Sicilia, Corte dei Conti cita in giudizio ex dg dell'Arpa - Live Sicilia

Sicilia, assunzione all’Arpa: Corte dei conti cita in giudizio l’ex dg

L'ipotesi di danno ammonta a più di 98 mila euro
IL CASO
di
0 Commenti Condividi

La procura regionale della Corte dei conti per la regione siciliana, diretta da Gianluca Albo, ha citato in giudizio l’ex direttore generale dell’Arpa Sicilia Francesco Licata di Baucina.

L’accusa

Secondo l’accusa nell’indagine condotta dai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Palermo, Licata di Baucina avrebbe assunto come dirigente dell’Arpa Sicilia, un funzionario dell’istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale non appartenente al ruolo della dirigenza, violando le previsioni di legge in materia di contenimento della spesa e di mobilità del personale pubblico. L’ipotesi di danno complessivamente contestata ammonta a 98.693 euro.

La difesa dell’ex dg Arpa: “Nessuna violazione”

“Il dottor Licata di Baucina ritiene di avere operato correttamente e respinge l’accusa di danno erariale”. A dichiararlo è l’avvocato Alessandro Dagnino, partner fondatore dello studio Lexia Avvocati e difensore dell’ex dirigente dell’Arpa Sicilia. “Già al termine della fase istruttoria, il nostro assistito ha dedotto in modo analitico su ciascuna delle contestazioni formulate a suo carico – spiega Dagnino – che prosegue: “prendiamo atto che la Procura ha ritenuto di rivolgere le proprie domande al Giudice contabile e ne chiederemo il rigetto”.

“Al tempo dei fatti oggetto di contestazione – fra le altre argomentazioni delle deduzioni redatte dalla difesa del dottor Licata di Baucina -, l’ARPA veniva pacificamente ritenuta sia dagli interpreti sia dal Legislatore siciliano quale “ente del settore sanitario ed ospedaliero”, con conseguente inapplicabilità delle norme invocate dalla Procura, anche considerato che nessuna assunzione è stata eseguita”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.