TeLiMar, poker di vittorie: l'Euro Cup arriva a Palermo - Live Sicilia

TeLiMar, poker di vittorie: l’Euro Cup arriva a Palermo

I palermitani, dopo il Sant Andreu, lo Shturm 2002 Ruza e la Carouge, battono anche il temibile Solaris Sibenik
PALLANUOTO
di
0 Commenti Condividi

Il TeLiMar cala il poker di vittorie nella trasferta croata del primo turno di LEN Euro Cup. Il Club dell’Addaura, dopo gli spagnoli del Sant Andreu, i russi dello Shturm 2002 Ruza e gli svizzeri della Carouge Natation, batte anche il temibile Solaris Sibenik e accede al secondo turno da primo del girone.

Contro i padroni di casa finisce 9-10 il match in cui l’approccio mentale e la concentrazione alta dal primo all’ultimo secondo da parte di tutto il gruppo schierato da Gu Baldineti permettono di passare in vantaggio e allungare. Gli uomini di Marelja completano la remuntada a metà dell’ultimo quarto di gioco, ma i palermitani si prendono con forza la vittoria segnando con Del Basso il rigore decisivo.

Esordio in Europa straordinario per il TeLiMar, premiato dalla Ligue Européenne de Natation con l’assegnazione della sede della seconda tappa a Palermo. Si gioca dall’8 al 10 ottobre alla Piscina Olimpica Comunale con il Team Strasbourg SNS, i serbi del VK Sabac e gli ungheresi del BVSC Zuglo Budapest.

LA GARA

Dopo aver fallito un rigore con Vlahovic, il TeLiMar va in vantaggio con Irving su uomo in più. Goreta riporta il punteggio in parità dai cinque metri. Pressing alto del Solaris. Del Basso prova a trascinare i suoi sull’uomo in più trovando un buco nella difesa avversaria e mettendo dentro la palla dell’1-2, ma il Solaris chiude il primo tempo sul 2-2, trasformando un altro rigore con Pelicaric. Del Basso in avvio del secondo tempo riporta il TeLiMar in vantaggio su uomo in più. Il Club dell’Addaura prova ad allungare con Marziali in superiorità, ma il Solaris non ci sta e va a segno su uomo in più con Penava per il 3-4. Del Basso dai cinque metri non perdona Sparada, ma i croati si rifanno sotto con Pelicaric in più. Ribatte, però, subito il Club dell’Addaura con Irving su rigore, per chiudere la prima metà del match sul 4-6.

Il Solaris si rifà sotto con Penava, rendendo difficile ai palermitani schierarsi in attacco. Dalla distanza, allora, sono Marziali e Del Basso che trovando un varco nella difesa avversaria portano il TeLiMar sul 5-8.  Sul finale del terzo tempo, però, di nuovo Penava va a segno per i croati, stavolta su uomo in più, aggiornando il punteggio sul 6-8.
Con una palomba imprendibile, Condic Kadmenovic permette al Solaris di avvicinarsi ancora all’inizio degli ultimi 8 minuti di gioco. Tuttavia, la reazione del TeLiMar non si fa attendere e sull’azione successiva è Marziali a portare il punteggio sul 7-9. Nicosia salva dai cinque metri su tiro di Pelicaric, che però riesce ad avere la meglio subito dopo su uomo in più per l’8-9 quando ancora mancano 6 minuti alla fine.

I padroni di casa completano la rimonta con una palomba di Pelicaric. Il TeLiMar tiene alta la concentrazione e va a prendersi con forza il 9-10 trasformando un rigore decisivo con Del Basso. L’ottima difesa schierata da Nicosia permette al Club dell’Addaura di prendersi meritatamente la vittoria e il primo posto nel giorne. Usciti per limite di falli Bulat (Solaris) e Di Patti (TeLiMar) nel secondo tempo, Irving (TeLiMar) e Penava (Solaris) nel terzo tempo, Basic (TeLiMar), Goreta, Kovalenko, Strakalj N. (Solaris) e Vlahovic (TeLiMar) nel quarto tempo.  

I PROTAGONISTI

Resta coi piedi per terra Mario Del Basso, autore di 18 reti nelle quattro partite: “Siamo sicuramente contenti del risultato, ma c’è molto da lavorare ancora, per limitare gli errori  e amalgamare ancora meglio il team. Ci siamo prefissati di giocare ogni partita al massimo – dice -, affrontandole tutte con il massimo rispetto per l’avversario ed è quello che abbiamo fatto». Un passo alla volta è il mantra della squadra: «Martedì – prosegue Del basso – ci aspetta il Metanopoli: bisogna ricaricare le energie mentali e affrontare il match al massimo, poi si penserà al secondo turno della Euro Cup”.

Si torna dalla trasferta croata a pieni punti, in particolare con “le vittorie contro gli spagnoli e contro i padroni di casa davvero importanti – afferma il tecnico Marco Gu Baldineti -. Oggi è stata una vera battaglia e sono convinto che queste esperienze faranno crescere tutta la squadra. Possiamo lavorare sui nostri errori e sulle pecche da correggere con più tranquillità, perché le vittorie in questo aiutano molto. Resettare il cervello in vista dell’esordio in Campionato martedì con il Metanopoli sarà abbastanza complicato, perché quasi non avremo tempo, tornando a Palermo domani nel primo pomeriggio. Dobbiamo quindi iniziare a concentrarci sugli avversari già da queste ore, perché vogliamo far bene anche in A1. Sarà una partita ostica e il mio compito sarà “rompere le scatole” a tutti, perché non possiamo fermarci adesso». In questo, per l’allenatore ligure una grossa mano l’ha data l’assegnazione del secondo turno di Euro Cup in casa: «Un plauso al Presidente e alla Vicepresidente, perché hanno lavorato benissimo. Poter giocare a Palermo il prossimo week-end ci permette di lavorare con più tranquillità, guadagnando un paio di giorni per poter recuperare in vista dei prossimi impegni”.
 
“Quattro meritatissime vittorie in altrettante partite, primi nel nostro girone. Siamo stati veramente grandi – ammette il Presidente Marcello Giliberti -, battendo in questo ultimo match i padroni di casa croati del Solaris Sibenik, altezza e peso medio 200 cm per 110 kg. Una partita che abbiamo sempre condotto in vantaggio. Esordio in Europa straordinario, premiato dalla Ligue Européenne de Natation con l’assegnazione della sede della seconda tappa europea a Palermo», una grande soddisfazione per tutta la Società: «Giocheremo il prossimo fine settimana, dall’8 al 10 ottobre, portando il top dell’Europa sportiva nella nostra amata città», sottolinea Giliberti, che aggiunge: «I nostri ragazzi dovranno assolutamente giocare a porte aperte, con in tribuna il pubblico al momento consentito dalle vigenti norme finalizzate al contenimento del contagio da covid19, quindi sino ad un massimo di 490 persone, al 50% della loro capienza massima. Il Servizio Sport del Comune di Palermo e la Commissione Comunale preposta al rilascio dell’Agibilità stanno lavorando per il rilascio di un rinnovo provvisorio, cosa che dovrebbe trovare approvazione già martedì 5 ottobre”.

VK Solaris Sibenik vs AN TeLiMar Palermo 9-10
 
Parziali: 2-2; 2-4; 2-2; 3-2.
Superiorità: Solaris 4/13 + 3 rigori (1 parato da Nicosia a Pelicaric nel quarto tempo); TeLiMar 4/14 + 4 rigori (1 fallito da Vlahovic nel primo tempo).

IL TABELLINO

VK Solaris Sibenik: Sparada, Erak, Condic Kadmenovic 1, Strakalj N., Kovalenko, Goreta 1, Krekovic, Pelicaric 4 (1 rig.), Penava 3, Bulat, Koprcina, Sirovec, Strkalj L. – Allenatore: Jure Marelja
TeLiMar: Nicosia, Del Basso 5 (2 rig.), Turchini, Di Patti, Occhione, Vlahovic, Giliberti, Marziali 3, Lo Cascio, Irving 2 (1 rig.), Lo Dico, Basic, Washburn – Allenatore: Marco Gu Baldineti
Arbitri: Julien BOURGES (FRA) e Spyridon ACHLADIOTIS (GRE).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *