Ponte Corleone, accordo Comune-Anas per la manutenzione - Live Sicilia

Ponte Corleone, accordo Comune-Anas per la manutenzione

L'Ente avrà affidata la progettazione e la realizzazione per il ponte compresa la nuova realizzazione delle bretelle laterali, così come il sottopasso in via Perpignano
PALERMO
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – Il Comune di Palermo e l’Anas hanno siglato l’accordo per la manutenzione e la sistemazione del ponte Corleone. E’ il primo passo di una collaborazione tra i due enti che andrà avanti per l’adeguamento complessivo di viale Regione Siciliana e del ponte Oreto. L’Ente delle Strade avrà affidata la progettazione e la realizzazione per il ponte compresa la nuova realizzazione delle bretelle laterali, così come il sottopasso in via Perpignano. Tutte quelle opere che dovevano essere realizzate nella sindacatura di Diego Cammarata e che sono naufragate per il fallimento della ditta che si era aggiudicato i lavori.

“E’ stato siglato il primo accordo che ne vedrà altri firmati nei prossimi giorni – dice l’assessore alle manutenzioni Maria Prestigiacomo -. Prima il ponte Corleone, poi il ponte Oreto e il sottopasso di via Perpignano. Sono tutte opere importanti che saranno realizzate dall’Anas che ha una struttura di progettazione e di realizzazione delle opere che consentono dei tempi molto più veloci e rapidi. Purtroppo per la realizzazione delle bretelle del ponte Corleone nel capitolo non c’erano più i fondi e quindi siamo stati costretti a richiedere un nuovo finanziamento”.

Buone notizie anche per quanto riguarda due tappi che stanno creando diversi disagi a Palermo. Per quanto riguarda via Montepellegrino i lavori dovrebbero essere ultimati entro fine luglio, mentre per quanto riguarda viale Regione Siciliana all’altezza del Lidl il tappo definitivamente dovrebbe saltare a settembre. “I lavori di via Montepellegrino saranno ultimati a fine luglio – dice l’assessore Prestigiacomo – Ormai sono in stato di avanzata realizzazione e presto sarà possibile completare la soletta. Per viale Regione Siciliana anche qui i lavori vanno avanti e a settembre apriremo il transito alle vetture”.

“Con la sigla della convenzione attuativa tra Comune e ANAS per la messa in sicurezza del Ponte Corleone viene fatto un deciso passo in avanti verso la messa in sicurezza delle principali infrastrutture palermitane – dice il deputato M5s Adriano Varrica – Adesso ANAS potrà prendersi carico della progettazione dell’intervento e, a seguire, della realizzazione dei lavori necessari. A breve potremo estendere tale convenzione anche al Ponte Oreto. In questi mesi ho lavorato a stretto contatto con ANAS, Ministero e Comune, in sinergia col Sottosegretario Giancarlo Cancelleri, per definire ogni dettaglio e non posso che ringraziare tutte le Amministrazioni coinvolte. Sono contento che questo percorso che ho promosso nel giugno 2020 con una interpellanza parlamentare, stia finalmente producendo risultati tangibili. Adesso bisogna trasformare tutto questo in interventi concreti, per quel che mi riguarda continuerò ad accompagnare ogni passaggio col massimo impegno.”

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Toh, Che strano, nessun commento negativo.
    Forse i “soliti noti” alimentati dai vari gelarda, caronia, figuccia, stanno muti visyo che si scopre che i lavori dovevano partire cin cammarata.
    Ma servivano i soldi per tappare i buchi dell’amia causati dagli amici di cammarata

    “Nihil sub sole novum”
    Mi ritorna alla mente quando “in illo tempore” la Regione Siciliana – che non era riuscita a spendere 400 miliardi di lire per i suoi progetti (mai fatti o completati) – si vantò di avere utilizzato quasi tutti quei fondi (se non ricordo male 390 miliardi) nel completamento dell’ autostrada Palermo Messina.
    Peccato che questa autostrada doveva essere realizzata con fondi dell’ANAS, con un progetto fatto dallo Stato e non con i fondi della Regione.

    Purtroppo per la realizzazione delle bretelle del ponte Corleone nel capitolo non c’erano più i fondi e quindi siamo stati costretti a richiedere un nuovo finanziamento”. ( In parole povere……..vi siete mangiati i soldi) per questo la Sicilie non andrà mai avanti .

    In parole povere : l’ ANAS progetterà e realizzerà queste opere e il Comune che farà?
    Dopo aver fatto perdere i finanziamenti ora cerca altri soldi
    Per quanto riguarda i due “tappi” l’assessora Prestigiacomo dichiara :
    “I lavori di via Montepellegrino saranno ultimati a fine luglio .Ormai sono in stato di avanzata realizzazione e presto sarà possibile completare la soletta. Per viale Regione Siciliana anche qui i lavori vanno avanti e a settembre apriremo il transito alle vetture”.
    Al di la del fatto che il cantiere di via Regione siciliana è ancora fermo, ma i lavori non dovevano essere conclusi entro il mese di aprile- giugno?
    E’ l’ennesima “promessa” come quella che i lavori del sottopassaggio di via Crispi sarebbero stati completati entro …..febbraio.?

    @ giuseppe non è che io ami Cammarata ma ho la vaga impressione che sei poco preparato sui fatti reali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *