Rubato il giglio di Santa Rosalia| I cittadini: "Siamo indignati" - Live Sicilia

Rubato il giglio di Santa Rosalia| I cittadini: “Siamo indignati”

La statua di Santa Rosalia senza il giglio

di MONICA PANZICA Dopo il furto del giglio d'argento dalla statua di Santa Rosalia il carro collocato a Porta dei Greci viene osservato con incredulità dai palermitani: "Superato ogni limite".

Palermo, Foro Italico
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – Dopo aver salito quegli scalini ed aver osservato bene le mani della statua, i palermitani sono increduli. Di fronte a quello che definiscono uno “scempio” restano a bocca a perta e allargano le braccia: “Non c’è più niente da fare, questa città non ha limiti”, dicono Luigi Giordano e la moglie Elvira Napoli. Sono tra i tanti cittadini che in questi giorni si sono recati davanti a Porta dei Greci, al Foro Italico, per constatare coi loro occhi che anche la patrona di Palermo è finita nel mirino.

Il carro collocato nei pressi di piazza Kalsa dal giorno dell’ultimo Festino, fa così da sfondo all’ennesimo amaro episodio che si verifica in città. “Ne sentiamo ogni giorno tante – afferma Mario Caracausi, che passeggia dopo aver preso un gelato – ma questa ci mancava. Non si sa più se ridere o piangere, anche quello che dovrebbe essere sacro diventa preda per facili guadagni”.

Il giglio che Santa Rosalia teneva stretto nella mano destra era stato realizzato in ottone argentato dal maestro orafo Michele Matranga e dal maestro argentiere Benedetto Gelardi. A disegnarlo, Domenico Pellegrino: è stato lo stesso artista, alcuni giorni fa, ad informare gli utenti di Facebook del furto.

“Non ci sono parole – dice Concetta Garufi -. Io abito qui in zona e sono indignata per quello che ogni giorno vedo. Commercianti abusivi, posteggiatori, bambini lasciati in balìa della strada. Il carro ultimamente è anche stato circondato dai rifiuti, si formano vere e proprie discariche a cielo aperto intorno. E pure la statua ora è stata presa di mira. Sono indignata e mi vergogno di essere palermitana”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Avete il sinnaco Ollando e Giusto Catania quelli hanno abbandonato Palermo,pesano solo a poltrone extracomunitari e piccioli

    Questi stupri, perché di questo si tratta, sono opera del Male, che ormai imperversa e crede di poter fare da padrone. Sono Siciliana purosangue, me ne vanto e ne sono orgogliosamente fiera; sono, quindi, particolarmente colpita dalla notizia e mi sento di esprimere a Palermo e ai Palermitani tutta la mia vicinananza e la mia rabbiosa indignazione. Però, nel contempo, vorrei spronarli a non rassegnarsi mai alla mala politica (da qualsiasi schieramento venga), a chi usa ed abusa della pazienza dei cittadini e, soprattutto, di NON VERGOGNARSI MAI DI ESSERE SICILIANI E PALERMITANI!!!!!!!!!!!! SONO ALTRI QUELLI CHE DOVREBBERO VERGOGNARSI; LORO LO SANNO BENISSIMO, MA IL GUAIO E’ CHE LORO NON CONOSCONO LA VERGOGNA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *