Sequestro della Sea Watch 3| Sit-in davanti alla prefettura - Live Sicilia

Sequestro della Sea Watch 3| Sit-in davanti alla prefettura

I sigilli della procura erano scattati nell'ambito dell'inchiesta in cui è indagata Carola Rackete,

AGRIGENTO
di
7 Commenti Condividi

AGRIGENTO – E’ in corso un sit-in davanti alla prefettura di Agrigento per chiedere il dissequestro della nave Sea Watch3, da tre mesi e mezzo all’ancora al porto di Licata. Il pm di Agrigento Gloria Andreoli ha dissequestrato l’imbarcazione della Ong lo scorso 25 settembre, ma il natante è rimasto sotto sequestro amministrativo, notificato lo scorso 2 settembre. I sigilli della Procura erano scattati nell’ambito dell’inchiesta nella quale è indagata la comandante Carola Rackete, accusata di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e resistenza o violenza contro nave da guerra. La capitana tedesca, difesa dagli avvocati Leonardo Marino e Alessandro Gamberini, fu anche arrestata e poi venire rimessa in libertà dal gip che non convalidò il provvedimento. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

7 Commenti Condividi

Commenti

    Usate gli idranti con acqua aromatizzata al peperoncino

    Altro che sequestro ci vuole l’ordine di demolizione.

    forse davvero ci meritiamo tutto quello che sta succedendo, sembrano le 7 piaghe d’egitto o il preludio dell’apocalisse, ghiacci che si sciolgono, inquinamento a go-go, gente come cavallette che arriva qua come disperati DAI DISPERATI, poi ci sono quelli a cui li portano dai disperati e dicono li abbiano salvati e ora arrangiatevi, poi per quasi 1 anno sembrava che il tutto fosse un po’ rallentato, per poi riprendere molto piu’ vigorosamente, confortato dal tradimento di taluni travestiti da salvatori della patria che si sono rivelati piu’ viscidi dei viscidi e hanno distrutto tutti i sogni che in 10 anni avevano agognato, infatti ci si tuffano come sanguisughe e cominciano pure loro a schiavizzare ancor di piu’ il popolo dimenticando la propria genie, la lotta e provenienza, e cominciano a marchiare obbligatoriamente le genti con un numero con tante cifre incomprensibili dove ogni marchiato poteva fare determinate cose ed altre no, poi altri demoni gridano intorno alla casa dovè è prigioniera una delle barche del trasbordo e gridano liberatela, liberatela, Ma oramai il popolo inebetito e incapace di pensare e regire NE’ a se SE STESSI nè al FUTURO dei suoi Figli NE’ a tutto cio’ che ha lottato, si fa marchiare, tosare e far tirare il sangue come un animale da poco conto, e a volte viene anche ucciso da qualcuno pero’ bisogna capirlo perchè non è abituato allo stile di vita, e viene coccolato, insomma è come una diga rotta dove l’acqua avanza e distrugge voglia di vivere, speranze e tutto il resto, FORSE E’ QUELLO CHE CI MERITIAMO, FORSE E’ PROPRIO QUELLO CHE VOGLIAMO, FORSE ANCORA NON ABBIAMO TOCCATO IL FONDO, MA QUANTI PESI CI VOGLIONO A TRASCINARCI TUTTI GIU’ IMMANTINENTE? ECCO SIAMO QUESTI, PERCHE’ SE NON FOSSIMO COSI’ CONIGLI E PAUROSI QUESTE COSA NON SUCCEDEREBBERO, ANZI I CONIGLI HANNO PURE PIU’ CORAGGIO DI NOI, LORO CI SPUTANO PURE ADDOSSO E NOI NON REAGIAMO, FACCIAMO SOLO LE VITTIME SACRIFICALI, UN GIORNO I NOSTRI FIGLI, I VOSTRI FIGLI, VI MALEDIRANNO LE VOSTRE SCELLERATE SCELTE TROPPO AMPIE PER NON AVER SAPUTO DIVIDERE IL GRANO e ributtare a MARE LE ERBE INFESTANTI.

    Cari commentatori vi consiglio di ascoltare in internet o tv oppure leggere ogni tanto le autentiche perle di saggezza espresse da un grande della politica come Gianfranco Librandi, imprenditore e deputato di Italia Viva ex PD, sul tema dell’immigrazione. Sicuramente dopo esservi informati sul suo pensiero ci penserete su almeno cento volte prima di scrivere commenti intolleranti e razzisti su questo tema.

    Affondatela …..perchè altrimenti si rimetterà quanto prima a rifare spola tra Libia e Sicilia !!

    giacomo secondo me tu sei razzista al contrario, per quanto mi riguarda ben vengano tutti basta hanno almeno il denaro per vivere almeno per un po’ come dobbiamo averlo noi quando andiamo all’estero, che non si facciano mantenere, che abbiano un lavoro in regola e non delinguono rimangono, ma se spacciano, rubano, prostizione insomma reati di con condanna di almeno 1 anno e hanno questi parametri vengono presi e portati di peso a blocco nel loro paese STOP, finiscila di fare il buonista e di scrivere cavolate altrimenti prendili tutti e portateli a casa TUA CON SOLDI TUOI ETC ETC, mi fermo qua altrimenti cassano tutto, comunque sei na scocciatura tremenda, sei peggio di una litania gnè-gnè gnè-gnè gnè-gnè

    Sit-in davanti alla Prefttura, ma quanti sono i partecipanti? Io credo che, come un detto antico. saranno: io, me patri e u sceccu.
    Sono come i carri armati di Mussolini, purtroppo la stampa dà visibilità anche se i manifestanti siano solo i soci della bocciofola.
    Resto sempre dalla idea che se questi gruppi non avessero la visibilità della stampa, sicuramente in poco tempo scomparirebbero.
    Ricordiamoci della manifestazione studentesca, autorizzata dal governo, molto partecipata da tanti studenti allegorici che si è dissolta come una bolla di sapone e viene ricordata dagli stessi partecipanti come una giornata di allegria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *