Pnrr sanità, Asael: necessaria un'analisi dei bisogni dei territori - Live Sicilia

Pnrr sanità, Asael: necessaria un’analisi dei bisogni dei territori

Ieri l’associazione degli amministratori locali è stata ascoltata in sesta commissione all’Ars
IL DIBATTITO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – “Sul piano del potenziamento delle strutture sanitarie dei territori attraverso i fondi del Pnrr occorre un utile e necessario confronto della Regione con gli enti locali ed i loro amministratori. Rischiamo, altrimenti, che il Pnrr rimanga una grande occasione con risultati non pienamente raggiunti”. Così il presidente dell’Asael Matteo Cocchiara commenta l’esito dell’audizione in Commissione Sanità all’Ars, a cui l’associazione siciliana degli amministratori locali ha presenziato ieri.

Nelle scorse settimane l’associazione aveva chiesto a gran voce un piano concertato con gli enti locali. Obiettivo: il potenziamento della sanità territoriale, tramite l’utilizzo dello stanziamento di 800 milioni previsto dal Pnrr per questa finalità.

“Abbiamo sottolineato – afferma oggi Cocchiara – la necessità di un tavolo regionale di confronto e di concertazione permanente fra la Regione ed i Sindaci, che abbia anche la finalità di monitorare l’attuazione del progetto di potenziamento della presenza della sanità nei territori. Il tavolo dovrebbe avere particolare attenzione a quelle aree in cui l’amministratore locale rimane spesso ‘autorità sanitaria locale’ priva di strumenti per fornire risposte alle più elementari esigenze. Dall’altra parte – aggiunge – riteniamo che malgrado il ruolo decisivo delle Asp, la politica nella sua coralità debba indicare i luoghi in cui realizzare gli investimenti attraverso una reale analisi dei bisogni”.

Su questi temi l’assessore Razza ha assicurato la disponibilità della Regione a realizzare un costante raccordo con i Comuni.

Parlando di Piano nazionale di ripresa e resilienza, Cocchiara non può non citare un ulteriore punto che riguarda le progettualità dei Comuni. “Abbiamo compreso – afferma – che tantissimi interventi saranno di competenza diretta dei Comuni che otterranno le risorse partecipando ai bandi nazionali. Una volta ottenute le risorse, rimane il grande tema del personale idoneo all’utilizzo dei fondi nei tempi imposti dai bandi, così come di recente – ricorda Cocchiara – l’Asael ha sottolineato in sede di cabina di regia”.

Per questo, “nelle more – prosegue Cocchiara – chiediamo alla Presidenza della Regione di potenziare l’ufficio speciale per la progettazione affinché gli Enti locali possano ricorrervi”.

CONTINUA A LEGGERE LIVE SICILIA.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.