Successo per gli spettacoli all'alba in Sicilia, c'è anche Selinunte - Live Sicilia

Successo per gli spettacoli all’alba in Sicilia, c’è anche Selinunte

Buona la prima nel Parco archeologico, Elena su Monte Adranone
0 Commenti Condividi

MARINELLA DI SELINUNTE – Proseguono gli spettacoli all’alba nelle aree archeologiche piu’ belle della Sicilia. Un format lanciato alcuni anni fa a Segesta e che adesso viene replicato in diversi siti con grande successo di pubblico. Questa mattina trecento spettatori hanno partecipato alla prima alba nel Parco archeologico di Selinunte, un percorso cominciato a partire dalle 5, quando ancora era buio. Altri cento hanno invece assistito allo spettacolo Elena tradita, con Viola Graziosi e Graziano Piazza, nel sito punico di Monte Adranone, a Sambuca di Sicilia. Per l’esordio delle albe a Selinunte i visitatori, divisi in cinque gruppi, hanno preso parte al percorso all’interno del Parco, con racconti storici e archeologici dell’antica colonia greca, intercalati da soste musicale dedicate alla lirica.

Il format e’ quello gia’ sperimentato da Coopculture nel Parco archeologico di Agrigento ma in questo caso arricchito dalle voci liriche, novita’ apprezzatissima dal pubblico. “Un successo che non ci aspettavamo ma che ci spinge a tentare nuovi approcci di visita: il parco all’alba e’ stata una sorpresa anche per me, non ne immaginavo la potenza, e’ stato persino possibile vedere la costellazione di Orione”, ha detto il direttore del Parco archeologico, Felice Crescente. Pubblico entusiasta con tantissimi giovani che non sono andati a dormire e si sono presentati all’ingresso alle 4.

Turisti affascinati, ma soprattutto tanti residenti che hanno confessato di non avere mai avuto l’opportunita’ di ammirare Selinunte a un’ora cosi’ insolita. “Una visita inconsueta e affascinante che permette di scoprire il parco sotto una luce nuova, ma che soprattutto attira il pubblico piu’ giovane”, ha detto Letizia Casuccio, direttore generale di CoopCulture. Quattro tappe con gran finale sul frontale del tempio E, dove i soprani Federica Maggi’ e Emanuela Sala, il tenore Luciano Giambra, accompagnati da Maurizio Maiorana (fiati percussione e voce), Manuel Scarano (chitarra e voce) e Marcello Iozzia al pianoforte, seguendo la drammaturgia musicale di Giovanni Mazzara, hanno intrattenuto il pubblico mentre il sole sorgeva.

Arie e romanze tra le piu’ conosciute, unite a brani pop. Teatro ‘classico’ invece sul Monte Adranone, con la messa in scena dello spettacolo su Elena, prodotto da Teatro della Citta’, su drammaturgia dello scrittore Luca Cedrola che si e’ ispirato ai testi di Omero, Euripide e ad uno dei massimi poeti greci del Novecento, Ghiannis Ritsos. In scena oltre a Viola Graziosi anche il suo compagno nella vita Graziano Piazza che ne ha curato la regia. “L’alba ha sempre una sua magia mistica, per gli attori e per gli spettatori. Il rito del teatro si compie senza la protezione della coltre del buio, ma anzi in un crescendo di luce.

E siamo tutti messi a nudo in un incontro alla pari” ha commentato l’attrice. Soddisfatta anche la presidente del Teatro comunale L’Idea Costanza Amodeo, che ha curato la rassegna Lucciole e Silenzio sul Monte Adranone. “Dopo il successo di Edipo a Colono con Mamadou Dioume, andato in scena al tramonto, adesso lo spettacolo di Elena all’alba ha confermato la validita’ di una formula che contiamo di replicare anche la prossima stagione estiva”. 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.