Rimpasto, le condizioni di Sc| "Discutiamo di tutta la giunta" - Live Sicilia

Rimpasto, le condizioni di Sc| “Discutiamo di tutta la giunta”

Il documento dell'assemblea: "Eserciteremo le nostre prerogative di governo".

COMUNE DI PALERMO
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Non due assessorati ma una discussione sull’intera giunta, e ancora cultura, energie alternative e costa sud. Sono questi i temi su cui Sinistra Comune lancia il guanto di sfida non solo al sindaco Orlando, ma a tutta la maggioranza di Sala delle Lapidi. Ieri, nel corso di un’assemblea, il movimento che a Palermo raccoglie tutte le anime della sinistra cittadina ha scoperto le carte in vista del rimpasto di settembre.

“In nessuna sede Sinistra comune ha chiesto due assessorati, come riportato da alcuni organi di stampa. Se la proposta di Sinistra Comune si vuole semplificare con un numero, allora abbiamo detto ad Orlando che pretendiamo di discutere su tutti gli otto assessorati, nel senso che vogliamo esercitare in modo completo ed esaustivo la nostra prerogativa di governo”, si legge in una nota di Sc. Una presa di posizione per certi versi attesa, dopo le tensioni che hanno percorso il Comune all’indomani delle nomine sulle partecipate: non è un mistero che il nome di Michele Cimino all’Amat, fatto da Sicilia Futura, non sia andato giù alla sinistra. Una decisione che il sindaco ha preso ignorando le proteste di Catania e compagni, cosa che ha fatto esplodere le polemiche e portare al rinvio a settembre.

In vista del braccio di ferro che si terrà alla fine dell’estate, però, Sinistra Comune ha deciso di porre le sue condizioni. “Dai rifiuti alla mobilità urbana, dai servizi all’infanzia all’utilizzo delle risorse extracomunali: sono temi che devono diventare la vera sfida di una nuova giunta della città – continua la nota – Ci deve essere completa sintonia tra l’azione politica sulle grandi scelte di campo, il diritto alla mobilità umana e più in generale i diritti civili, e la gestione amministrativa della città; per questa ragione diventa sempre più urgente avviare il rilancio all’azione di governo su cui, in quest’ultimo anno, registriamo evidenti criticità”.

L’assemblea ha rinnovato il mandato alla delegazione perché continui a confrontarsi con Orlando. “In attesa dei tempi di maturazione della proposta complessiva del sindaco, su cui sarà chiamata l’assemblea di Sinistra comune ad assumere una decisione, intendiamo continuare ad esercitare l’ iniziativa politica organizzando, subito dopo la pausa estiva, tre iniziative pubbliche su tematiche caratterizzanti il nostro programma: quale cultura dopo l’anno 2018, energie alternative e sviluppo locale, riqualificazione della costa sud”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    ci fossero 2 righe e dico 2 sui disservizi degni di favelas brasiliane!!!non esiste una aiuola, un marciapiede, una strada, un tombino che non sia ricolmo di rifiuti di ogni tipo. non esiste una strada e un marciapiede in condizioni decorose e non pieno di avallamenti e “scaffe”, le potature sono all’anno zero, il numero dei portoghesi sui mezzi amat imbarazzante, il rispetto del codice della strada pari a zero su tutto il territorio comunale, la situazione della costa piena di abusi edilizi vergognosa, il livello di degrado delle coste pure tra un lido e un altro nella zona dell’addaura vomitevole!!!! e soprattutto alla base di tutti questi disservizi c’è il totale lassismo di chi dovrebbe controllare e far rispettare le leggi e i regolamenti!!!niente videosorveglianza nascosta, niente polizia ambientale che giri in borghese h24 speciene nelle ore serali per beccare in flagranza i porci!!!nulla di nulla!!!vergognatevi…

    Sinistra Comune e Giusto Catania vogliono solo entrare in Giunta. Una volta conquistate le poltrone finiranno di protestare e ingoieranno tutto quello che deciderà Orlando, come è già successo nella scorsa consiliatura. Catania sa benissimo che con questa maggioranza, stile prima repubblica, si può solo tirare a campare. Tutti i suoi bei progetti sono solo il pretesto per avere qualche comoda poltroncina

    ma chi sono? quelli che difendono rom e immigrati? ma iativinni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *