Bocciato il ricorso| contro Carola Rackete - Live Sicilia

Bocciato il ricorso| contro Carola Rackete

La Procura di Agrigento contro l'ordinanza che ha rimesso in libertà la comandante della Sea Watch 3

CASSAZIONE
di
5 Commenti Condividi

È stato respinto dalla Cassazione il ricorso della Procura di Agrigento contro l’ordinanza che lo scorso 2 luglio ha rimesso in libertà Carola Rackete, la comandante della nave Sea watch3 approdata a Lampedusa forzando il blocco. Secondo il Gip di Agrigento Alessandra Vella, che lo scorso due luglio non ha convalidato l’arresto di Carola Rackete, la misura coercitiva non andava applicata alla comandante della Sea wacht – che sbagliando manovra nell’entrare in porto aveva speronato una lancia della Gdf che ostacolava l’attracco – perchè la motovedetta della Gdf ‘stretta’ tra la nave e la banchina non puo’ essere considerata nave da guerra; e perche’ entrando in porto in piena notte Rackete non ha fatto resistenza ad un pubblico ufficiale ma ha agito in adempimento di un dovere, quello di portare in salvo i migranti che aveva a bordo, circa quaranta persone. Il gip aveva quindi riconosciuto lo “stato di necessita’” invocato più volte dalla comandante della nave della ong tedesca che invece, ad avviso del procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio – che ha firmato il ricorso in Cassazione – non c’era poiche’ la nave “aveva ricevuto, nei giorni precedenti, assistenza medica ed era in continuo contatto con le autorita’ militari per ogni tipo di assistenza”.(ansa)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Questa è la giustizia italiana!

    ci vogliamo svegliare un pò tutti e guardare la realtà?

    Certo che è proprio strana la giustizia nel nostro Paese: la Rackete, che ha violato i nostri confini e speronato una nave militare non andava arrestata, mente Salvini va processato perché, nell’esercizio delle sue funzioni di ministro dell’Interno, non ha consentito l’ingresso illegale di clandestini nel nostro territorio …

    non farti meraviglia della Giustizia Italiana è quella che è, quello che mi da da pensare piu’ che altro sono le Notizie TACIUTE, cioè a quanto sembra la Giustizia non sempre è uguala per tutti, vabbè lo sappiamo, ma adesso pure le Notizie ufficiali con sentenze ufficiali Nascondono, ci dimostra che non siamo in una Repubblica democratica dove quanto meno dovrebbe esserci un minimo di libertà di parola se vi sono riscontri tangibili con cui raffrontarsi, vengono taciuti, ignorati o nascosti, questo in effetti è il 4 POTERE la notizia addomesticata o taciuta, ecco il perchè la voglia di regolamentare sempre piu’ internet con la scusa della sicurezza, si è giusto, ma insieme alla sicurezza tengono chiuso Pure Te, dìfferenze fra Vivere in Cina e vivere in Italia? non tanto visto che la Cina è molto, ma molto vicina.
    comunque per chi crede che vi sia ancora un barlume di liberta e di libero pensiero si legga la sentenza sotto, noterà che in effetti siamo delle persone italiche molto contradditorie con se stesse molte volte, non credete?
    Cassazione penale, sez. III, 14 giugno 2006, n. 31403

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *