Sul viale dei traMonti - Live Sicilia

Sul viale dei traMonti

Il punto sulla crisi
di
4 Commenti Condividi

Non sappiamo bene il come e il quando, sperando di essere smentiti, ma abbiamo l’impressione che non sarà facile l’ascesa di Mario Monti alla Presidenza del Consiglio, con la contemporanea presa di responsabilità condivisa che il momento richiede. C’è ancora troppa vecchia politica in giro. Di Pietro ha detto no, rivestendo la caccia dei suoi interessi particolari di ragioni teoriche che appaiono pretestuose. La Lega fa la Lega. Pur essendo ormai integrata nel detestato meccanismo romano della spartizione di poltrone e potere, quando le conviene riscopre un offuscato spirito barbaro e valligiano. Il Pdl oscilla sulla soglia di un incertissimo  “nì”. E i colpi di scena potrebbero non mancare.

Ci pare che una volta di più i privilegiati del Palazzo – a parte Casini e qualche altro, col merito di posizioni moderate – siano pericolosamente in ritardo sul sentiero della realtà e del senso comune della popolazione. L’economia chiede stabilità e coraggio. In giro per il Paese si è diffusa la convinzione dell’ineluttabilità di sacrifici e rinunce. Eppure, si continua a brigare per qualche spicciolo di presunto consenso in più.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
4 Commenti Condividi

Commenti

    Si: colpi di scena sono in vista.
    Tutta una inutile sceneggiata, un tempo bruciato:
    si va alla consultazione elettorale anticipata.

    uso le parole di Sciascia per esprimere il mio auspicio:”Si è così profondi, ormai, che non si vede più niente. A forza di andare in profondità, si è sprofondati. Soltanto l’intelligenza, l’intelligenza che è anche «leggerezza», che sa essere «leggera», può sperare di risalire alla superficialità, alla banalità.”E mi auguro di non dover mai commentare così questo nuovo governo:”direi che il dato più probante e preoccupante della corruzione italiana non tanto risieda nel fatto che si rubi nella cosa pubblica e nella privata, quanto nel fatto che si rubi senza l’intelligenza del fare e che persone di assoluta mediocrità si trovino al vertice di pubbliche e private imprese. In queste persone la mediocrità si accompagna ad un elemento maniacale, di follia, che nel favore della fortuna non appare se non per qualche innocuo segno, ma che alle prime difficoltà comincia a manifestarsi e a crescere fino a travolgerli. Si può dire di loro quel che D’Annunzio diceva di Marinetti: che sono dei cretini con qualche lampo di imbecillità: solo che nel contesto in cui agiscono l’imbecillità appare – e in un certo senso e fino a un certo punto è – fantasia. In una società bene ordinata non sarebbero andati molto al di là della qualifica di “impiegati d’ordine”; in una società in fermento, in trasformazione, sarebbero stati subito emarginati – non resistendo alla competizione con gli intelligenti – come poveri “cavalieri d’industria”; in una società non società arrivano ai vertici e ci stanno fin tanto che il contesto stesso che li ha prodotti non li ringoia. “(Sciascia)

    Cara Maria 100, 1000, 10000, 100000 come tè. Non possiamo accettare supinamente quanto ci stanno propinando gli speculatori Plutocratici in questi giorni. Tu sai che il debito pubblico che andrà in scadenza nel prossimo trimestre vale circa cento miliardi di euro, miliardo in più miliardo in meno. Con lo spread a 500 punti base, noi andremmo a pagare sul differenziale di 200 punti base circa tre miliardi di euro di interessi!!!!!! Questo è il costo che i cittadini Italiani pagherebbero per un Governo legittimo eletto dal popolo Sovrano (sic!). Ti voglio precisare che la speculazione come tu sai avviene prima sul mercato secondario “dove in questo momento si fà terrorismo finanziario” inducendo la brava gente a sfendere i propri bot e cct., dopo, sulle aste quindicinali del mercato primario. Poichè certi soggetti stanno giocando con il post … di tutti noi, ritengo sia corretto farci sentire. L’occasione mi è gradita per salutarti e, per sentire la tua Opinione!!!!!!!!! Morte ai Traditori del Paese ITALIA.

    si infatti la crisi economica non può essere fronteggiata con metodi ormai chiaramente non efficaci considerato che nel frattempo a Berlino pare che si stia pensando di lasciare la zona euro senza essere costretti a lasciare l’Unione Europea. Per i Paesi che volessero esercitarla, l’opzione e’ al vaglio di Angela Merkel, che l’ha messa nero su bianco in un documento che sara’ presentato alla conferenza sull’eurozona che la Cdu terra’ nel fine settimana. “Se uno Stato membro – si legge nella bozza della quale e’ venuta in possesso l’agenzia Reuters – “mostra di non voler o non poter rispettare le regole della moneta comune, potra’ volontariamente lasciare la zona euro senza lasciare l’Ue”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.