Governo, ipotesi rimpasto|E spunta anche Aricò - Live Sicilia

Governo, ipotesi rimpasto|E spunta anche Aricò

Dopo i ballottaggi cambierà la compagine di governo con l'ingresso di politici al posto dei tecnici. Anche Riccardo Savona è dato tra le new entry, in attesa dell'evolversi della situazione interna al Pd.
Regione
di
46 Commenti Condividi

Il conto alla rovescia per il rimpasto è partito. “Prima si fa, meglio è”, commentava ieri un alto papavero della maggioranza. In vista del voto anticipato di ottobre, infatti, la maggioranza vuole mettere benzina politica nel motore ingolfato del governo regionale. Il “Nuovo polo per la Sicilia” battezzato ieri da Mpa, Fli, Api e Mps lo ha scritto nero su bianco su un comunicato stampa: “L’aggravarsi della crisi economica nel Paese e nell’Isola impone l’assunzione di maggiori responsabilità per rafforzare la compagine di governo e affrontare con maggiore efficacia le emergenze sociali della Sicilia”. E rimpasto sia, dunque, subito dopo i ballottaggi. A far spazio in giunta sarà qualche tecnico, per il quale si troveranno altre destinazioni. Per Gaetano Armao, per esempio, si parla di un futuro al vertice dell’Irfis, ipotesi raccontata nei mesi scorsi dal mensile S e tornata a circolare sulle pagine dei quotidiani. Con lui dovrebbero uscire dalla giunta altri tecnici per far posto ad almeno un esponente del neonato Mps, sarà Riccardo Savona (a quel punto uscirebbe Uccio Missineo, vicino all’Mps), e a un paio di politici dell’Mpa. I due nomi più quotati tra gli autonomisti sono quelli del numero due del movimento, Lino Leanza, e del deputato messinese Carmelo Lo Monte. Fli, che ha già due assessori, potrebbe mantenere in squadra uno dei due tecnici, il messinese Daniele Tranchida, mentre al posto di Sebastiano Di Betta potrebbe fare il suo ingresso in giunta Alessandro Aricò, deputato regionale che ha rappresentato il “Nuovo polo” alle amministrative di Palermo.

Più complessa la partita per il Pd, che in chiave rimpasto dovrà prima chiudere le questioni interne legate alla segreteria di Giuseppe Lupo, per parlare con un’unica voce al tavolo degli alleati. Da quelle parti, i nomi circolati nei mesi scorsi per un eventuale toto-assessori sono quelli di Baldo Gucciardi o Franco Rinaldi, per la corrente Innovazioni, e di Antonello Cracolici.

È curioso, forse, che un governatore quasi dimissionario, che ha già pubblicamente annunciato l’intenzione di togliere le tende anzi tempo per portare la Sicilia al voto a ottobre, proceda proprio adesso al rimpasto. Ma i risultati elettorali delle ultime amministrative inducono gli alleati a questo genere di scelta. Perché se l’Mpa ha tenuto, e Fli, Palermo a parte, ha ottenuto risultati confortanti, l’impressione è però che il governo dei tecnici non abbia scaldato più di tanto il cuore degli elettori. E il risultato della lista palermitana di Massimo Russo e Gaetano Armao ne è in qualche modo una cartina di tornasole. Da qui il rilancio del “Nuovo Polo”, che nasce in Sicilia mentre a Roma il Terzo polo muore per mano di Pierferdinando Casini. Come fa notare con un tweet il leader dei finiani Carmelo Briguglio, che lo ha definito “una innovazione politica aperta”.

Ma nel documento che saluta la nascita del “Nuovo Polo” ci sono altri due passaggi significativi. Il primo è quello che fa espressamente riferimento, nero su bianco, al voto in autunno, che malgrado gli scetticisimi delle opposizioni sembra farsi sempre più concreto, visto anche lo stato di salute non eccellente del Pdl. Il secondo passaggio, che fa il paio con l’aggettivo “aperto” usato da Briguglio nel suo tweet, è quello che si legge tra le righe in merito alle alleanze. Che per adesso guardano al Pd. Ma se da Roma ai democratici arrivassero altri input, più rivolti verso la foto di Vasto e quindi a un centrosinistra “tradizionale” (magari allargato all’Udc), ai nuovopolisti toccherebbe guardarsi attorno. E i nemici di oggi potrebbero diventare gli amici di domani. Sempre che, mentre nel Palazzo si discute di alleanze e alchimie, non arrivi un Leoluca Orlando su scala regionale a mandare a carte quarantotto i progetti dei partiti.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

46 Commenti Condividi

Commenti

    Al solito solo uomini logori e amanti del potere.
    La misoginia regna sovrana.
    Se le donne siciliane non saranno al governo difficilmente potremo tentare il riscatto di questa terra

    é questi dovrebbero essere il nuovo, scusate vado a vomitare.

    Ma non si doveva dimettere subito????

    ma come mai in questa ammucchiata manca team sud? E poi a che serve un rimpasto per arrivare ad ottobre, quando la pubblicazione del bilancio di ieri, ha messo a repentaglio la tenuta sociale e ambientale dell’intera regione? forse a fare in modo che i pochi cannestrini disponibili possano essere distribuiti in maniera più mirata agli amici e ai clienti a mezzo decreto? O forse è vera la voce del convincimento di Lombardo che lui è il padrone del quasi il 40% dei voti di Palermo, e che dipende da lui la sopravvivenza di molti, in base alla apertura e chiusura dei rubinetti? Intanto se Aricò diventa assessore, c’è la conferma diretta di come Lombardo abbia fatto votare Ferrandelli, e che Aricò era la foglia di fico a questa ennessima pagina ignobile della politica Lombardiana, e non lo dico io ma basta vedere i numeri. E in ultimo se Leanza diventerà assessore, verrà nominato vice presidente, e Lombardo non si dimetterà, ma al massimo si autosospenderà, consentendo di arrivare al 2013 a scadenza naturale, in barba a tutti, e a vantaggio dei periodi pensionistici pieni dei 90 inquilini del palazzo, ultima strenna di questo sciagurato governo.

    ARMAO LO MANDINO PURE DOVE VOGLIONO,MA LOMBARDO NON COMMETTA L’ERRORE DI IMBARCARSI TROMBONI DI CUI I SICILIANI HANNO GONFIE LE SCATOLE.
    PER QUEL POCO CHE CONOSCO LOMBARDO, IMMAGINO CHE NELLA VOGLIA DI GRANDE AMMUCCHIATA NON CI CASCA.
    SONO DELL’AVVISO INOLTRE CHE LOMBARDO SI ADEGUERA’ ANCHE IN TERMINI DI TAGLI NEL NUMERO DI CONSIGLIERI REGIONALI ED ASSESSORI ED A CADUTA CIO’ CHE NE DISCENDE ESATTAMENTE A QUANTO PREVEDE LA LEGISLAZIONE NAZIONALE IN ITINERE CHE TRA L’ALTRO CORRISPONDE ALLA VOLONTA’ DEI CITTADINI CHE CREDONO IN UNA POLITICA COSTRUTTIVA DI AIUTO PER UNA ITALIA MIGLIORE E CHE QUALCUNO DEI SOLITI NOTI STRUMENTALMENTE PROPAGANDA COME ANTIPOLITICA.
    INORRIDISCO AL PENSIERO CHE UN TIPO ALLA LO MONTE,AD ESEMPIO, CHE BRIGA CON UN TIPO COME CATENO DE LUCA DEBBA TORNARE AD ESSERE ASSESSORE DELLA REGIONE SICILIA, E L’ESEMPIO VALE ANCHE PER GLI ALTRI DI MEDESIMO TENORE.
    LOMBARDO NON E’ UNO SPROVVEDUTO E CIO’ MI CONFORTA.

    lombardo deve tenere pronto anche un posto per il suo amichetto ferrandelli

    Non credo proprio che ci sarà questo rimpasto.
    Qualcuno mi può spiegare che ci guadagnerebbe il PD ad appoggiare, dall’interno o dall’esterno, tal genere di governo balneare?
    Andiamo alle elezioni!!!!!!

    I nuovi Mostriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii Striscia la notizia pensaci tu!!!!
    Ne abbiamo ancora per poco coraggio Siciliani i mesi passano e le loro poltrone cominciano a diventare calde, ricordiamoci solo di non votare più questi soggetti in questioni.

    mi sa che se fa rimpasto non si dimette proprio. Pensano ancora che stare al governo sia un trampolino per avere più voti alle elezioni, invece da comune cittadino penso che oggi sia proprio il contrario,sono certo che sia penalizzante appartenere alla classe dei nemici del popolo a meno che non si vogliano fare clientele a iosa ma i soldi per farlo con gli assessorati non ci sono proprio più, ci sono solo le responsabilità del disastro da accollarsi.Gli ultimi pagheranno il fio.

    Ecco pronto il paracadute per Aricò…VERGOGNA

    Scusate? queste sono le persone che non dovremmo votare? oppure…..

    penso invece che al posto di tecnici finalmente le poltrone di assesso ri debbano essere occupate da gente capace di fare politica, ne e’ un esempio il governo nazional………: che ve ne pare? Quindi, anziche’ lamemtarvi di nuovi rimpasti, e’ sempre meglio sperimnentare nuovi assessori in vista delle elezioni, almeno avremmo un ulteriore metro di valutazione,

    @Amo palermo, invece di spararle grosse come gli elefanti, perchè non ti informi meglio sui FATTI? Ferrandelli avrà anche tra i suoi sostenitori persone che possono non piacere, ma purtroppo la politica è questo: il marcio c’è. Detto questo lui non ha mai avuto il supporto diretto di Lombardo, visto che lo stesso ha dichiarato che non avrebbe fatto votare Ferrandelli al ballottaggio! Fate pena, ne sento di tutti i colori e non sapete NIENTE. Se Fabrizio è appoggiato da Cracolici che a sua volta è alleato con Lombardo non vuol dire che Lombardo cammina a braccetto con Ferrandelli, ne si può dire che sia sua la responsabilità di alleanze fatte prima che lui entrasse in campo!!!

    pd ed mpa provano in questi mesi che li separano ad ottobre a recuperare un po di voti attaccati.I voti liberi avuti a palermo da orlando e quelli conservati per bianco a catania non li avranno mai. La migliore ipotesi probabilmente la stanno facendo dalle parti del centro destra (essendo in crisi profondissima), infatti stanno pensando di replicare il metodo nazionale cioè scegliere una persona alla Monti. con questa scelta, se abbiamo fortuna, potrebbe portare a provare a mettere in ordine nei conti disastrati della regione dopo i danni gravissimi prodotti da Lombardo e Cracolici (dirigenti esterni incapaci messi al posto di dirigenti interni con 30 anni di esperienza nei settori specifici e pagati extra, spesa comunitaria pari al 3-4 %, blocco di qualsiasi iniziativa e di programmazione, esercizio provvisorio scaduto e finanziaria incompleta).

    Burp!

    Era un versaccio.

    Come si potrebbe definire un governo del genere?
    Balneare? Che galleggia?

    vergognati lombardo non credevo che fossi cosi’ speravo in te sono un precario dei famosi 6.000 asu alle votazioni cambieremo musica

    Meglio Aricò al posto di Tranchida al turismo.

    Enzo1, è un piacere leggerti!!
    Analisi politica puntuale e senza fraintendimenti….
    Ma che mestiere fai oltre ad essere un ottimo politologo!!!!

    A quale numero di impasto e rimpasto siamo arrivati ? Scusate ma questa non è una vergogna oppure no ? Questi meritano la defenestrazione dal popolo se no dalle poltrone non si scollano. Vergognati Lombardo, VAI VIA……..

    Al via il saccheggio di governo! Che schifo!!!!!!!!

    Ma che centra Ferrandelli, ma lo mettete sempre in mezzo ,fate letteralmente pena e veramente umiliante Orlando per come lo conosco io , non merita gente come voi. Dopodichè non accetto questo rimpasto da parte di un governo che dovrebbe dimettersi.

    Chi usa il nome dell’avversario, chiunque sia, in questo modo , inapproppriato, è uguale a coloro che essi stessi criticano perchè appoggiano il governo Lombardo. Siete della stessa specie, gente non abituata a vincere che per una volta che vedono la possibiltà di farlo, non sanno far altro che buttare veleno e l’arroganza mischiata all’ingnoranza li fa lievitare nel vuoto che li circonda.

    La sinistra al governo…ma chi l’ha votata??????????
    Antonello Cracolici papabile assessore…ma chi lo doveva dire!!!

    e comunque non dimentichiamoci che l’assessorato al lavoro e alla famiglia, da dicembre è retto ad interim da Lombardo, per cui non mi meraviglierei di una soluzione minima e pressochè indolore: Leanza alla famiglia e vice presidente e Aricò al posto di Tranchida. Armao potrebbe andare all’IRfis, ma dal momento che il commissario gli ha bloccato il trasferimento di 800 milioni di euro per gestirsi il businiss del micro fotovoltaico e i 10 della patrimonalizzazione dei confidi, che va a fare? Se poi Lombardo incomincia a scambiare le cambiali elettorali (da Palermo Avvenire si aspettava il 3%, non si capisce se al netto dei voti di Greco), allora può anche darsi che Armao se ne torni a fare il ricercatore a scienze politiche.

    Concodo con in effetti
    Ad esempio e’ contraddittorio in modo palese l’argomento di Enzo: Arico’ assessore, voti a Ferrandelli.
    Ma che c’entra?
    Qualcuno potrebbe spiegarmi il nesso logico , se poi alle votazioni palermitane sappiamo benissimo DALLA viv CONSULTAZIONE delle schede che il centro destra e l’MPA HANNO VOTATO ORLANDO. HANNO VITATO ORLANDO, HANNO VOTATO ORLANDO. MA come si fa a farvelo ricevere nei neuroni ?

    NUN TE REGGAE PIU’

    @genio, aricò è stato il candidato sindaco meno votato dalla sua coalizione. qui nessuno sta dicendo che Ferrandelli abbia cercato o sia contento dei voti di Lombardo. Lombardo l’accordo non lo fa con e per ferrandelli, ma lo fa con cracolici e lumia, per vicende note a tutti e che poco hanno a che fare con la politica. la candidatura di Orlando li ha fatti impazzire, e ora rischiano, ma alla fine sarà così, di rimanere vittime di loro stessi a cominciare dalla legge elettorale, che nella loro diabolica maestria avevano concepito e approvata a loro uso e consumo. Ferrandelli al di la delle sue buone intenzioni, si ritrova vittima di questi signori, e se ci pensa bene, in fondo che possa vincere Orlando, per lui sarà un bene, perchè alla fine riuscirà a ricucire un rapporto dentro il suo habitat naturale, mentre se diventa sindaco, per quanto autonomo volesse essere, si ritroverebbe a dover essere anche il sindaco di questo governo regionale, grazie ai suoi big sponsor cracolici lumia. Io capisco la difficoltà a capire questa contorsione che in effetti è tale, ma non dimentichiamo che il re dei contorsionisti o se preferisci dei contorti guida il governo regionale.

    Enzo1 la sa lunga, pare informato e vicino, se non se non dentro…
    comunque Tim sud e PalermoAvvenire, alias Massimo Russo & company sono stati una delusione, evfidentemente al netto dei support3er polirtici alla on. Greco.

    Il Magistrato/Trino (TECNICO E ASSESSOREPOLITICO/: al BOLZANO!!!

    Massimo Russo un lavoro lo ha ,frutto dei suoi sacrifici e del suo intelletto, Altri amici di qualche ex Ministro della Giustizia e di tanti altri pataccari neanche iscritti ad albi professionali perche’ privi di titoli hanno il problema serio dell’occupazione ,dopo le prossime elezioni politiche e regionali.

    Presidenticchio del cavolo,continua a giocare con i Siciliani. E se non fosse per il quadro tragico, verso il quale ci ha portato, ci sarebbe anche da ridere. Purtroppo è un film sconfortante, quello che quest’individuo stà girando. Ma per fortuna stà per finire.

    AVETE DIMENTICATO DI RIFERIRE CHE E’ PRONTO ANCHE UN’ALTRO ASSESSORATO PER L’ALTRO TROMBATO DI LOMBARDO, OVVERO PER FERNANDELLI.

    Poco conta l’eventuale distribuzione di qualche piatto di lenticchie in casa Lombardo. Il nuovo polo nasce in Sicilia e il terzo polo muore a Roma perchè le soglie di sbarramento per coalizione sono calcolate su base regionale per il Senato e su base nazionale per la Camera, e quella per il Senato è doppia rispetto a quella della Camera.

    Ma come? Invece di andare a casa fa un governo do tre mesi ? Ma domo folli ?

    Sono contento di leggere che almeno una moltitudine di persone che ha votato Arraffaele,non lo voterà più…il suo(perché suo è…) partito sparirà…la cosa importante è questa,facciamogli fare ciò che vuole,tanto ne ha ancora per poco…poi lo rivedremo o dietro le sbarre o in un manifesto accanto a Bersani e company

    Bravo enzo1.
    Sono i soliti tatticismi del Rais di Grammichele per sopravvivere.
    E’ proprio chiuso nel bunker e si sta giocando le carte della disperazione ma sono le ultime.

    ecco iniziata la campagna elettorale…. tutti gli scarti degli elettori trovano un meritato posto in giunta regionale. Evviva il presidente!!!!!
    ormai lo schifo lascia il posto al grottesco…ma noi cari amici abbiamo la colpa più grande non vogliamo prendere a calci il c…. questi cialtroni e loro fanno e disfanno a loro piacere sulle nostre teste.
    se andiamo tutti a palermo io sono il primo!!!!!

    La lezione di Palermo (e non solo) non è bastata, non lo vogliono capire, mentono a loro stessi credendo di poter riuscire ancora a mentire all’elettorato; l’elettorato ha fatto finta di crederci perchè c’era il “grande padre” (Berlusconi, n.d.r.) che alla fine “pagava per tutti”, finchè è durata.

    Ormai la classe politica è abbandonata a se stessa e a qualche altro “grande padre” che però non pagherà per tutti. Loro lo sanno, ma anche se l’elettorato non lo sa l’istinto glielo ha sugerito, è il crepuscolo di un sistema, i giochi sono cambiati e loro (i politici) non riescono ad adattarsi, la tireranno alle lunghe nella speranza (vana) che qualcosa cambi a loro favore ma sbagliano, come sbaglia chi guida guardando lo specchietto retrovisore anzichè guardare la strada che ha davanti.

    Manca solo il Mago Zurlì..

    incredibile la nostra regione in mano a certa cozzaglia politica.

    io metterei insieme questo articolo e l’intervista all’ impresentabile Sen. D’Alia (commenti vietati chissa xkè) per avere la cifra della politica siciliana che non ha il valore neanche di quella di uno stato dell’Africa Centrale. Rimpastai, saltiimbanco, bandiere al vento, incapaci e menzonnieri. Ho un colato di vomito e la bile mi va a 1000 solo a vederli in foto. Grrrrrrrr!

    Tutte le nostre interviste sono senza commenti. Saluti.

    Due semplici valutazioni dall’analisi del voto: 1) un candidato che aveva fatto proclami di risultati strabilianti, ha fatto un enorme flop ma dovrebbe portare a casa un assessorato in Regione estromettendo l’assessore del medesimo schieramento; 2) i rimpasti non si fanno mai in prossimità del voto per asssenza totale di utilità.
    Conclusioni. Vedo manovre in atto più per le prossime politiche (emarginare persone perbene che si erano spese a suo tempo per chi non ha speso nulla alle amministrative, se non curare il proprio futuro) che per il passaggio regionale, il quale, appunto, coinciderà con le politiche.
    Concordo comunque con Kiter66 e Enzo1

    basta!!! ancora parla di partiti! buffone

    Pensi ai propri guai e si tolga dagli gabasisi una volta per tutti. Imbroglione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.