Si cerca l'arsenale|della cosca bagherese - Live Sicilia

Si cerca l’arsenale|della cosca bagherese

Operazione "Crash"
di
0 Commenti Condividi

C’é un giallo nell’operazione Crash, sfociata nell’arresto di 11 presunti fiancheggiatori del boss Bernardo Provenzano, che riguarda un arsenale che gli investigatori non sono riusciti a trovare. “Nel corso di alcune conversazioni intercettate – spiega Maurizio Calvino, capo della squadra mobile di Palermo – gli indagati discutevano di armi custodite e da trasportare. Armi che non siamo riusciti a trovare. Le indagini proseguono per scoprire altre eventuali responsabilità”.
“Le indagini proseguono per stabilire se il clan di Bagheria – aggiunge il colonnello Paolo Piccinelli, comandante del reparto territoriale dei carabinieri di Palermo – abbia avviato dei canali con la Spagna per dare vita a traffici illeciti. La presenza di Simone Castello in terra iberica potrebbe non essere stata casuale”.

Della rete di fiancheggiatori parla anche Ignazio De Francisci, procuratore aggiunto di Palermo: “é difficile stabilire se la rete sia stata smantellata del tutto, è certo però che gli è stato inferto un duro colpo visto lo spessore degli indagati”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *