Slitta l'incontro col sindaco| La protesta dei sindacati - Live Sicilia

Slitta l’incontro col sindaco| La protesta dei sindacati

Slitta il vertice previsto col sindaco Orlando per il futuro della Gesip e monta la protesta dei sindacati.

24 Commenti Condividi

PALERMO – Gesip, nulla di fatto. L’incontro in programma per oggi, che avrebbe dovuto rappresentare il primo vertice tra il sindaco Leoluca Orlando e i sindacati per il futuro dell’azienda a partire dal prossimo gennaio (visto che il piano con la Regione durerà fino a dicembre), è stato rinviato a data da destinarsi.

Una decisione, quella del sindaco, che ha colto di sorpresa i sindacati, riuniti a Palazzo Galletti, a cui la lettera di slittamento sarebbe giunta poco dopo l’una. “Questa decisione lascia l’amaro in bocca, perché sicuramente già nei normali rapporti istituzionali il rinvio di una convocazione si effettua in tempi congrui – dicono Salvo Barone di Asia e Antonio Mercante dell’Ugl – noi come dipendenti della Gesip e come organizzazioni sindacali dei lavoratori abbiamo dimostrato più volte la nostra disponibilità e il nostro buon senso, anche a costo di rimetterci economicamente e in maniera considerevole, ma di certo non permettiamo a nessuno, neanche al sindaco Orlando e all’amministrazione che rappresenta, di trattarci come gli ultimi dei lavoratori del comune di Palermo”. “Questo è un atteggiamento poco serio – dice Franco Giannotta della Cisal – e ci preoccupa per il futuro”.

Un malessere manifestato anche da altre organizzazioni sindacali. “Le scriventi segreterie – si legge in una lettera al Comune di Cgil, Cisl e Uil – unitariamente stigmatizzano l’atteggiamento assunto da codesta amministrazione che nello stesso momento in cui si sarebbe dovuta tenere la riunione, già concordata lo scorso 4 luglio, ci informa del rinvio della stessa a data da destinarsi. Considerato che la data per la riunione era stata proposta dallo stesso Sindaco ed era stata individuata ed evidenziata nel verbale del 4 luglio, riteniamo che tale repentino ed improvviso rinvio e le modalità ed i tempi con cui è stato formalizzato, violi le più elementari regole di corrette e rispettose relazioni sindacali che ci auguriamo per il futuro non abbiano più a ripetersi”. Quindi, i sindacati aggiungono: “In ogni caso riteniamo che il problema dei lavoratori Gesip non sia di ordine secondario e che gli stessi lavoratori devono avere pari dignità rispetto ai lavoratori delle altre imprese partecipate ed al contrario di quello che pensa qualcuno, la proroga della Cig in deroga non risolve affatto il problema ma ci dà soltanto più tempo per potere trovare una soluzione seria e concreta”.

Per quanto riguarda il recupero delle ore, parte dei lavoratori starebbe già svolgendo, secondo quanto riferito dai sindacati, un servizio giornaliero non di quattro ma di otto ore e mezza, il che dovrebbe permettere il recupero entro questo mese delle 40 ore di stop di inizio luglio.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

24 Commenti Condividi

Commenti

    muriu u cani, o i sindacati si uniscono veramente e fanno voce unica anzi urla, o siamo destinati ad una lunga e lenta agonia che terminerà il 31 dicembre, anche le speranze sono al lumicino siamo l’ultimo dei pensieri anche se non siamo gli ultimi arrivati, quello che è successo oggi è l’ennesima prova che per noi non esiste organizzazione, futuro e volontà. vergogna vergogna vergogna

    Quindi questi stanno seduti 8 ore e mezza ogni giorno invece di 4 ore?? Ma non si stancheranno troppo con questo caldo!??

    le solite prese per i fondelli non solo dal comune ,ma anche da alcune sigle sindacali,che si permettono di dire che ci rimettono di tasca,a questi signori,dico cercate di essere seri,é battetevi,per gli operai di gesip,visto che ne fate parte.

    UNA SOLA PAROLA , VERGOGNATI SINDACO ORLANDO,CI STAI ROVINANDO SEMPRE DI Più!!!

    L’AVEVO ANTICIPATO CHE QUESTA FANTOMATICA RIUNIONE CON I SINDACATI SI SAREBBE RISOLTA CON UN NULLA DI FATTO. POVERI SINDACALISTI RESTARE AD ASPETTARE IL SINDACO CHE, GUARDA CASO, RINVIA UN INCONTRO CON LORO PER LA VERTENZA GESIP E LORO RISENTITI SI LAMENTANO DI ESSERE STATI AVVISATI LO STESSO GIORNO DELLA CONVOCAZIONE. COME MAI NON HANNO MAI LAMENTATO LE COMUNICAZIONI RICEVUTE IN GIORNATA DAI DIPENDENTI CHE VENGONO SOSPESI O AVVIATI AL LAVORO CON NESSUNA COMUNICAZIONE NEL MERITO E NON NEI TEMPI E NEI MODI PREVISTI DALLE VIGENTI NORMATIVE ? CARO CHARLIE , MI DISPIACE TI AVEVO PROMESSO PASTA AL FORNO O CANNELLONI VISTA L’ORA DELLA CONVOCAZIONE E CIOE’ LE 13, BHE ANCHE IO HO MANCATO DI PAROLA , SARO’ CONSIDERATO ALLA STESSA STREGUA DEL SINDACO NEI TUOI PENSIERI ? FATE RIDERE DAVVERO SIETE LA BARZELLETTA D’ITALIA, COME SINDACALISTI NON VALETE UN FICO SECCO. MENTRE ASPETTAVATE, IL SINDACO ERA A FARE IL RAP NOI GESIP INVECE CONTINUIAMO CON LA MAZURCA E SIAMO TUTTI FELICI E CONTENTI. TRATTATI COME BESTIE SENZA NESSUNA TUTELA.

    ma in tutto questo non latita solo il sindaco…..basti vedere in che condizioni versino per esempio molte ville a palermo,abbandonate e sporche come sempre…….non è cambiato nulla con il loro rientro (rientro?) in servizio (servizio?)……

    Al solito ci sono delle reazioni che non si capiscono:
    Da un lato i confederali che stranamente non reagiscono con forza a questa mancanza di rispetto da parte dell’amministrazione ,
    Dall,altro i soliti 2 che non si capisce se si sono arrabbiati solo per farsi vedere dai lavoratori(tranne poi fare arrivare un sms di scuse firmandosi salvuccio e formaggiuccio), oppure se sono arrabbiati veramente perché il sindaco li ha sgamati e non li calcola più.
    In tutto questo i poveri lavoratori vengono trattati come schiavi…….

    Questi pseudo sindacalisti dovrebbero veegognarsi per quello che fanno . Ovviamente questo è il risultato dei rapporti che hanno costruito con il nostro sindaco .

    Ancora una volta il sindaco e latitante ieri solo quando noi eravamo presenti all’appuntamento delle 13 come era stato fissato, manda un fax alle segreterie sindaci che il tavolo sulla trattativa del percosso del 2014 e’stato rinviato a data da destinare il sindaco sta di nuovo ricominciando a giocare con le tarantelle. Ma l colpa è solo di noi tutti, perché nessuno scende in piazza x fare sentire la propria voce, solo 4 gatti non si fa nulla e loro nel stanno approfittando. Non state al gioco di chi commenta qui su livesicilia che non conosce la nostra realtà. Gioacchino Tortorici.

    Alcuni RSA fanno il gioco delle tre carte, questa vince……,poi, con arroganza pretendono prendere in giro, anche in questa occasione, sostenendo che il rinvio ad una convocazione si effettua in tempi congrui quindi, non sapeva nulla del rinvio…ecco xkè trovavano a Palazzo Galletti.

    Carissimi concittadini, Mio miao e doom : vi invito già da domani stesso a verificare il nostro operato ordinario e straordinario durante tutte le ore lavorative…, invece di fare i codardi nascondendovi dietro ad uno schermo, e senza personalità di presentarvi almeno con il vostro vero nome, che i vostri genitori vi hanno orgogliosamente donato. Io lavoro a Mondello dal 2001 , vi aspetto a domani…

    Replicando ai due falsi nomi di cui sopra; presto servizio nel settore Area Verde a Mondello e la sera il mio pane quotidiano lo mangio con grande appetito e soddisfazione, perchè me lo sono straguadagnato e strasudato e Tu ???

    Bendetto Salvo,hai tutta la mia solidarietà.Gli invidiosi,frustrati,cafoni e dementi nn mancano mai.Spregevoli esseri,aggettivati nella peggiore maniera;se vi va così,altrimenti sempre così.Facitemi Accapì,anch’io la penso come te

    credo che si sono arrabbiati sul serio, come da loro dichiarato nell’articolo ci stanno rimettendo economicamente, anche se non capisco a cosa si riferiscono, forse alle ritenute sindacali dei dipendenti?
    per favore se qualcuno ha capito può spiegarmelo?

    LUI LO SA FARE…. ANZI, LI SA FARE…..I PACCHI !!!!!

    CGIL CISL UIL UGL ASIA CISAL CONFLAVORATORI ALBA CISAS E ALTRI SE GIORNO 30 NON SCENDETE CON I FATTI E MEGLIO CHE CAMBIATE MESTIERE E LAVORO PRIMA CHE LA PANELLA LA PAGATE DI TASCA VOSTRA

    Sicuramente non alle trattenute sindacali, dato che sono praticamente gli unici che ancora effettuano le trattenute!

    scusa ma che fanno??? vai tu visto che sei piu bravo!!!

    tu ci sarai???

    semmai senza soldi…. resta solo da dichiarare il dissesto.. e commissariare tutto

    IO SONO SEMPRE SALITO DA LAVORATORE E STAVOLTA VOGLIO PROPRIO VEDERE COSA GLI DIRANNO

    già da settimane si è sentito che quelli della gesip sono tornati al lavoro, ma dove lavorano? in città non mi sembra che ci sia visibilità della loro opera, le spiagge non mi sembra che vengono pulite, le aiuole, vedi ad esempio quelle di via marchese di villabianca, sono in uno stato pietoso, i cespugli degli oleandri già hanno occupato tutto il marciapiede ed ora stanno invadendo la carreggiata stradale, ma nessuno che conta a Palermo come ad esempio il Signor Sindaco (quello che diceva che lo sapeva fare il sindaco) o i suoi assessori o chi preposto dal comune si accorgono di questo stato in cui versa la città?

    @Chiaro, forse volevi dire gli operai Gesip non quelli come te pronti a criticare senza conoscere i fatti al quale inconsapevolmente 6 arrivato nella parte finale del tuo intervento quindi, prima di dire …..documentati, esci dal rione in cui vivi cosi potrai notare che gli operai Gesip fanno il proprio dovere dove vengono mandati, se poi aggiungi l’inciviltà dei nostri concittadini capirai che non possiamo fare di più, ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.