"Tariffe dei taxi più alte di Milano" |La replica: "I prezzi sono comunali" - Live Sicilia

“Tariffe dei taxi più alte di Milano” |La replica: “I prezzi sono comunali”

Francesco Loria vice presidente Radio Taxi avverte: "Le nostre tariffe vengono sempre comunicate prima al passeggero".

la denuncia di un lettore
di
10 Commenti Condividi

Catania – “Dall’area Expo all’aeroporto di Milano in taxi ha speso 15,40€, da Fontanarossa al lungomare di Catania con lo stesso mezzo ha dovuto pagare ben 29,80€”. Uno scatto di ben quindici euro che non è andato giù al signor Arturo, professionista etneo che ha subito scritto al nostro quotidiano per denunciare quella che considera “una mentalità che non farà mai crescere Catania”.

“La “modica” somma è quasi il doppio di quanto avevo pagato a Milano, anche se il tragitto fatto a Catania è stato inferiore sia come distanza che come tempo di percorrenza – spiega il lettore – Come cittadino non mi stupisco più di nulla, ma non posso non considerare assurdo che nella nostra città si pretenda una somma pressocchè doppia rispetto a quella che viene richiesta in una delle città più care d’Europa”.

Abbiamo contattato Francesco Loria, vice presidente Radio Taxi per avere un quadro più chiaro della situazione. “A Catania tra privati, abusivi e quant’altro i taxi sono davvero tanti, per quel che riguarda i nostri tassisti in riferimento alla tratta Fontanarossa – Ognina, la cifra richiesta è un forfettario di 22€, una sorta di tariffa fissa messa in atto da qualche anno con la quale fidelizziamo il cliente”. Nessun tassametro dunque se non in tratte cittadine, ma una cifra standard quella dei tassiti di Radio Taxi, privati e abusivi tuttavia hanno “libero mercato”.

“Premesso che ogni città ha le tariffe di riferimento, ad esempio a Firenze è imposto 1,70€ a km, contro l’1€ di Catania, spiego che i nostri tariffari sono stati deliberati nel 2007 dal consiglio comunale – prosegue Loria – dunque agiamo nella piena legalità e correttezza”.

Il neo tuttavia rimane. “Per il turista il taxi rappresenta il primo biglietto da visita della città, ma a fronte di simili episodi l’immagine di Catania risulta davvero pessima – conclude il signor Arturo – qualcuno, evidentemente, non comprende che “spennando” il cliente una singola volta riuscirà magari a lucrare qualche euro in più, ma farà scappare il turista che di sicuro parlerà negativamente della nostra città e che la prossima volta prefrirà altre mete dove l’onestà e l’intelligenza prevalgono sulla furbizia e sull’idiozia”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
10 Commenti Condividi

Commenti

    Sono proprio io il lettore che ha inviato la nota ed ha pagato quasi trenta euro per andare dall’aeroporto al lungomare.
    Faccio presente al sig. Loria che la tariffa non è stata affatto comunicata preventivamente e che al mio arrivo in aeroporto non ho affatto scelto io il taxi sul quale salire, in quanto, come consuetudine, sbagliata o no, sono dovuto salire sul primo taxi in fila.
    Forse bisognerebbe modificare tale sistema in quanto il cliente che arriva dovrebbe essere libero di scegliere il taxi che preferisce, contrattare liberamente e non essere obbligato a salire su un mezzo solo per accordi interni fra i tassisti.

    Che i taxi a Catania hanno tariffe eccessive è fuor di dubbio (specialmente la tratta aeroporto-centro città che non capisco perché non gode della stessa convenzione a tariffe agevolate della tratta inversa). Tuttavia che il signor Arturo abbia speso 15 euro a Milano per andare dall’area Expo (si trova a Rho) fino all’aeroporto mi sembra altamente improbabile.

    io tassisti catanesi vi farei morire di fame,,,,,,ho pagato 40 euro dall aeroporto a canalicchio,,,,,

    Può scaricare l’app di Uber e contattare i driver catanesi che aderiscono al servizio, alternativo ai taxi.

    Egregio signore
    vada a Milano e prenda un taxi da Linate al centro.
    Si renderà conto da solo della valenza dei suoi dubbi!!

    La tariffa di Euro 15,80 pagata a Milano non riguarda l’area Expo, ma come ho scritto nella mia nota è stata versata per il tragitto dall’aeroporto di Linate al centro di Milano, e quindi per un tragitto di gran lunga superiore sia come distanza che come tempo, rispetto a quello di Catania.

    Caro lettore, Buona sera, chi le scrive è Loria Francesco , il vice presidente della Social Taxi Catania; ci tengo a risponderle visto si sta travisando la realtà; prima di tutto la Social Taxi con i suoi 130 cooperatori svolge un ottimo lavoro di servizio pubblico taxi , ed il riscontro è giornaliero grazie ai nostri clienti, inoltre è doveroso portare a vostra conoscenza che il servizio taxi a catania è svolto anche da altri operatori che non fanno assolutamente parte della Social Taxi , e quando digo “I NOSTRI CLIENTI CONOSCONO LA TARIFFA ANCOR PRIMA DI SALIRE IN MACCHINA”, è pura realta . Caro lettore le spiego la Social Taxi Catania lavora in tutto il territorio Catanese tramite chiamata al nostro centralino che invia la macchina più vicina all utente, e questa prassi vale anche per l aeroporto di Catania; per essere più chiari , se io avessi bisogno di un taxi che dall aeroporto mi porti in centro a catania ho più possibilità : farmi venire a prendere , prendere l autobus , prendere un taxi agli arrivi o chiamare la Social TAxi Catania ed usufruire delle tariffe fisse convenzionate che vanno da un minimo di €18 ad un massimo di €22.
    Spero di essere stato utile ed esaustivo in questa mia breve ma doverosa spiegazione.
    Ci tengo a dire anche che prima di sparare a zero su determinati argomenti bisognerebbe quanto meno prima informarsi conoscere e quindi solo poi giudicare.
    Per quanto riguarda l amico di uber mi piacerebbe sapere che lavoro fa così da domandi ci registriamo su di un app e lavoriamo noi al posto suo a prezzi più bassi ed in nero.
    Buona serata a tutti Loria Francesco

    Gentile signor Antonio, abito a Milano da anni e uso quotidianamente il taxi.. la cifra di cui parla è assolutamente inverosimile. Spendo sempre di più e per tratte più brevi. Sono andato io stesso ad expo spendendo 60 euro.

    In merito alla regola di salire sul primo taxi in fila, è assolutamente corretto nei loro confronti per dare la precedenza a chi aspetta da più tempo. Regola identica in tutto il mondo.

    Speriamo che facciano davvero presto nel fare la fermata del passante ferroviario urbano vicino l’aeroporto, perché questa storia ha già fin troppo danneggiato l’immagine della città.

    Tanto per capire: dall’aeroporto di Catania al lungomare (piazza Nettuno) ci sono 10 km, esattamente quanto dalla stazione centrale di Bologna all’aeroporto della stessa città: a Bologna pago 16/17€… a Parma, una tratta di 15 km pochi mesi fa, 22€… il resto sono tutte chiacchere

Leave a Reply

Your email address will not be published.