro maglia, ma anzi potrebbe portar via quei giocatori che si sono espressi al meglio nonostante le difficoltà, ma che al tempo stesso potrebbero rappresentare gli ultimi casi di plusvalenze da fare per rimettere in sesto un bilancio che, in più di un’occasione, è stato messo in dubbio in merito alla propria sanità.

Sono Oscar Hiljemark, Robin Quaison e Ilija Nestorovski i giocatori che potrebbero lasciare Palermo già nel primo mese del nuovo anno. E se nel caso dell’ex centrocampista del PSV Eindhoven la sua partenza sembrava ormai scontata, con diverse squadre sulle sue tracce, le cessioni del fantasista svedese e del bomber macedone potrebbero concretizzarsi a dispetto delle recenti richieste di Corini, il quale ha fatto capire di volere rinforzi e soprattutto di non ridurre ulteriormente all’osso una rosa già abbastanza debole sotto più punti di vista. Partendo da Hiljemark, la destinazione ucraina non sembra allettarlo più di tanto, perciò sarà assai difficile vederlo con la maglia della Dinamo Kiev addosso. Più probabile una sua permanenza in serie A, con ben tre squadre sulle sue tracce, ovvero Atalanta, Chievo e Torino. Dell’interessamento degli orobici e dei granata si parla ormai da diversi giorni, considerando anche l’ipotesi di ottenere delle contropartite tecniche (Dramè, Carmona e Grassi da parte nerazzurra, oppure Vives, Martinez e Maxi Lopez da parte granata). I clivensi, invece, potrebbero puntare sul numero 10 rosa nel caso in cui proprio il Torino dovesse mettere le mani su Lucas Castro.

A sorprendere, piuttosto, è il fioccare di voci sull’eventuale cessione di Nestorovski. Il centravanti macedone, autore di sette gol (tutti sotto la gestione De Zerbi) ma a secco ormai da due mesi, continua in ogni caso a far parlare di sè in chiave mercato, visto che il Sassuolo starebbe pensando a lui. I neroverdi, nonostante il recente exploit di Matri (doppiette a Palermo e Pescara) cercano un attaccante nel caso in cui dovesse proseguire il pressing della Roma nei confronti di Gregoire Defrel. In caso di cessione della punta francese, proprio Nestorovski è il primo nella lista del club emiliano, oltre ad Alberto Paloschi dell’Atalanta. Una partenza che, nel caso in cui dovesse concretizzarsi, porterebbe tanto denaro nelle casse del Palermo. E poi c’è Quaison, il quale continua ad essere corteggiato, nel caso specifico dalla Sampdoria. I blucerchiati puntano sullo svedese, ma qualora dovessero riuscire a mettere le mani sull’ex giocatore dell’AIK Solna potrebbero mollare il loro secondo obiettivo, ovvero Victor Ibarbo, che a quel punto potrebbe tornare proprio nel mirino del Palermo.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Ma cosa aspetta il friulano a svenderli?

    Logica vuole che la società prepari al più presto la squadra che dovrà disputare la serie B, quindi che prenda giocatori già disponibili al salto (in basso ovviamente) di categoria.

    Questa società è una torre di babele è piena di punti interrogativi e nessuno sa cosa fare -Ma quello che sgomenta è che non verrà fuori niente di positivo- Zamparini, la città è mortificata dal tuo atteggiamento e dalle scelte scellerate che hai operato – La permanenza a Palermo è terminata-

    Il paracadute lo prende solo se non risale in A l’anno prossimo. Ma ancora non avete capito nulla? Ma come fai a pensare che questo elemento da sbarco possa acquistare giocatori per vincere in serie B se sta, volutamente, mandandoci nella serie cadetta per prendersi i soldi?

    Un indegno non si vergogna a mortificare.

    Gianluca, ho detto disputare, non vincere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *