Raffaele ha fatto blog - Live Sicilia

Raffaele ha fatto blog

Raffaele Lombardo ha un sito, un blog. Per capire la portata dello scoop ecco alcune semplici equiparazioni. Il blog di Lombardo (www.raffaelelombardo.it)  sarebbe come il nonno laziale di Totti. Sarebbe come Palermo ripulita dalla munnizza. Sarebbe come la mafia in Trentino. Una contraddizione esistenziale.
Lombardo sbarca sul web
di
10 Commenti Condividi

Raffaele Lombardo ha un sito, un blog. Per capire la portata dello scoop ecco alcune semplici equiparazioni. Il blog di Lombardo (www.raffaelelombardo.it)  sarebbe come il nonno laziale di Totti. Sarebbe come Palermo ripulita dalla munnizza. Sarebbe come la mafia in Trentino. Una contraddizione esistenziale.

Nulla di male. Per tutti sia giustamente e democraticamente percorribile la strada della blogsfera e delle magnifiche praterie web. E’ che Raffaele Lombardo ha l’identikit dell’amanuense stampato a carne viva tra occhi e stanghette. Giammai lo immagineremmo al cospetto di una tastiera. Più volentieri lo vediamo, con un pennino d’oca accanto a una sconfinata risma di carta. Grafia fitta, da giureconsulto o da esponente della scuola poetica siciliana. E, alla fine della ponderosa scrittura, un bel sigillo di ceralacca.

E poi non era Lombardo – ricordiamo a malapena e non vorremmo sbagliarci – colui che disse di amare il trattore della campagna che sigillava le orecchie e le proteggeva dal ronzio molesto delle chiacchiere dei clientes? Dunque, un giureconsulto dei tempi andati (sia detto come un surreale complimento) che, oltretutto, fisicamente e per verba, non mostra una chiara propensione alla socialità, che diavolo ci fa in un blog? Lo stesso protagonista di questa che parrebbe una novella e invece è storia vera, suo malgrado e infatti, ammette: “E quindi mi piace iniziare con una confessione: le nuove tecnologie, internet e il web e i computer, come sanno quelli che mi conoscono, non sono certo il mio forte. Io sono uno di quelli che privilegiano ancora la penna per esprimere il proprio pensiero in forma scritta”. Solidarietà assoluta al governatore. Immaginiamo le sue contorsioni a petto di un mondo che non conosce, lui così avvinghiato alla classicità delle forme e dei baffi. Immaginiamo soprattutto lo sforzo che più di ogni cosa gli sarà costato uno stranguglione e un fioretto (ma che ci vuoi fare? E’ la dannata politica!) : tentare di rendersi simpatico al volgo elettorale.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    Non sarà stato mica consigliato da Miccichè ?

    Poveretto…vi immaginate quanti impropri gli arriveranno sul suo blog!!

    invece di fare il blog dovrebbe fare il bottooooooooo

    bhè…. forse così i suoi alleati potranno finalmente confrontarsi con il signore e padrone della Sicilia. Ma a patto che:
    dicano sempre e solo sì;
    non si permettano di dissentire;
    non abbiano opinioni;
    non cerchino il confronto…..

    se ha aperto un blog significa che ha qualcosa da dire senza tema di essere smentito. un bell’esempio sulla strada della trasparenza

    Io non lo vedo proproio il Presidente che perde il suo “prezioso tempo” a leggere e/o rispondere a chi scrive sul suo blog. Incaricherà qualcuno…

    seeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee…………….. perchè non inizia ad esempio a spiegare come mai non è riuscito a fare come gli è stato espressamente chiesto dalla corte dei conti le nomine dei direttori generali? perchè non prova a spiegare perchè ha cambiato per tre volte in meno di due anni il cavallo?
    perchè non spiega ai siciliani la verità sul perchè sta chiudendo l’arra?
    perchè non ci spiega come mai ha votato, al parlamento nazionale, lo sta bene alla legge sul federalismo fiscale che metterà in ginocchio tutte le regioni del sud?
    perchè non ci racconta come mai ancora, dopo due anni non è riuscito ad impegnare un solo euro della programmazione 2007/2013?
    perchè non spiega all’Italia intera che fine hanno fatto le somme impegnate da Cuffaro, poco prima delle dimissioni, per il risanamento e la messa in sicurezza della collina di Giampilieri?
    Perchè non prova a dirci, senza fare tagedie e vittimismi, perchè ha tagliato la sanità pubblica e i piccoli laboratori di analisi e ha raddoppiato i soldi alle grandi cliniche private? se vuoi proseguo…….

    Appena ho saputo dell’apertura del blog, mi sono premurato a fargli una domanda:
    “Presidente Lombardo, lei venendo ad Agrigeno, ebbe a dichiarare davanti alle telecamere UN RIGASSIFICATORE SOTTO LA VALLE DEI TEMPLI MAI! (dichiarazione registrata.)
    Tornatosene a Palermo ha dato via libera all’ecomostro in zona archeologica, mentre ha bloccato quello di Priolo in zona industriale (evidentemente all’elettoraro della Sicilia orientale ci tiene).
    Mi dà una risposta per favore?
    Fino ad oggi alle ore 13,33 “l’illustre” governatore non ha ancora risposto.

    posizioni preconcette contro il presidente lombardo, qui e altrove

    Si si…preconcette… sieteifantastici voi support del Lombardo, ormai parlate come lui in emulazione del vostro e della minoranza dei Siciliani Presidente. Ti
    prego tina pica continua che e’ giusto che tutti I cittadini sappiano, come Lombardo ha ataccato a tutti I siciliani l’anello al naso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *