Tenta di uccidere la compagna| colpendola con un vaso: arrestato - Live Sicilia

Tenta di uccidere la compagna| colpendola con un vaso: arrestato

Pietro Rotondo, macellaio di 61 anni di Bagheria, voleva uccidere la compagna con un vaso di terracotta. Ha anche tentato di strozzarla con degli indumenti.

In manette un macellaio di Bagheria
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – L’hanno trovato a casa con le mani sporche di sangue. Vicino a lui, giaceva la compagna, ferita gravemente. Pietro Rotondo, macellaio della provincia di Palermo, è stato arrestato ad Alcamo per tentato omicidio. Quando si è trovato di fronte la polizia, si è costituito: aveva tentato di uccidere la donna, T.V, un’insegnante di scuola materna di 58 anni, nella sua abitazione di via Pietro Novelli. La vittima è stata colpita ripetutame con un vaso di terracotta e poi l’uomo avrebbe tentato di strangolarla con alcuni indumenti trovati nella stanza da letto.

A scatenare l’aggressione, sarebbe stata la gelosia: la polizia è infatti riuscita a parlare con la compagna di Rotondo dopo alcune ore dal suo arrivo in ospedale in gravi condizioni.

La donna, una volta sottoposta alle cure dei medici e stabilizzata, è stata in grado di raccontare episodi analoghi e sevizie agghiaccianti. A partire da quando, lo scorso anno, il compagno l’aveva sequestrata in casa e abusato sessualmente di lei. Anche ieri mattina, era nuda. E in un lago di sangue. Il macellaio, nato a Bagheria, ma residente da qualche anno ad Alcamo, è stato rinchiuso nel carcere San Giuliano di Trapani.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *