Quote rosa in giunta? Sì, ma priorità alle capacità - Live Sicilia

Quote rosa in giunta? Sì, ma priorità alle capacità

Le donne non meritano questa sorta di discriminazione al contrario
D'ALI' A QUI
di
0 Commenti Condividi

Caro direttore, io la penso così.
Sa cosa c’è di più discriminante e sessista della mancanza di donne in giunta? Tutto questo parlarne, argomentarne, polemizzarne.
Pretendere la quota rosa in giunta e non invece la presenza di un’assessora capace è, a parer mio, mortificante per il genere femminile che, in quanto assolutamente paritario rispetto all’altro, non abbisogna di una comfort zone per affermarsi; vieppiù, se quella diventa la zona di comfort di chicchessia purché sia femmina. Mi sembra non molto diverso dal modo in cui, ai miei tempi adolescenziali (di giocate sul marciapiede col Super Santos), trattavamo quello che portava il pallone di cuoio e che per questo, scarso o no, doveva giocare per forza; e, smentitemi pure, era quasi sempre lo sfigato della compagnia.


No direttore, le donne non meritano questo, non meritano questa sorta di strisciante discriminazione a contrario. Non la meritano e soprattutto non ne hanno bisogno, in politica come in qualsiasi altro ambito. Quelle brave, come quelli bravi, alla fine emergono. Quelle scarse, come quelli scarsi, prima o poi finiscono in panchina (anzi in porta… allo sfigato facevamo fare 5 minuti e poi lo mettevamo in porta).
Non so di chi sia la colpa di tutto ciò, se degli uomini e della becera cultura sessista che certamente ancora c’è; o se delle donne che, forse anche inconsapevolmente, finiscono in questo labirinto d’ipocrisia e di facciate. So solo che il nostro amico col pallone di cuoio a un certo punto divenne un portiere talmente forte da esser promosso a titolare della squadra, anche dopo che quel pallone si arroccò irrimediabilmente; e gli sfigati finimmo per esserlo noi, che lo imploravamo di giocare.

Inoltre, direttore, mi conceda un’altra breve riflessione. Sa cosa che c’è di più disarmante dell’immobilismo della politica? Rectius, dei politicanti? Far diventare la questione argomento principe del dibattito politico siciliano. Perché se lo fai (e vedo farlo a tanti deputati ed attivisti di diverso rango) vuol dire: o che non hai altri argomenti per conquistarti cinque minuti di gloria, qualche decina di like e tre righe sui giornali; oppure che non hai ancora capito che alla gente poco importa e per nulla serve che tu ti occupi di questa cosa. E delle due, non so quale sia la peggiore.
Ebbene, caro direttore, la ringrazio per aver concesso dello spazio a questo mio umile pensiero e mi congedo con un auspicio da lettore affezionato: che dopo di lei, alla direzione di Live, ci sia una brava direttrice. Non una direttrice possibilmente brava.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.