Palermo, Via Crucis 'alternativa' |interrotta dai carabinieri - Live Sicilia

Palermo, Via Crucis ‘alternativa’ |interrotta dai carabinieri

A organizzarla cinque componenti di una confraternita

Coronavirus
di
8 Commenti Condividi

PALERMO – Una cerimonia religiosa in sostituzione della Via Crucis che si stava svolgendo con la partecipazione di diverse decine di persone davanti la chiesa Maria Santissima di Lourdes in piazza Ingastone a Palermo, dove erano state poste due statue di Santi e una Croce e un sistema di amplificazione, è stata interrotta ieri sera dai carabinieri della compagnia San Lorenzo. Sul posto sono intervenuti anche militari dell’Arma della compagnia speciale e del XII Reggimento Sicilia. Gli organizzatori della cerimonia religiosa, cinque persone di età compresa tra i 20 e i 42 anni che fanno parte di una confraternita, sono stati sanzionati per violazione delle norme di contenimento della pandemia da Coronavirus.

(ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    Se lo stato è il comune aspetta che i contravventori pagano le sanzioni, ne hanno d’aspettare.
    Se fossero solvibili sicuramente non avrebbero messo in scena quanto scoperto dalle forze del’ordine.

    L’ignoranza non ha limite.

    L’appello lo rivolgo al Vescovo di Palermo. Non ho conoscenze in materia e non so nemmeno se è nelle facoltà del Vescovo lo scioglimento della stessa, comunque credo che possa assumere iniziative al fine di evitare ogni ulteriore confusione…..

    ma le Moschee sono aperte con 50 persone in 30 mq…

    Non è ignoranza ma fede, le porto ad esempio le preghiere collettive, le invocazioni di clemenza per la pandemia ed i rosari che quotidianamente vengono recitati ai balconi dai residenti dello Zen 2 che, in quanto a fervore religioso ed impegno cristiano, hanno molto da insegnare agli altri palermitani primi fra tutti quelli delle cosiddette zone bene. Non a caso pur vivendo fra innumerevoli difficoltà economiche sono spesso menzionati ad esempio per tutti i cittadini palermitani.

    …qual’è la notizia, da sempre c’è lo stato e l’antistato

    sig Giacomo, lei riassume il concetto su esposto dal Salvo Cassarà…..
    lei , che confonde la fede con rituali apotropaici , le invocazioni di clemenza (per la pandemia???!) ed i rosari di preghiera con scongiuri… di blasfemi che cercano patenti di assoluzione per le malevite condotte.
    Lo conosciamo il fervore delle confraternite che lei vuole spacciare per fede. Inoltre mi creda non confiniamo i rituali che lei evoca in latitudini popolari conosciamo bene il fervore religioso di “altre confraternite” meno folkloristiche ed altrettanto pericolose che pregano forte a latitudini “nobili” con identico significato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.