Sanità, tutti i nomi in corsa | Ecco i manager più quotati - Live Sicilia

Sanità, tutti i nomi in corsa | Ecco i manager più quotati

Gli elenchi da cui saranno scelti i direttori del servizio sanitario e le indiscrezioni sulle destinazioni

Il documento
di
20 Commenti Condividi

PALERMO –  E dopo la rosa arrivano le indiscrezioni sui nomi più più quotati. La commissione di selezione ha varato gli elenchi dei papabili manager delle aziende sanitarie della Regione. Ora la palla passa alla giunta che selezionerà i nomi dei direttori generali sulla base di scelte e valutazioni discrezionali. E, tra gli elementi che potrebbero portare il governo alla scelta delle guide delle aziende ospedaliere c’è senza dubbio l’apprezzamento delle forze politiche che formano il governo Musumeci.

A Palermo, stando ai primi nomi che circolano, potrebbe cambiare tutto. Daniela Faraoni, vicina agli ambienti di Forza Italia e al suo commissario Gianfranco Miccichè, è la più quotata per la successione ad Antonio Candela per la guida dell’Asp 6. Due nomi vicini ai centristi ex cuffariani si dividono e contendono la guida dell’Arnas Civico: Maurizio Montalbano e Roberto Colletti. Montalbano è il più quotato e così per Colletti sarebbe pronto un paracadute: diventare manager del Policlinico. Al Villa Sofia- Cervello dovrebbe andare invece Maria Furnari. Questo assetto potrebbe essere però alterato dato che Gervasio Venuti è quotato per una degli ospedali del capoluogo fra il Villa Sofia- Cervello e il Policlinico.

Paolo La Paglia, attuale commissario dell’ospedale Papardo, potrebbe rimanere a Messina per guidare l’azienda provinciale della città dello Stretto. Figura fra i manager graditi alla politica Angelo Aliquò che andrebbe alla direzione di una Asp più piccola come quella di Ragusa. Tra i nomi a cui potrebbe andare una poltrona c’è pure quello di Giorgio Santonocito che, stando alle indiscrezioni, è primo in lista per guidare l’Asp di Catania. Ma nell’elenco dei papabili per l’azienda metropolitana etnea c’è anche Antonio Candela.

Ma ecco tutti i nomi azienda per azienda

ASP PALERMO: Vincenzo Barone, Antonio Candela, Roberto Colletti, Fabio Damiani, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Silvio Falco, Daniela Faraoni, Massimo Giupponi, Pietro Grasso, Giuseppe La Ganga, Paolo La Paglia, Giovanni La Valle, Mauro Maccari, Walter Messina, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna e Alberto Zoli.

ASP CATANIA: Vincenzo Barone, Antonio Candela, Roberto Colletti, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Silvio Falco, Daniela Faraoni, Massimo Giupponi, Pietro Grasso, Giuseppe La Ganga, Paolo La Paglia, Giovanni La Valle, Mauro Maccari, Walter Messina, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna e Alberto Zoli.

ASP MESSINA: Vincenzo Barone, Antonio Candela, Roberto Colletti, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Daniela Faraoni, Massimo Giupponi, Pietro Grasso, Giuseppe La Ganga, Paolo La Paglia, Giovanni La Valle, Mauro Maccari, Walter Messina, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna e Alberto Zoli.

ASP AGRIGENTO: Vincenzo Barone, Salvatore Brugaglietta, Alessandro Caltagirone, Antonio Candela, Roberto Colletti, Fabio Damiani, Massimo De Fino, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Giuseppe Drago, Daniela Faraoni, Salvatore Ficarra, Massimo Giupponi, Armando Gozzini, Giuseppe La Ganga, Paolo La Paglia, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Silvio Lo Bosco, Mauro Maccari, Walter Messina, Paola Santino,  Giorgio Santonocito,  Gaetano Sirna, Michele Vullo, Alberto Zoli.

ASP CALTANISSETTA: Vincenzo Barone, Salvatore Brugaglietta, Alessandro Caltagirone, Antonio Candela, Roberto Colletti, Massimo De Fino, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Giuseppe Drago, Daniela Faraoni, Salvatore Ficarra, Massimo Giupponi, Armando Gozzini, Francesco Iudica, Giuseppe La Ganga, Paolo La Paglia, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Silvio Lo Bosco, Mauro Maccari, Walter Messina, Paola Santino,  Giorgio Santonocito,  Gaetano Sirna, Michele Vullo, Alberto Zoli.

ASP ENNA: Vincenzo Barone, Salvatore Brugaglietta, Alessandro Caltagirone, Antonio Candela, Roberto Colletti, Massimo De Fino, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Giuseppe Drago, Daniela Faraoni, Massimo Giupponi, Armando Gozzini, Francesco Iudica, Giuseppe La Ganga, Paolo La Paglia, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Lupo Lorenzo, Mauro Maccari, Walter Messina, Paola Santino,  Giorgio Santonocito,  Gaetano Sirna e Michele Vullo.

ASP RAGUSA: Angelo Aliquò, Vincenzo Barone, Giacomino Brancati, Salvatore Brugaglietta, Alessandro Caltagirone, Antonio Candela, Roberto Colletti, Massimo De Fino, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Giuseppe Drago, Silvio Falco, Daniela Faraoni, Salvatore Ficarra, Massimo Giupponi, Armando Gozzini, Iudica Francesco, Giuseppe La Ganga, Paolo La Paglia, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Mauro Maccari, Walter Messina, Paola Santino,  Giorgio Santonocito,  Gaetano Sirna, Michele Vullo, Alberto Zoli.

ASP SIRACUSA: Angelo Aliquò, Vincenzo Barone, Giacomino Brancati, Salvatore Brugaglietta, Alessandro Caltagirone, Antonio Candela, Roberto Colletti, Massimo De Fino, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Giuseppe Drago, Silvio Falco, Daniela Faraoni, Salvatore Ficarra, Massimo Giupponi, Armando Gozzini, Iudica Francesco, Giuseppe La Ganga, Paolo La Paglia, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Lorenzo Lupo, Mauro Maccari, Anselo Maceddu, Walter Messina, Paola Santino,  Giorgio Santonocito,  Gaetano Sirna, Michele Vullo, Alberto Zoli.

ASP TRAPANI: Vincenzo Barone, Giovanni Bavetta, Salvatore Brugaglietta, Alessandro Caltagirone, Antonio Candela, Roberto Colletti, Fabio Damiani, Massimo De Fino, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Giuseppe Drago, Silvio Falco, Daniela Faraoni, Salvatore Ficarra, Massimo Giupponi, Armando Gozzini, Giuseppe La Ganga, Paolo La Paglia, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Mauro Maccari, Walter Messina, Antonino Salina, Gianfranco Rinaldi, Paola Santino,  Giorgio Santonocito,  Gaetano Sirna, Michele Vullo e Alberto Zoli.

POLICLINICO PALERMO: Vincenzo Barone, Callisto Bravi, Roberto Colletti, Fabio Damiani, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Silvio Falco, Maria Furnari, Pietro Grasso, Giuseppe La Ganga, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Walter Messina, Giovanni Migliore, Carlo Picco, Joseph Polimeni, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna, Gervasio Venuti, Nicola Zavattaro e Alberto Zoli.

POLICLINICO CATANIA: Angelo Aliquò, Vincenzo Barone, Giampiero Bonaccorsi, Callisto Bravi, Roberto Colletti, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Silvio Falco, Rosario Fresta, Maria Furnari, Giuseppe Giammanco, Salvatore Giuffrida, Pietro Grasso, Giuseppe La Ganga, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Walter Messina, Anselmo Madeddu, Giovanni Migliore, Carlo Picco, Joseph Polimeni, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna, Gervasio Venuti, Nicola Zavattaro e Alberto Zoli.

POLICLINICO MESSINA: Vincenzo Barone, Giampiero Bonaccorsi, Callisto Bravi, Roberto Colletti, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Pietro Grasso, Giuseppe La Ganga, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Walter Messina, Giovanni Migliore, Joseph Polimeni, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna, Gervasio Venuti, Nicola Zavattaro e Alberto Zoli.

IRCSS MESSINA: Angelo Aliquò, Vincenzo Barone, Giampiero Bonaccorsi, Roberto Colletti, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Rosario Fresta, Maria Furnari, Salvatore Giuffrida, Giuseppe La Ganga, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Walter Messina, Giovanni Migliore, Joseph Polimeni, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna, Gervasio Venuti, Nicola Zavattaro e Alberto Zoli.

ARNAS DI PALERMO: Elvira Amata, Maurizio Aricò, Vincenzo Barone, Callisto Bravi, Roberto Colletti, Danilo Corrà, Fabio Damiani, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Raffaele Elia, Silvio Falco, Furnari Maria, Giuseppe La Ganga, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Silvio Lo Bosco, Maielli Michela, Maurizio Montalbano, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna, Gervasio Venuti, Michele Vullo, Nicola Zavattaro e Alberto Zoli.

ARNAS DI CATANIA: Elvira Amata, Maurizio Aricò, Vincenzo Barone, Callisto Bravi, Roberto Colletti, Danilo Corrà, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Raffaele Elia, Silvio Falco, Furnari Maria, Giuseppe Giammanco, Salvatore Giuffrida, Giuseppe La Ganga, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Madeddu Anselmo, Maielli Michela, Walter Messina, Maurizio Montalbano, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna, Gervasio Venuti, Michele Vullo, Nicola Zavattaro e Alberto Zoli.

VILLA SOFIA- CERVELLO DI PALERMO: Elvira Amata, Maurizio Aricò, Vincenzo Barone, Callisto Bravi, Roberto Colletti, Danilo Corrà, Fabio Damiani, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Raffaele Elia, Silvio Falco, Furnari Maria, Giuseppe La Ganga, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Silvio Lo Bosco, Maielli Michela, Walter Messina, Maurizio Montalbano, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna, Gervasio Venuti, Michele Vullo, Nicola Zavattaro e Alberto Zoli.

CANNIZZARO DI CATANIA: Elvira Amata, Maurizio Aricò, Vincenzo Barone, Callisto Bravi, Roberto Colletti, Danilo Corrà, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Raffaele Elia, Silvio Falco, Furnari Maria, Giuseppe Giammanco, Salvatore Giuffrida,  Giuseppe La Ganga, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Salvatore Lopresti, Maielli Michela, Walter Messina, Maurizio Montalbano, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna, Gervasio Venuti, Michele Vullo, Nicola Zavattaro e Alberto Zoli.

PAPARDO DI MESSINA: Elvira Amata, Maurizio Aricò, Vincenzo Barone, Callisto Bravi, Roberto Colletti, Danilo Corrà, Fabrizio De Nicola, Maria Di Liberti, Raffaele Elia, Furnari Maria, Salvatore Giuffrida,  Giuseppe La Ganga, Giovanni La Valle, Maurizio Lanza, Salvatore Lopresti, Maielli Michela, Walter Messina, Maurizio Montalbano, Mario Paino, Giorgio Santonocito, Gaetano Sirna, Gervasio Venuti, Michele Vullo, Nicola Zavattaro e Alberto Zoli.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

20 Commenti Condividi

Commenti

    gli uscenti dovrebbero essere esclusi perchè non abbiano una sanità migliore dal momento del loro insediamento. Non bisogna guardare i voti dell’AGENAS ma quelli delle persone che ogni giorno vanno negli ospedali o fanno una prenotazione (se ci riescono). Andatae a verificare le periferie ed il servizio reso e chiedete i tempi per una visita oculistica, un ecografia, o altra restazione.

    MI SEMBRA CHE SI CONTINUA A RICICLARE PERSONAGGI CHE HANNO RIDOTTO LA SANITA’ SICILIANA A LIVELLO DI TERZO MONDO. VENGONO RIPESCATI PERSONAGGI GIA’ VICINI A TOTO’ CUFFARO E QUESTO NEL SILENZIO ASSORDANTE DEL M5S.

    Non conosco personalmente la Dottoressa Faraoni, ma ne ho visto la competenza sul campo sanitario riprendendo all’epoca l’azienda Cervello VillaSofia (unico periodo in cui le cose sembrassero finalmente funzionare) ed ho letto come si é opposta al sistema Crocetta-Tutino (unica a farlo) con il coraggio anche di denunciarne i fatti.
    É apprezzata da tutti per il lavoro svolto, di volta in volta, in tutte le ASP che ha diretto, apprendo che anche a Catania é stato svolto un ottimo lavoro.
    FINALMENTE SEMBRA CHE LA MERITOCRAZIA STIA PRENDENDO PIEDE ANCHE IN SICILIA.
    non sono un’elettrice di questo governo ma devo complimentarmi con la Giunta qualora le indiscrezioni fossero confermate guadagnando una stimatrice.

    Più quotati per chi?
    Non certo per il presidente musumeci e l’assessore razza!!
    Loro sceglieranno persone nuove ed in linea con le idee politiche del Governo.
    Non certo gente che fino a poco tempo fa andava a braccetto con crocetta e lumia ed ha dimostrato la propria incapacità . Non sarà certo un circo di strada a dimostrare come funziona sanità .
    Di certo il governo sceglierà persone di valore . Ne sono certa.

    FARAONI MANAGER CON GLI ATTRIBUTI!
    COMPETENZA, ESPERIENZA, UMANITÀ E CORRETTEZZA
    QUALITÀ CHE IN POCHI HANNO
    OGNI TANTO I GOVERNI NE AZZECCANO UNA
    SCELTA MAGNIFICA PER RISOLLEVARE LE SORTI DELLA NOSTRA PROVINCIA

    SE CI FOSSE DA NOMINARE UN SOLO DIRETTORE GENERALE, IN TUTTA LA SICILIA, UNICO PER TUTTE LE AZIENDE , TRA TUTTI QUESTI NOMI , SICURAMENTE LA SCELTA DA FARE SAREBBE QUELLA DELLA DOTT.SSA DANIELA FARAONI.
    UN’ UNICA PAROLA :
    G I U S T A !
    SOTTO TUTTI I PUNTI DI VISTA
    IL NOSTRO CAPOLUOGO NON POTEVA AVERE SCELTA MIGLIORE
    COMPLIMENTI ALLA GIUNTA TUTTA STATE CAMBIANDO ROTTA ANCHE IN SANITÀ
    BRAVI

    Caro carlo dai nomi che circolano la strada non è quella che hai espresso.

    Che dire di questo commento pro Nullo & Razza? Ma vogghiu viriri tutta!!!

    Pero’ decidete In fretta , la sanità siciliana ne ha bisogno…

    …che il nome sia “Antonella” e non “Daniela”?

    “Ma è sicuro…” ..indovini piuttosto di chi sono i due pollici versi….quanto alla Faraoni ,lasciamo stare la retorica della meritocrazia, la verità incontestabile è che è manager con attributi e con schiena dritta come ha dimostrato in un momento sconcertante della vita politica di una azienda e di una regione…piuttosto è sicuro che il suo nome non sia Giacomo? ahahahahahah

    CHE NOMI… VENGONO I BRIVIDI… NON CAMBIA MAI NIENTE

    A Trapani, dopo 8 anni di De Nicola, che passando da Cimino a Gucciardi si è girato tutto l’arco politico, chi avete intenzione di mettere? Speriamo non lo stesso De Nicola e nemmeno Messina che è già stato direttore amministrativo e si è già visto PURTROPPO all’opera… Fateci avere piuttosto gente nuova e fate cambiare aria a questa Asp maledetta da Dio e svenduta al politico di turno……

    Finalmente sono stati rifatti i nuovi passaporti….

    GIACOMO?!! Muahahahaha!!! Lei non ha un’idea neanche lontana di QUANTO sia fuori strada….

    La mia era solo una battuta, riferita per l’appunto a quella che lei chiama “retorica della meritocrazia”; non é mia abitudine esprimere opinioni, né tantomeno giudizi, su ciò che non mi consta personalmente, e su cui ho almeno un minimo di competenze. Magari non strettamente “professionali” ma acquisite in modo da fornire risultati attendibili.
    In atto, non ho alcuna idea riguardo alle capacità (in qualunque modo possa intendersi il termine) della Faraoni; è possibile che abbiai l’opportunità di farmela in futuro…

    Mi sorge un dubbio… Ma la maggior parte delle Aziende non sono state commissariate perché i manager non avevano i titoli per svolgere l incarico ? Boh…. si vede che cambiando azienda i titoli li ottengono ………
    Quanto siamo piccoli

    Intanto sono passati un anno e tre mesi di commissariamenti che sono costati decine di milioni di euro di compensi A NOI TUTTI . Oggi abbiamo liste di possibili DG,molti dei DG inseriti hanno più di 5 anni che fanno i DG (ovviamente lecitamente prorogazio,prorogato,commissario,commissario straordinario…) senza essere mandati a casa. C’è una indicazione dell’anticorruzione che parla di rotazioni e cosi via; ahhh dimenticavo se le norme non si applicano come quella del massimo organo la Corte Costituzionale, si reinterpretano;che vorremmo l’applicazine delle indicazione? manco per sogno. Aspettiamo come andrà a finire dopo questo lunghissimo commissariamento….
    Una possibile e modesta soluzione, prendendo spunto dallo studio di cinque docenti dell’Università di Catania – due economisti, due fisici ede un sociologo -che “propone” una alternativa al sistema… e paradossalmente potrebbe renderlo più efficiente: SORTEGGIARE i DG…pubblicamente … certo senza indire un’ulteriore nomina di saggi che devono fare il sorteggio…altrimenti altro anno e tre mesi ci vorrebbe.

    La dott.ssa Daniela Faraoni ho avuto l’onore di conocerLa in opera nel lontano 2006 quando la stessa era Direttore del San Giovanni di Dio di Agrigento.
    É stata l’unica a far funzionare quell’ospedale:
    prenotazioni veloci , scale mobili esterne funzionanti , aiuole curate e prati inglesi , ascensori funzionanti per non parlare della pulizia e dell’efficenza dei direttori di reparto che avevano un ascolto concreto ogni volta che si verificava un problema.
    Inutile dire che anche i pazienti restavano a bocca aperta.
    Solo ricordi purtroppo , quella che sembrava una clinica privata grazie al lavoro della Faraoni oggi , invece, grazie al NON LAVORO di altri direttori che si sono susseguiti é solo un lontano ricordo.
    Complimenti alla giunta per la scelta nel capoluogo e spero che anche ad AG si possa ripetere un miracolo simile un giorno
    NON ABBANDONATECI

    la cosa strana percè nell’elenco cè l’attuale commissario che non può essere più nominato ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.