Partecipate e mobilità aziendale| Entro ottobre la ricognizione - Live Sicilia

Partecipate e mobilità aziendale| Entro ottobre la ricognizione

Scarpinato: "Serve maggiore coordinamento fra le aziende". La Colla: "Sì alla cabina di regia sugli scavi".

TERZA COMMISSIONE, INCONTRO CON LAPIANA
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – E’ la mobilità aziendale il tema “caldo” di questi giorni. Al comune di Palermo, infatti, il decreto D’Alia che consente lo spostamento di dipendenti da una partecipata all’altra è stato accolto come una manna dal cielo: la possibile soluzione a molti dei problemi della quinta città d’Italia, specie per i dipendenti Gesip. Tema al centro del confronto in terza commissione tra il vicesindaco Cesare Lapiana e i consiglieri comunali. “L’amministrazione – dice il consigliere Francesco Scarpinato – ci ha assicurato che entro ottobre verrà effettuata la ricognizione dei lavoratori, così da avere un quadro completo sul personale. Dovrà essere minuzioso e non lasciare nulla al caso. Ma fondamentale sarà anche il coordinamento tra le aziende e la dotazione tecnica delle stesse, come le spazzatrici necessarie alla Rap”.

“Due cose estremamente importanti sono emerse da questo incontro – afferma la Presidente Luisa La Colla – la prima riguarda il fatto che finalmente è in via di definizione una mappatura delle professionalità che lavorano in Gesip, e, delle carenze che invece sussistono nelle varie aziende, ciò permetterà di avere lavoratori motivati e con ubicazioni più consone ad ognuno. La seconda, oltre la istituzione della così detta cabina di regia, è sicuramente il “coordinamento degli scavi”, ovvero un ufficio che coordinerà gli scavi viari, ciò eviterà oltre ai soliti disagi di strade chiuse totalmente o parzialmente, e con buche mal coperte, con i quali i cittadini palermitani hanno imparato da tempo a convivere, anche una semplificazione organizzativa, ovviamente per quanto riguarda la manutenzione ordinaria, finalmente per esempio, se Amap dovrà eseguire uno scavo si coordinerà con Amia piuttosto che con AMG per far si che lo stesso scavo possa servire a tutti, evitando così tempi lunghi e strade completamente dissestate. Cercherò di dare un contributo all’Amministrazione predisponendo uno studio legato alla situazione delle partecipate, affinché possano determinarsi azioni da attuare nei confronti di alcune società partecipate che non possono continuare a fare ricorso al sistema bancario per sopravvivere perpetuando ulteriori debiti”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
5 Commenti Condividi

Commenti

    CHE SCHIFO!!!!!!!!!!!!!!!!!! NON GLI RIUSCIRA’

    e i sindacalisti gesip che non sanno fare nulla, cosa faranno?

    Per Carlo ……coseca…carlooooo,,,, Alla Faccia tua e quella come te’ entreremo nelle azienda partecipate del comune tutti gli ex gesip,

    avete sempre invidia,nove mese che siamo stati senza effettuare i servizi negli spazi verdi la sporcizia e la rogna vi arrivava fino ai capelli ,non solo e non ci conoscevate,adesso quando siamo in servizio le parole che sapete dire….senta ma li non lo dovete fare?e voi chi siete quelli della gesip?allora ci conoscete ,ma andate a fare tutti in culo

    attenzione allo stato di insovenza.
    non fate il gioco del sindaco e dei suoi galoppini sindacalisti.
    documentatevi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.