Dalla Tabella H ai precari | Parte l'assalto alla diligenza - Live Sicilia

Dalla Tabella H ai precari | Parte l’assalto alla diligenza

Terminato l'esame del bilancio, i deputati "puntano" la Finanziaria. Sono già pronti decine di emendamenti a difesa di questa o quella categoria. Marco Forzese avverte: "Via le prebende. Non giochiamo sulla pelle dei siciliani". E l'assessore Bianchi sorride amaro: "Possono chiedere quello che vogliono, ma soldi non ce n'è".

Finanziaria
di
24 Commenti Condividi

PALERMO – La diligenza s’è trasformata in un carretto. Come certe carrozze da favola, tramutate in zucca, dopo la fatidica mezzanotte. La suggestione giunge da chi meno te lo aspetti. L’assessore all’Economia Luca Bianchi, però, sceglie quella metafora per raccontare, tra i corridoi di Palazzo dei Normanni, mentre la Commissione bilancio sforbicia di qua e di là spese inutili e respinge emendamenti fantasiosi, l’inutilità dell’assalto che si prepara nelle prossime ore. Già da domani, quando i deputati metteranno mano agli emendamenti alla Finanziaria. Dopo aver ridotto, e di molto, quelli al Bilancio. “In occasione della Finanziaria – insiste Bianchi – i deputati possono legittimamente chiedere quello che vogliono. Ma devono rendersi conto dello stato delle nostre casse”. Come dire: presentino tutti gli emendamenti che credono, ma quest’anno soldi da spendere non ce n’è.

Eppure, a mettere in guardia contro la solita corsa all’albero della cuccagna, è persino un presidente di Commissione, Marco Forzese: “Evitiamo – ha detto – l’ennesimo assalto alla diligenza. Credo che vadano accantonati tutti gli emendamenti di spesa e di prebenda a vantaggio di un bilancio che guardi alle categorie più deboli ed al risanamento. Non è più il tempo – ha aggiunto – dei mandrake che giocano con la pelle dei cittadini per ingrassare la casta”.

Ma al di là dei timori, restano alcuni tomi. Volumi enormi, zeppi di emendamenti. Come se il carretto, appunto, fosse un carrozzone d’altri tempi. Sul quale fare salire tutti. Così, ecco pronti gli emendamenti per salvare il Cerisdi, gli specializzandi di medicina, i dipendenti del Ciapi, i giovani disoccupati, gli enti della cosiddetta Tabella H. E persino per proporre Palermo come “città della cultura per il 2019”. Con quali soldi?

Il Cerisdi è diventato un piccolo caso. E anche qui, l’assessore all’Economia non risparmia la battuta: “A favore del Cerisdi ho visto più emendamenti che deputati”. Una fotografia irriverente di quella che è, in effetti, una vicenda-simbolo. Il Centro di alta formazione, infatti, era stato indicato dal governo come “ente inutile”. Definizione confermata dal presidente Crocetta fino a pochi giorni fa. Ma la scomparsa dei finanziamenti ha provocato una levata di scudi davvero bipartisan. Trovi di tutto: da Salvino Caputo e una decina di deputati di centrodestra, passando dai parlamentari di maggioranza come Lentini e Anselmo. Ma il governo non sembra volersi muovere. Nonostante i suggerimenti del capogruppo centrista Leanza: “Forse togliere entrambi le voci di finanziamento è un po’ troppo”. La diligenza s’è tramutata in carretto, appunto.

Eppure, ecco spuntare una selva di emendamenti alla Finanziaria, che dovranno comunque passare il vaglio della Commissione bilancio. Uno che di quella commissione se ne intende, essendone stato il presidente nella scorsa legislatura come Riccardo Savona (Democratici e riformisti) chiede di portare da 20 a 70 milioni le risorse per i “cantieri scuola” gestiti dai comuni. Sempre dai deputati che rappresentano la “quarta gamba” della maggioranza di Crocetta, ecco l’emendamento di Beppe Picciolo, sostenuto anche dal deputato Pd Giuseppe Laccoto: “L’articolo 31 del maxiemendamento alla Finanziaria regionale – dice Picciolo – che elimina la remunerazione della mobilità attiva al di fuori delle quote già assegnate per gli ospedali e le strutture pubbliche e private accreditate di eccellenza delle zone frontaliere, quindi anche di Messina, va soppresso immediatamente. Non possiamo far perdere oltre 10 milioni di euro alle strutture sanitarie che ogni anno, solo nel capoluogo peloritano, curano migliaia di cittadini che giungono in prevalenza dalla Calabria e dalle zone turistiche delle Eolie e di Taormina”. Ci mancherebbe. Un emendamento proposto dal vicepresidente dll’Ars Salvo Pogliese, chiede la proroga della ricomposizione fondiaria fino al 31 dicembre 2013.

Un intero pacchetto di emendamenti, invece, è stato proposto dal gruppo del “Megafono”: “Abbiamo istituito – fanno sapere – un fondo da 20 milioni di euro per l’apprendistato nelle imprese artigiane. Con un altro emendamento dotiamo di 48 milioni l’articolo 60 della finanziaria per i cantieri per disoccupati finalizzati alla manutenzione degli immobili scolastici. Nel nostro pacchetto c’è anche un fondo da 4 milioni di euro per il recupero di Ragusa-Ibla”. E fanno una settantina di milioni.

L’intergruppo parlamentare Giovani, costituitosi recentemente all’Ars, formato da giovani deputati di tutti i partiti e presieduto da Vincenzo Figuccia (Pds-Mpa) ha presentato un emendamento per garantire adeguate opportunità formative ai cosiddetti “Neet”, giovani che al termine del percorso scolastico non lavorano e non studiano. L’emendamento, a firma Figuccia, Lombardo, Milazzo, Anselmo, Siracusa, Micciché e Ferrandelli, propone di estendere i benefici per la formazione dei disoccupati, previsti dall’articolo 61 della Finanziaria, anche a questa categoria. “L’emendamento – spiega Vincenzo Figuccia – mira ad agganciare questa generazione allo specifico fondo regionale da 18 milioni di euro ed al piano dell’UE, che ha stanziato 6 miliardi di euro su scala europea per agevolare i giovani disoccupati”.

Un emendamento in Finanziaria per incrementare i trasferimenti alle Università siciliane per il finanziamento delle prossime borse di studio degli specializzandi in Medicina è stato invece presentato da Toti Lombardo del gruppo parlamentare Partito dei Siciliani-Mpa. “Il nostro emendamento punta – ha detto il figlio dell’ex governatore – a incrementare di 10 milioni di euro il fondo, per un capitolo complessivo dunque di 15 milioni che assicurerebbe almeno l’impegno per 120 nuovi specializzandi”. Ma non finisce qui.

Ecco il neo deputato Pdl Giuseppe Milazzo che chiede di stanziare 300 mila euro per sostenere la corsa di una Palermo invasa dall’immondizia a “capitale della cultura 2019”, i colleghi di partito pidiellini Caputo e Vinciullo annunciare l’approvazione di un loro emendamento che “salva” i lavoratori del Ciapi di Palermo, trasferendoli a quello di Priolo (decisione, a dire il vero, già indicata dal governo). E ancora, dopo il dimezzamento dei Fondi dedicati, ecco gli interventi in difesa della Kore di Enna firmati dai deputati Alloro (Pd), e Anselmo (Drs). Intervengono a favore di un’altra categoria “colpita” dai tagli al bilancio ancora Caputo e Vinciullo: ecco un loro emendamento che prevede la somma di 200 mila euro in favore alle vittime di estorsioni e del racket. E a proposito di racket, è di qualche giorno fa l’annuncio del presidente Crocetta di ammettere anche le associazioni che lottano contro il pizzo nella ormai famigerata ex Tabella H. Della quale, al momento, si conosce solo l’entità del finanziamento: 25 milioni. Ed è lì che si prevede un mini-assalto a una mini-diligenza. Sono stati già presentati, pare, una serie di emendamenti a favore di enti che sarebbero rimasti fuori, rispetti agli anni passati, da una prima proposta del governo (che Livesicilia ha pubblicato qualche giorno fa). “Qualcuno vuole inserire persino enti che l’anno scorso non c’erano”, si mormora a Palazzo dei Normanni. E il “Megafono” è uscito allo scoperto chiedendo 200 mila euro per la Casa dei giovani di Bagheria, impegnata da anni nel recupero e cura delle tossicodipendenze. Gli altri casi, se si fa eccezione ovviamente al già citato Cerisdi, si conosceranno nelle prossime ore. La commissione bilancio, infatti, ha deciso di spostare tutte le voci in bilancio riguardanti appunto gli enti della Tabella h, nell’esame per la Finanziaria, previsto per domani. Quando inizierà l’assalto alla diligenza. Pardon, al “carretto” chiamato Sicilia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

24 Commenti Condividi

Commenti

    non sento un lamento da parte dei grillini? e se si ribellassero agli incarichi esterni in regione? tutti gli incarichi esterni! proprio tutti.

    Come al solito l’approvazione del Bilancio rischia di trasformarsi nella solita ricerca di soldi per precari, enti inutili, ecc. La lezione non è bastata ai nostri “deputati”. Sembra di essere nel Governo Lombardo. Perché non si propone una stabilizzazione di massa per tutti i precari P.I.P., Lsu, A.su, ecc. Alla faccia dei poveri disoccupati senza speranze. Si perché, cari disoccupati non avete speranza di nulla. I concorsi sono solo per i poveri fessi. Sapete come dovete fare per farvi assumere: 1) Rubate; 2: Drogatevi; 3) Le donne facciano le prostitute, e così via…. Potrete far parte del “Carrozzone Emergenza Palermo”.
    Saluti a tutti quelli che sperano nella giustizia. Renato.

    Una sola parola:CIALTRONI.

    Bisogna trovare i soldi per i giovani disoccupati. Solo un gruppo di giovani parlamentari poteva difendere la categoria. Questo gruppo mi piace.

    I grillini se vogliono distinguersi presentino la mozione di sfiducia.

    Anselmo se tagli i fondi alla kore non ti rinnovano il contratto….:))

    Alla faccia della rivoluzione bla…bla….bla….bla….

    tutti raccomandati di ferro…
    lavoro in una pubblica amministrazione dove, credetemi, le persone vengono assunte solo per raccomadazioni, mentre i miei figli non hanno nessuna possibilità….e nemmeno tanti altri giovani. Quanta Amarezza!!!

    diamo 1700 euro a tutti i laureati

    Licenziate subito i fannulloni e pagate le Imprese che non intendono più mantenere lo stipendificio e gli enti inutili per i trombati della politica .

    quello che non capisco, è perché in Italia gli unici specializzandi ad essere pagati sono soltanto i medici mentre altri laureati che si specializzano e lavorano a tempo pieno gratis per 5 anni come: avvocati, ingegneri, psicologi, biologi etc…..non lo sono.

    Maria lo hai detto tu lavori in un ente dove tutti lavorano per la raccomandazione “credetemi tutti ” parle tue, e quindi anche tu, cosa ti lamenti per i tuoi figli se già ti sei raccomandata prima, non pensi di essere opportunista?

    Effettivamente cara Maria te lo potevi risparmiare il commento…..EPIC FAIL!!!

    Mandiamo a casa i P.I.P. di “emergenza Palermo”. Sapete quanti milioni di euro si risparmierebbero….. E poi diciamo a questi signori che invocano la stabilizzazione:
    “Egregi P.I.P., fatevi un “pubblico concorso”, “vincetelo” e poi reclamate l’assunzione presso una Pubblica amministrazione, come fanno le persone oneste.
    Walter

    Vergognaaaaaaaaaaaaaa abolite la tabella H, è una truffa, i proprietari degli Enti rappresentano i politici, politici che sono presenti nella commissione bilancio e non hanno altro pensiero che controllare i finanziamenti che hanno fatto scrivere in bilancio al proprio Ente di riferimento, e se fate un controllo delle presenze della commissione bilancio vedete che gli interessati in questo periodo sono i più presenti di tutti anzi quasi quasi dormono in commissione, in altri periodi fanno tante assenze. Vergognaaaaaaaaaaaa cercate di essere serii e spostate queste somme per aiutare i veri disoccupati e non quelli che fanno doppio lavoro.

    DIAMO 1700 EURO A TUTTI I LAUREATI

    SPECIALIZZANDI SIETE UNA VERGOGNA, CON CHE CORAGGIO VI LAMENTATE????!!!!

    il solito Simone! ma perchè non ti fai i fattacci della laguna e basta? già abbiamo tante disgrazie pure a te ci dobbiamo sopportare!

    Anche i commercialisti…!!! Bhe quando si parla di medici si parla di c….asta!!!

    Perchè? Su quale base “a tutti”???

    I grillini prima o poi si scioglieranno come neve al sole! Se vogliono farsi ricordare nella storia della politica per avere fatto qualcosa di utile, facciano abolire almeno i vitalizi dei deputati sia in Sicilia che a Roma. UNA SOLA PENSIONE COME TUTTO IL RESTO DEI LAVORATORI ITALIANI!!! Il Risparmio sarebbe abnorme e finalmente con l’abolizione delle pensioni d’oro con un max di 5000 euro netti MENSILI risolviamo definitivamente il deficit dell’Inps. Troveremmo i soldi per gli ammortizzatori sociali per chi perde il lavoro e anche i soldi per gli incentivi alle aziende per le nuove assunzioni!!!!

    Aboliamo i dirigenti esterni alla regione, esempio tipico di mercimonio politico! Tutte le varie e i vari dirigenti esterne/i che si sono avvicendate/i , provenienti da Ministeri, da Aziende turistiche, da ….. ci hanno portato allo sfascio. Allora, a casa quelle che sono ancora quì e chiediamo i danni a quelle che sono tornate a Roma o a casa loro!

    Una soluzione potrebbe esserci esempio tombola familiare, si fa cosi si vendono le cartelle e poi si divide il monte in cinque, voglio dire questo : a tutti gli impiegati regionali diamo cinque livelli e ripartiamo per ogni livello quanto basta per campare di sti tempi cioè 1liv. 1.200- 2liv.1,300 – 3 liv 1,4oo – 4 liv. 1,5oo – 5 liv 1,600 questa la base per campare la famiglia, poi a secondo la produzione implementare lo stipendio base di 800,oo euro per tutti. Ai dirigenti generali dare 4,ooo euro più un premio di redditività di 1,000 ad obiettivi raggiunti. SOLO COSI NON CI RIDURREMO TUTTI ALLA FAME : RIFLETTETE_ POLITICI GRILLINI RIFLETTETE.

    Ieri ho rispsto al sig renato(minuscolo) ed oggi rispondo a valter (w) ancora più minuscolo.Sciacquatevi la bocca prima di parlare dei PIP. E da PIP vi posso dire che avendo lavorato in diverse amministrazioni pubbliche, che almeno la metà dei dipendenti pubblici RUBA lo stipendio che percepisce,e parlo di stipendi da 1600 euro in su non dei700 euro che prendo io lavorando 6 ore al giorno da 12 anni. E voglio vedere se oggi pubblicate il mio commento come non avete fatto ieri.

    E caro valter(w) io ne ho fatto di concorsi in 30 anni e sono certo che qualcuno lo avrei pure vinto. Ma erano tutti truccati a favore dei soliti raccomandati che oggi magari sputano fiele su gente che lavora 120 ore al mese da 13 anni e che in molti casi invece che supportare COME DA CONTRATTO, SOSTITUISCE IL PERSONALE DI RUOLO che pascola in innumerevoli enti pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *