Palermo, ponte Corleone tra futuro e incertezza - Live Sicilia

Palermo, ponte Corleone tra futuro e incertezza

Cosa è cambiato dal 23 dicembre
VIABILITA'
di
7 Commenti Condividi

PALERMO – Da tre giorni ormi la viabilità sul ponte Corleone di Palermo è cambiata. E il caos sembra regnare. Da quando, nella notte tra il 22 e il 23 dicembre, gli operai dell’Amat hanno ristretto la carreggiata a una sola corsia per senso di marcia in modo tale da non gravare ulteriormente sulla stabilità della struttura che, come ormai noto, ha bisogno di essere rimessa a nuovo.

Sono stati giorni di traffico intenso con automobilisti bloccati per ore in attesa di attraversare il viadotto per raggiungere l’autostrada in direzione Catania. Soprattutto la giornata del 23 dicembre per gli automobilisti Palermo è stata una giornata di caos e follia. Ore e ore intrappolati nel traffico. E c’è da giurarci che la scena si ripeterà sicuramente nei prossimi giorni quando, a feste finite, i palermitani si rimetteranno in auto quotidianamente.

Non sono mancate le polemiche: dall’opposizione consiliare a Sicindustria Palermo che ha attaccato la scelta della giunta Orlando di adottare questo provvedimento a pochi giorni dalle feste natalizie.

“Auto incolonnate per chilometri e chilometri. Imprese e cittadini ostaggio di una città alla deriva con cantieri che paralizzano la circolazione, le attività, la logistica. La scena che si è mostrata agli occhi di tutti ieri sul ponte Corleone è l’ennesima istantanea di una città allo sbando”. E’ il commento di Giuseppe Russello, presidente di Sicindustria Palermo. “L’angoscia non è rappresentata solo dal presente, ma dalla assoluta mancanza di una visione futura. Chi sta lavorando alla messa in sicurezza di questa arteria? Qual è il cronoprogramma? Qual è il progetto di potenziamento strutturale che, in un posto civile, dovrebbe essere realizzato in pochi mesi? C’è qualcuno che per Natale lavorerà così da garantire alla città la fruibilità di una via di collegamento così importante? Quali sono le ragioni per le quali non riusciamo ancora ad attraversare regolarmente una delle poche strade di scorrimento veloce di Palermo? Abbiamo il diritto come cittadini e come imprenditori di sapere cosa ci aspetta per le prossime settimane e per i prossimi mesi. Vogliamo chiarezza su progetti e tempistiche. Non possiamo pensare di continuare a scoprire, con rassegnazione, di essere prigionieri di una città senza futuro”.

A replicare è stata l’amministrazione comunale che si è detta dispiaciuta per i danni arrecati ai cittadini: “Siamo assolutamente consapevoli dei disagi che stanno vivendo gli automobilisti palermitani a causa delle restrizioni imposte sul ponte Corleone. È necessario – si legge in una nota -, tuttavia, sottolineare che queste misure non sono il risultato di scelte politiche assunte dall’amministrazione comunale ma attengono ai pareri tecnici frutto delle indagini condotte dalla Icaro Progetti che impongono di restringere, in accordo con il commissario Matteo Castiglioni, le carreggiate per motivi di sicurezza e di incolumità pubblica“. 

“Ribadendo il nostro dispiacere a tutti i cittadini – concludono i componenti della Giunta -, è importante evidenziare che gli uffici comunali hanno emesso le ordinanze vigenti esclusivamente a tutela della sicurezza dei cittadini. Infine esprimiamo un sentito ringraziamento alla Polizia Municipale che sta facendo il possibile per ridurre i disagi“. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    Solamente vergogna.

    “………..Infine esprimiamo un sentito ringraziamento alla Polizia Municipale che sta facendo il possibile per ridurre i disagi “………. (?????????????????)

    si stando comodamente al caldo nei loro uffici…

    Grazie agli incapaci che ci amministrano ! Vergognatevi

    Oramai di Palermo non frega a nessuno. Siamo abbandonati (Rotoli cimiteri, ponti, assenza di controlli, vigili urbani ?????), ecc . Un disastro

    Si proprio così, un disastro!

    Sicuramente la colpa è dei razzisti di Salvini dei fascisti di Garibaldi di Federico II vero sindaco Orlando è assessore Giusto Catania?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *