Palermo: morì per trauma alla testa dopo spinta, condannato il nipote - Live Sicilia

Palermo: morì per trauma alla testa dopo spinta, condannato il nipote

L'episodio avvenne nel 2020 a Trabia
LA SENTENZA
di
1 Commenti Condividi

PALRMO – La Corte d’assise di Palermo, presieduta dal giudice Vincenzo Terranova, ha condannato Giuseppe Sunseri a 10 anni di reclusione accusato dell’omicidio del nonno avvenuto a Trabia nel giugno del 2020. Nel corso di una lite in famiglia, nella casa in via Torriglione, l’uomo avrebbe prima schiaffeggiato il nonno di 80 anni e poi lo avrebbe spinto. Il pensionato, che aveva lo stesso nome del nipote, cadendo ha sbattuto la testa contro il muro perdendo i sensi e riportando un forte trauma cranico. Il 25 giugno era stato ricoverato nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale Villa Sofia a Palermo ed è morto il 7 luglio. I carabinieri attraverso il racconto dei familiari avevano ricostruito la vicenda. Per la Procura di Termini Imerese l’accusa per Sunseri era di omicidio volontario. Il giudice ha derubricato il reato in omicidio preterintenzionale. Da qui la condanna a 10 anni. L’avvocato Giuseppe Minà, legale dell’imputato, ha annunciato appello.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Vergogna , solo per schiaffehgiare un uomo di 80 anni con l aggravante che era suo nonno meritava 20 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.