Palermo, Mijatovic sale in sella | L'ex Real Madrid entra in società - Live Sicilia

Palermo, Mijatovic sale in sella | L’ex Real Madrid entra in società

L'ex attaccante montenegrino, con un passato brillante nel Real Madrid, entrerà a far parte dei quadri dirigenziali del club di viale del Fante con il ruolo di vicepresidente con pieni poteri nell'area sportiva e tecnica.

calcio - serie a
di
31 Commenti Condividi

PALERMO – Il quadro del nuovo Palermo, quello che Maurizio Zamparini da mesi sta progettando per la prossima stagione, va via via delineandosi. Se per Guillermo Barros Schelotto l’ingresso è stato anticipato al campionato in corso, così potrebbe non essere per le altre figure che il patron rosanero vorrebbe inserire in dirigenza. Lo ha ammesso lui stesso di aver bisogno di un nome “importante” per attirare investitori e per interfacciarsi con gli stessi: Trapattoni e Guidolin hanno declinato, ma le amicizie slave del presidente hanno fatto sì che si arrivasse ad un nome probabilmente più prestigioso in ambito dirigenziale. Quello di Pedrag Mijatovic, ex bomber montenegrino campione d’Europa col Real Madrid e direttore sportivo delle Merengues dal 2006 al 2009, un biglietto da visita mica da ridere se si punta a potenziare la struttura del club.

Mijatovic ha assistito alla partita di Genova in tribuna con i fratelli Schelotto, ma non solo. Il dirigente montenegrino era presente anche a San Siro per Milan-Palermo ed è a stretto contatto col club rosanero da mesi. C’è evidentemente la sua mano nell’approdo dell’ex tecnico del Lanus alla corte di Zamparini e potrebbe non essere l’unica operazione nella quale il direttore nativo di Podgorica metterà la propria firma. C’è infatti un mercato da gestire con lo stesso Zamparini e con Gerolin, oltre che con gli intermediari vicini al presidente (Curkovic e Fiorini in primis), per poi attendere sviluppi per l’inserimento in società. Dal club di viale del Fante, per il momento, trapela una certa cautela. Il ruolo di Mijatovic dovrebbe essere quello di vicepresidente (attualmente ricoperto da Guglielmo Miccichè, ndr).

Da calciatore, Mijatovic è stato campione d’Europa e del Mondo con la maglia del Real Madrid. Autore del gol decisivo per la vittoria della Champions League nel 1998 ai danni della Juventus, Mijatovic ha poi fatto scalo in Italia per tre stagioni, senza però lasciare il segno. Dei suoi tre anni a Firenze restano pochissimi gol, quattro in tutto, ma anche una lingua italiana imparata alla perfezione, dettaglio non certo da trascurare. Nel 2006 è il nome proposto dal candidato presidente del Real Madrid, Ramon Calderon, per il ruolo di direttore sportivo. L’elezione di quest’ultimo gli spiana la strada verso la prestigiosa poltrona del club madrileno, col quale ha vinto due campionati (uno con Capello in panchina, l’altro con Schuster) e ha messo a segno colpi di mercato di rilievo dal Sudamerica.

Il Real Madrid, grazie anche ai contatti di Mijatovic e degli agenti a lui vicini con l’America Latina, riscopre infatti in questo periodo il mercato brasiliano e argentino. Non più fenomeni affermati, ma giovani di belle speranze da lanciare in camiseta blanca. Con alcuni va bene, con altri un po’ meno: strappa alla concorrenza europea un giovanissimo Gonzalo Higuain dal River Plate e lo porta alla ribalta mondiale come uno dei principali attaccanti del pianeta. Sfortunata invece la parabola di Fernando Gago, acquistato dal Boca Juniors con tutti i crismi del futuro fenomeno, mai realmente esploso. Dall’Europa, invece, un acquisto su tutti segna una linea di continuità col Palermo: dopo uno straordinario Europeo Under 21, Mijatovic e il Real si assicurarono il tornante olandese Royston Drenthe per 14 milioni. Un affare gestito da Vladica Lemic, uno degli uomini che attualmente collabora con Zamparini. Un cerchio che potrebbe riaprirsi in Sicilia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

31 Commenti Condividi

Commenti

    Sky Sport: “Per lui è pronto il ruolo di vicepresidente con pieni poteri nell’area sportiva e tecnica”.

    Ah ahahahahaha AHAHAH, si, avra i pieni poteri di dire sempre SI al Presidente e di accettare solo i suoi consigli (non viceversa) e di scartare i giocatori che gli proporrà. Viceversa, di avallare quelli che gli dice lui. Dopo un mese, al primo scatto di orgoglio sarà esonerato insieme ai gemelli Schelotto. Che circo!!! Ma poi, come si fa a rinunciare a Miccichè! Ah AH ah ahahah!

    Mijatovic? MI FA MOLTO PIACERE, SE VUOI IL BENE DI QUESTO PALERMO PER EVITARE LA SERIE “B” OCCORRONO A GENNAIO ENTRO LA FINE DI QUESTO CALCIO MERCATO, GLI 8/11 DI GIOCATORI NUOVI E DI LIVELLO ALTO. MI SPIACE MA QUESTA E’ LA CRUDA REALTA’.

    P.S. SI PREGA LIVE SICILIA DI PUBBLICARE QUESTO MESSAGGIO. GRAZIE

    … CERTO L’ACQUISTO DI DRENTHE NON E’ IL MIGLIO BIGLIETTO DA VISITA… SPERIAMO BENE E SOPRATTUTTO SPERIAMO DI NON VIVERE UN LO MONACO BIS…

    Ragazzi questi slavi secondo me sono emissari in avanscoperta
    di qualche imprenditore o gruppo imprenditoriale interessato
    ad acquisire la società.
    E la scelta di Schelotto potrebbe non essere farina del sacco di Zamparini.
    Io la vedo così.

    ANTICIPATO A GENNAIO IL PROGETTO BIS DI ZAMPARINI. VI RICORDATE LO MONACO?
    SI RIPARTE DALLA SERI B.

    servirebbe più in campo che in società… di certo anche adesso sarebbe meglio di traijkoski

    Io credo che in questo momento novità come questa sono ben accette anche perché stiamo parlando di una persona che nell’ambiente ha pur sempre un certo carisma. Credo che il presidente stia attraversando un momento di oggettiva confusione, di errori negli ultimi tempi ne ha fatto alcuni abbastanza vistosi e la squadra ne piange tuttora le conseguenze, ragion per cui il fatto che sia affiancato da persone esperte non può che giovare. Poi che qualsiasi nome arrivi a Palermo, giocatore o dirigente, magazziniere o posteggiatore, per i soliti nemici della contentezza travestiti da tifosi, sia motivo di insulto e piagnisteo è storia vecchia, mi piacerebbe che i perenni criticoni a cominciare da domenica prossima si becchino il freddo dello stadio e vengano a sostenere la squadra, invece di restare, come fanno quasi tutti, ben posizionati nel loro comodo divano dove poi scaricano su internet i loro arguti commenti. Ma non verranno, hanno altro per la testa.

    Allo stadio la gente non ci andrà se non si fa una squadra competitiva.

    Qui servono calciatori VALIDI,un progetto societario,un ex giocatore internazionale come Mijatovic puo’ portare la propria esperienza. Ben venga. Ricordo di lui quando fece il gol in finale champions contro la juve in cui il Real Madrid vinse,che gioia x il sottoscritto. Grande.

    Ti ricordo che Zamparini è un imprenditore, quindi non fa volontariato, hai risposto a qualche mio commento dicendo che Zampa esce i soldi,quindi ti dico io:la gente è libera di non acquistare il biglietto stadio di non spendere soldi x uno spettacolo scadente.

    fabio, statti a casa a guardarti le altre squadre, tifare Palermo non è un obbligo, troppo facile farlo quando tutto va bene, ripassati la lezione di attaccamento ai colori dei veronesi di due partite fa.

    @fabio, ed in questo si vede la differenza tra un vero tifoso ed un buffone. Il vero tifoso segue la squadra a prescindere dai risultati. Il buffone si autodefinisce. Verona ultimo in classifica e tifosi a cantare per 90 minuti, Genoa aveva 2 punti meno di noi e lo stadio era pieno. Non abbiamo cultura sportiva, siamo uno schifo di tifoseria.

    Io resterò sul mio divano perchè non vivo a Palermo. Concordo con te che qualsiasi arrivo, soprattutto di nome e di fama, ben venga ! Mi stupisce il perchè questa rivoluzione non si è fatta in estate invece che adesso. Mi stupirà ancora di più se nonostante i nomi non si interverrà sul mercato in quanto la qualità del gioco ed i risultati li ottengono i giocatori non certo i dirigenti o allenatori. Il Palermo di adesso può mettere in campo 8/11 di resche, in questo ha ragione Luna, servono investimenti nel settore calciatori, quelli che fino ad adesso non ci sono stati. Zamparini nonostante gli errori non sembra fare alcun passo realistico per migliorare la squadra e la speranza è che questi nuovi arrivi dirigenziali gli facciano cambiare rotta perchè non è coi Cristante o Bologh che si rimane in A. La gente allo stadio tornerà nel momento in cui ci sarà una squadra competitiva e quando la dirigenza la smetterà di spacchettare anche la curva o fare figure da circo Togni.

    PERCHE’ ANCHE TU GIOCAVI NEL REAL MADRID?

    Ma sparisci da qualche altra parte che atti nivuri non ne vogliamo.

    Dopo arabi messicani argentini ecc. Siamo finiti con gli zingari, una delle note positive se davvero ci sarà l’ingresso di Mijatovic in società , sarà la cancellazione del più inutile dirigente del emisfero calcistico MICCICHE, comunque sempre forza Palermo e domenica sempre e comunque allo stadio

    Innanzitutto continuo a ringraziare Mijatovic per il gol alla juve nella finale di Champion, e poi mi auguro che effettivamente faccia qualcosa di buono per il Palermo, e che non sia un granello di un ingranaggio orchestrato per fare del Palermo calcio un bazaar internazionale di compravendita.

    @fabio…certo che uno allo stadio e libero di andarci o non andarci, chi ci va, e ti assicuro che sono molti checché tu parli sempre di stadio vuoto, lo fa per passione, critica se c’è da criticare e gioisce se c’è da gioire, ma campagne diffamatorie come fanno certi finti tifosi non ne fa, prima di ogni cosa viene la maglia. Certi tifosetti da tastiera e da salotto (non mi rivolgo a te ma in genere), dovrebbero prendere esempio dalla curva veronese che con la propria squadra virtualmente retrocessa la incita fino alla fine ad ogni partita, qui fracassano i maroni pure per un pareggio in trasferta e ci atturrano sempre e solamente con la fissa di Zamparini.

    Chi parla di somiglianza con l’anno di Lo Monaco non ha tutti i torti: squadra scarsa (meglio dell’attuale), cambi di allenatori, acqusti di sconosciuti, classifica pericolosa, insomma un film già visto con finale tragico. Siccome,però, è meglio sempre essere ottimisti diciamo che Schelotto mi fa una buona impressione, che Mijatovic non è l’ultimo arrivato e che è possibile che lo stellone zampariniano abbia pescato un campioncino in erba che ci faccia fare il salto di qualità. Incrociamo le dita e cerchiamo di essere più presenti allo stadio ad incoraggiare questi benedetti ragazzi. Se a Palermo ci tolgono pure la serie A che ci resta?

    falco, luna non ha mai ragione, per definizione. Il suo concetto di resca non è il tuo “bisogna investire sui calciatori” sono cose diverse. Lui di calcio non capisce nulla, fidati. Non lo dovete citare, la sua opinione non può essere rilevante. E’ solo un maleducato recidivo. Parlare di calcio è un’altra cosa

    Concordo. Mijatovic é un mio mito antijuve. Io Presidente del Palermo, porterei anche Magath,

    goal in fuorigioco, tengo a precisare.

    alessio interista sei non rosanero

    Al momento le cose non vanno bene e speriamo che in futuro non vadano peggio- Ovviamente la cassa del Palermo non è delle più generose ma il momento non è facile per nessuno-Quindi le risorse sono quelle che sono e di necessità bisogna farne virtù- Certo Zamparini con la vendita di Dybala sperava che bla bla bla bla, ma ci sono pure gli anni no, ma speriamo che con questo allenatore e con qualche innesto azzeccato si possono fare quei punti necessari per la permanenza in serie A-Una frase però vorrei sottolineare: l’amico si vede nel momento del bisogno- In questo momento il Palermo ha bisogno dei propri tifosi per sostenere la squadra un po’ in difficoltà , ma i tifosi sono risultati assenti non giustificati- Cosa opposta è capitata a Verona con la squadra quasi retrocessa, la tifoseria in massa è andata allo stadio per sostenerla- O sono veri tifosi i veronesi o noi siamo solo una imitazione- Comunque vada sempre e solo forza Palermo-

    hahaha pippo, grande!

    Vittorio mica puoi pretendete che la gente vada allo stadio con una squadra del genere. Poi ci sono tifosi piu’ o meno affezionati ma questo avviene in tutte le città di questo mondo. Vittorio i biglietti si pagano,ma ancor peggio la squadra è scadente, la gente non spende soldi x vedere partite scadenti. Te lo dice uno che andava allo stadio in serie b (ai tempi di Arcoleo allenatore) in c1,ero allo stadio x palermo-battipagliese playout di c1. Ero allo stadio anche x Palermo-Chievo Verona in serie b con un il Palermo già retrocesso matematicamente in c1.

    Piero fuori gioco? x la juve è normale fare questi gol ma solo nel campionato italiano,quando gioca in Europa cambia tutto.

    pietrorizzo, mi dispiace deluderti. Denoto che nel vostro immaginario distorto chi non è rosso é nero e chi non é bianco é azzurro e via discorrendo. Ti informo che a me Milan Inter e juventus mi fanno letteralmente VOMITARE. Sono fieramente ed orgogliosamente antijuventino e profondamente ed esclusivamente ROSANERO. Vai a raccontare le tue storielle a qualcun’altro, con me hai sbagliato indirizzo. Chiaro?

    Si è vero il Palermo in questo momento ha bisogno dei propri tifosi (anche se uno stadio pieno non garantisce risultato positivo) ma capisco la gente che non spende soldi x partite scadenti. Non si puo’ pretendere che tutti siano accaniti tifosi.

    ti ho detto tante volte che zamparino soldi miei non se ne magna, tornero allo stadio anche in promozione solo quando andra via l’ubriaco.

    @alessio. tu continua a leccare i continuo a dirti che sono RESCHE e quindi tu puoi andare andare quando vuoi vai caro vai ah ah ah ah ah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *