"Regione, a rischio pensioni e stipendi" - Live Sicilia

“Regione, a rischio pensioni e stipendi”

La denuncia della Cgil
di
28 Commenti Condividi

“Le casse della Regione sono a secco di liquidità e questo mette a rischio il pagamento di stipendi e tredicesime per il personale della Regione”. La denuncia è di Fp Cgil Sicilia dopo che in queste ore è stata riscontrata la difficoltà per le casse regionali a procedere con il pagamento delle tredicesime che avrebbero dovuto essere versate ai lavoratori proprio in questi giorni. “Sembra esserci una difficoltà concreta nel recepimento delle risorse e dagli uffici non arrivano segnali incoraggianti. Chiediamo all’assessore Chinnici e al dirigente Bologna di verificare la situazione per rassicurare i lavoratori rispetto al percorso che il governo intende seguire per garantire il pagamento delle spettanze”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

28 Commenti Condividi

Commenti

    sono addolorata …
    l’idea che il governatore non possa percepire la tredicesima mi getta nel più profondo sconforto

    Serie: PROFEZIA MAIA

    Casse vuote?

    “E’ il Segnale: cominciate a pregare!

    Avi a dolere per dire AHI!!!!!! Ci sono tanti esseri umani Lavoratori (con la L maiuscola e non lavoratori regionali) privati non soltanto dello stipendio e della tredicesima. Lavoratori della Formazione Professionale (di cui si è abusato e si abusa tuttora) senza stipendi da più di un anno in quanto CHI DETIENE IL POTERE HA DECISO CHE PRIORITA’ E’ PAGARE SEMPRE IL PERSONALE DELLA REGIONE E, QUINDI I SOLDI DELLA LEGGE 24 STORNATI ANCHE PER PAGARE GLI STIPENDI DEI REGIONALI. Adesso non ci sono più soldi NEANCHE PER LORO. CHE SI ARRANGINO E COMINCINO A METTERE QUALCOSA DA PARTE PER IL LORO FUTURO IN QUANTO A BREVE SEMPRE PIU’ TANTI LAVORATORI ONESTI NON SARANNO PIU’ IN GRADO DI PAGARE LE TASSE CON CONSEGUENTE FALLIMENTO DELLA NOSTRA AMATA REGIONE.

    Messaggio per tutti coloro che gioiscono del rischio pagamento stipendio e tredicesime per i dipendenti regionali: spero ardentemente che anche le vostre famiglie comprese figli e figlie rischino di trascorrere le prossime festività in tristezza ed angoscia

    Però in compenso il Governatore Lombardo ritiene “appena decente” la sua indennità di 15.000 €.. E mi chiedo inoltre, da dipendente ligio, non fannullone, entrato nell’Amministrazione regionale con due concorsi da ben 25 anni, che fine hanno fatto i nostri emolumenti? Quali consulenze, quali storni sono stati compiuti per pagare chi o cosa? Però in compenso leggo stamani su un quotidiano, che l’assessore al Territorio caldeggia la malsana proposta del suo collega Armao di vendere a privati le coste e immobili dell’Azienda Foreste Demaniali e affidare a privati i boschi siciliani. Non c’è limite alla follia….

    messaggio per tutti quelli che gioiscono alla notizia, specialmente quelli che non pagano tasse perchè fanno tutto in nero: se noi non possiamo spendere perchè non ci pagano voi puzzerete di fame e una conseguenza.

    questo governo ci sta portando nel baratro più profondo lombardo solo tu puoi salvare l’isola fai come ha fatto berlusconi dimettiti, fai altro la politica non è cosa tua

    Risposta per sandro.vb e salvo.

    NON AVETE CAPITO NIENTE O COME TUTTI FATE FINTA DI NON SAPERE: GIA’ I LAVORATORI DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE E LE LORO FAMIGLIE COMPRESO FIGLI E FIGLIE PATISCONO DA PIU’ DI UN ANNO IN QUANTO NON PERCEPISCONO LO STIPENDIO SIN DA GENNAIO 2011 E PASSERANNO IL NATALE SENZA STIPENDI PASSATI (CHE I REGIONALI HANNO GIà PRESO) NE’ TREDICESIMA. IN MERITO POI AL PAGAMENTO DELLE TASSE LE ABBIAMO SEMPRE PAGATE COME TUTTI I LAVORATORI DIPENDENTI. MA DAL MOMENTO CHE NON SIAMO PAGATI NON SAREMO PIU’ NELLE CONDIZIONI DI PAGARE LE TASSE E QUINDI MANTENERVI.
    IO NON GIOISCO PERO’ CONTINUO A DIRE: AVI A DOLERE PER DIRE AHI!!!!!!

    VENDIAMO TUTTO, COSTE, PARCHI, RISERVE,BOSCHI, in modo da rimpinguare le casse ed assumiamo altri consulenti.

    ….e si vuole ancora assumere…..con questi chiari di luna?

    Io non ne gioisco ne mi interessa, io guardo il mio, almeno cosi mi hanno insegnato… purtroppo il mio “stipendio” non mi viene dato da 7 mesi, e per la mia famiglia, moglie e figlio, unica fonte di reddito e devastante…. diciamo che ormai sono nel baratro…..
    per i regionali mi dispiace moltissimo

    volevo solamente ringraziare il grande nostro Governatore lombardo”anzicchè pensare alle accise della benzina,
    pensi agli operatori della formazione professionale…
    grazie anche al grande albert e al grande professorissimo centorino
    grazie buon natale..

    Peggio della politica e dell’antipolitica c’è solo l’intreccio predatorio delle caste. E il reticolo delle persone che contano d’entro la politica e di quelli che contano fuori della politica mai come in questo momento è stato così forte ed esteso. Però, Monti continua a dire che parlare di macelleria sociale è soltanto uno sprecare fiato, un luogo comune. Mentre la parola equità, a testimonianza della sua lunga coda di paglia, si affaccia sulle sue labbra più spesso di quanto si vorrebbe sentire. Inoltre fa ironia. Rimbrotta i politici. Si diletta a sottolineare che lui, da tecnico, non soffre delle vertigini elettorali. Si compiace, insomma, di fare, con la sobrietà che tutti gli riconoscono, il primo attore. Un incantatore di serpenti che attinge a pieni mani alla sua esperienza e maestria di vecchio cattedratico. Un civettuolo che forse neppure nella sua lontana infanzia ha amato la maestrina dalla penna bianca. E tetragono, senza pensare al panico che sta inoculando tra la categoria più anziana e disagiata dello Stivale, cerca di fermare l’evasione con la tracciabilità della miseria. Perché questo è questo soltanto sarà il risultato finale di questa commedia all’italiana. Prima fa scappare i buoi dalla stalla e poi chiude la porta e fa la voce grossa. Facendo finta di non sapere, ma nessuno lo sa meglio dell’economista Monti, che gli evasori sanno districarsi bene in ogni circostanza. Specialmente se, come in questo caso e come avviene puntualmente tutte le volte che si fanno proclami di questo genere, gli annunci precedono di molto i provvedimenti. Loro, gli evasori, hanno dotti commercialisti ed avvocati fiscalisti che sanno come consigliarli. E già la grande evasione ha preso la strada dei paradisi fiscali. Non per niente la stretta avverrà (anche quando a venire strizzato sarà il pensionato più ricco d’Italia: 90.246 euro al mese, circa 3008 euro al giorno) strizzando i soliti noti.

    Serie: Warum stehen wir heute hier?

    Perché anche la miseria è un’eredità!

    Spero che ve la caviate vittime consapevoli di situazioni paradossali; di una politica fallimentare.Peccato la Sicilia se fosse stata gestita con criterio poteva essere la più ricca isola al mondo. Avessimo avuto noi del nord le bellezze naturali Vostre con la conseguente attrattività turistica.Infornate di dipendenti regionali a centinaia di migliaia ora sono una zavorra che (purtroppo) vi e ci tirerà a fondo nel vostro bellissimo mare.L!acqua oramai è alla gola.
    Questo vale anche per parecchie Regioni del centrosud.La libertà si conquista con la testa alta e,non china al politico di turno.Un antico adagio che tutti conoscono dice:chi è causa del suo male pianga se stesso.Azzeccato vero?
    Augurissimi a tutti noi,ce nè bisogno!!!!

    @piergiovanni, se avessimo in sicilia l’esercito di statali che avete al nord, che fanno quello che da noi fa un battaglione di regionali,staremmo meglio pure. il fatto è che per garantire gli stipendi del nord la sicilia versa 13 miliardi all’anno, lo stato per garantire gli stipendi da noi non versa nulla. poi noi ci mettiamo del nostro, vedi la vendita del Banco di sicilia, i cui effetti sono quelli che hanno messso sul piano della liquidità in crisi le nostre casse. i 300 milioni di irpef che dallo stesso venivano alla nostre casse, col fatto che Unicredit ha sede legale a Milano ora vanno lì. chi dobbiamo ringraziare? Lombardo? Lo Bello il grande industriale che da presidente della banca ha definito questa porcata?, anche Monti ci ha messo del suo con la riduzione dell’acconto Irpef. ma a che servito ridurre l’acconto quando lo stesso era già versato , per poi a febbraio restituirlo? morale 80 milioni di euro in meno di introito cash alla regione. E allora chi è causa del suo mal pianga se stesso, e stai tranquillo che aspettiamo il momento in cui torneremo ad usare le matite.

    Lombardo e i suoi tirapiedi sono riusciti nel loro infernale piano, quello di spaccare tutti i partiti e tutti i sindacati, distruggere la formazione, paralizzare l’Amministrazione con Burocrati messi li per tale scopo per raccogliere i cocci e i frutti, ma anche quelli che lo hanno aiutato adesso si renderanno conto del male che ha fatto alla nostra ISOLA.
    SE veramente gli operatori della formazione e i loro pseudi sindacati vogliono ottenere qualcosa, basterebbe bloccare le Ragionerie di ogni ASSESSORATO e si renderebbero conto che appena vai a ledere alcuni diritti della CASTA troverebbero risposte immediate.

    Per me sono situazioni da “oggi le comiche”. Tutti contro tutti a torte in faccia. La regione , come tutti gli enti di governo del territorio, sono pagati dai cittadini. L’assunzione, il merito, la quantità, l’organizzazione dei dipendenti, dal più alto dei dirigenti al “misero usciere dell’assemblea siciliana”, sono gestite da persone che non hanno mai pensato al buon funzionamento dell’ente ma solo ad interessi personali e/o di parte (politica e/o mafiosa). Se mancano i soldi vuol dire che il sistema Regione così non và.
    Soprattutto perchè per pagare tuta questa massa di persone (lavoratori corretti o meno) devi sempre andare a chiedere al cittadino di pagare questi stipendi.
    E’ evidente che se ad ogni campagna elettorale si creano nuovi precari (giovani o vecchi amici di chi sta al potere) e si stabilizzano vecchi precari che non hanno nessun titolo o di cui non c’è bisogno è lapalissiano che si stanno bruciando risorse.
    Noi cittadini abbiamo bisogno di essere amministrati, non presi per il culo…
    E per amministrare ci vogliono persone competenti. A quanto pare alla regione non si è più sicuri di ricevere lo stipendio. Non sarebbe meglio che lavorassero tutti a gratis come molti dei cittadini che aspettano mesi lo stipendio dopo aver dato sangue e/o vengono messi in cig e/o in mobilità?
    Mi domando: se questa è la situazione non è meglio andare a rivedere tutto il processo che ha portato a questo sfacelo, trovare i responsabili e metterli alla gogna?

    Come sempre la guerra dei poveri!
    Tristissimo vedere come alcuni concittadini invidiosi siano felici di questa notizia!
    Mah, rendetevi conto quanto siete tristi e disperati. Ricordate che la vostra invidia non paga e non vi farà stare meglio.
    MEDITATE invece di scrivere solo per sfogare la vostra rabbia ed invidia eterna!

    Che c…te, stamattina ho avuto l’accredito della tredicesima !

    Vorrei solo che non si facesse, strumentalmente, confusione tra la casta ed i dipendenti, tra le competenze, le azioni della casta e quelle dei dipendenti. I soldi che sperpera la regione non sono spesi dai dipendenti ma dalla casta!!! i dipendenti hanno solo la colpa di essere stati assunti, di lavorare, di applicare leggi, regolamenti e circolari e di aspettarsi lo stipendio. se le cose non funzionano e la burocrazia è farraginosa la colpa non è dei dipendenti ma della casta!!!!!
    E, non giustifica, ma se licenziassero tutti i dipendenti regionali e/o pubblici, gran parte delle attività commerciali siciliane chiuderebbero i battenti immediatamente. credo che in Sicilia non ci siano molte altre fonti di reddito ed in ogni caso i regionali spendono e spendono in sicilia!!
    Non cominciamo a fare la guerra tra poveri, non aiuta nessuno e si fa il loro gioco!!!

    Parassiti….la pacchia e’ finita con l’inizio della crisi, non c’e’ più’ cosa tassare per mantenervi!

    Per ernesto: alla faccia tua e di tutti quelli come te questa mattina hanno accreditato stipendio e tredicesima. LA TUA INVIDIA E’ LA MIA FORZA

    E’ arrivato oggi 15 dicembre. Stipendio 1.150 circa e tredicesima 1.000 circa. Regionale laureata che lavora e che non se la passa poi tanto bene con poco più di mille euro al mene. Non ho mai chiesto niente a nessuno. Mai rubato niente. Mai scesa a compromessi. Di persone in gamba qui dentro ce ne sono tante, costrette a sopportare anche i tanti nullafacenti portati dalla politica. Bisognerebbe SUL SERIO trovare il modo di fare andare avanti chi lavora con impegno e dedizione e mandare a casa chi considera il lavoro pubblico una sinecura.
    Sono la prima a volere un sistema diverso.

    Guerra tra poveri. Domani ne parliamo a mente fredda. Saluti.

    Allora, dispiace sempre che qualcuno non prenda lo stipendio, però in Sicilia ci sono poco meno di 20000 dipendenti regionali per 5 milioni di abitanti… In Lombardia ci sono circa 3200 dipendenti regionali per quasi 10 milioni di abitanti… E, tra l’altro, i servizi pubblici lì funzionano decisamente meglio.

    Quindi, sostanzialmente, per ogni 250 abitanti (considerando anche anziani e bambini eh!) in sicilia c’è un dipendente regionale. In Lombardia ce n’è uno ogni 3125 abitanti.

    Come la spiegate questa cosa?

    @ Piscitello

    Ci sono due motivazioni:
    1) Ci sono indubbiamente molti dipendenti regionali che non brillano per produttività;
    2) La Regione Siciliana ha competenze che nelle regioni a Statuto ordinario ricadono nella sfera di competenza statale.

    Quindi, 1) bisognerebbe allontanare (senza stipendio!) chi sta in ufficio a fare il solitario, 2) fare i confronti sommando per ogni regione il numero di dipendenti statali con quello dei regionali, facendo anche una proporzione con il numero di abitanti.

    vergogna
    Assunto alla Regione Siciliaa el l960x PUBBLICO CONCRSO
    £ prove scritte
    e 5 orali, classificatomi primo ) scritti 9 orali,
    mi trovo oggi sez la tredicesima e senza pensione.
    VERGOGNATEVI
    VERGOGNATEVI
    Fat wschifo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.