San Berillo: droga e soldi |La nuova roccaforte dello spaccio - Live Sicilia

San Berillo: droga e soldi |La nuova roccaforte dello spaccio

Il rione è finito sotto la lente d'ingrandimento degli agenti. Ecco chi controlla lo smercio di erba.

OPERAZIONE POLIZIA
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – Operazione antidroga a San Berillo: in manette un pusher gambiano. L’antico rione, nuova roccaforte dello spaccio di erba, torna al centro della cronaca con un nuovo arresto per droga.

LA CRONACA Ieri sera la Polizia di Stato ha arrestato un cittadino del Gambia Ceesay  Babau, classe1991, per il reato di detenzione ai fini di spaccio e spaccio continuato di marijuana. I fatti si sono svolti intorno alle ore 22:30, quando più equipaggi delle Volanti sono intervenuti  nel rione San Berillo Vecchio, e precisamente in quel groviglio di viuzze che circonda via delle Finanze, dove alcuni cittadini del Gambia hanno da tempo messo su una grossa piazza di spaccio di droghe leggere che serve i giovani frequentatori della “movida” catanese. Tra il fuggi fuggi generale, gli agenti, con non poche difficoltà, sono riusciti a inseguire il ragazzo che poco prima di essere acciuffato dagli agenti ha lasciato cadere per terra due involucri contenenti  85 grammi di marijuana.  Altri involucri contenenti erba sono stati rinvenuti sul ciglio della strada in cui il gambiano sostava con gli altri complici. Lì gli agenti hanno recuperato 200 grammi di “erba”.  Inoltre gli agenti hanno rinvenuto nello zainetto che portava l’uomo sulla spalle 780,00  euro in banconote di piccolo taglio, che sono stati sequestrati perché provento dello spaccio praticato fino a quel momento.

 

LA PIAZZA DI SPACCIO Un più congruo bottino è quello ottenuto quando vedette e pusher levano le tende intorno alle 5 mattino. Secondo i calcoli degli agenti il giro di affari sarebbe voluminoso e per questo necessita di numerose braccia. Per questo nel rione si stanno aggregando sempre più connazionali che girano sempre con piccole dosi di droga proprio perché consci del fatto che l’attività di spaccio in questo modo è più difficile da provare e da punire. Nulla è lasciato al caso. Alcune novità dipendono anche dalla tipologia di marijuana venduta: la skunk, composta da germogli ognuno dei quali corrisponde ad una dose. Per tale ragione non occorre più che la droga venga precedentemente “steccata”, basta consegnare all’acquirente un germoglio, magari avvolto sul momento in un involucro di fortuna. Gli spacciatori del posto inoltre sono agevolati anche dalla particolare conformazione toponomastica della piazza di spaccio e dalla presenza di vedette poste ad ogni angolo del rione, visibili già dalla via Sangiuliano per chi da un’occhiata a via Delle Finanze. Nonostante tutto gli agenti di polizia sono riusciti ad individuare lo spacciatore e non perdendolo mai di vista a coglierlo nell’attività di spaccio, riuscendo quindi a bloccarlo e  nonostante la forte resistenza  trarlo in arresto. Il P.M. di turno, informato dell’arresto, ha disposto per il Ceesay, il cui attuale status è quello di richiedente asilo, la conduzione alle camere di sicurezze in attesa del giudizio direttissimo.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *