Tranchida si candida alle primarie | Scintille con i Cinquestelle - Live Sicilia

Tranchida si candida alle primarie | Scintille con i Cinquestelle

L'ex sindaco di Erice e Valderice rompe gli indugi e lancia la sua candidatura per Palazzo D'Alì.

Le Amministrative a Trapani
di
2 Commenti Condividi

TRAPANI – Giacomo Tranchida lancia le primarie per la scelta del candidato sindaco del centrosinistra a Trapani e comunica ufficialmente di essere tra gli attori sul palcoscenico. Il nome dell’ex sindaco di Erice e Valderice, iscritto al Partito democratico, era nell’aria da tempo e oggi diventa ufficiale con un post del diretto interessato sulla sua pagina Facebook ‘Giacomo Tranchida CambiaMenti’. “Intendendo fare la mia parte non stando certo alla finestra, ho ricercato convergenze e profili unitari di candidature al netto delle osteggiate primarie”, scrive Tranchida secondo cui “Trapani ha bisogno di serenità e dell’energia collegiale delle migliori forze culturali e cittadine per rimettersi in moto”.

L’auspicio dell’ex sindaco di Erice e Valderice, che individua nel 15 aprile una possibile data per la consultazione interna, è che “i tanti candidati a sindaco presenti in campo, forti delle proprie liste già dichiarate a proprio sostegno, accettino le primarie cittadine”. La strada proposta da Tranchida, dunque, è quella delle primarie che al momento vedrebbero in campo soltanto il compagno di partito Piero Savona, che alcune settimane fa aveva dato la disponibilità a ritentare la corsa per Palazzo D’Alì. “Accetterò il preventivo responso dei cittadini e con lealtà sosterrò il candidato sindaco che i trapanesi decideranno”, aggiunge Tranchida invitando poi i trapanesi ” a candidarsi – dice – nelle nostre liste civiche”.

Spazio anche alla prima polemica con il candidato sindaco del Movimento cinque stelle Giuseppe Mazzonello. Il duello parte da una dichiarazione del pentastellato che ha lanciato il guanto di sfida a Tranchida chiedendosi se “qualcuno pensa di ricevere la pensione da sindaco” e quale sia “il senso di saltare da un Comune all’altro, se non altro quello di ‘tradire’ il mandato elettorale dei cittadini”. Il riferimento è a Tranchida, che ora presiede il consiglio comunale di Erice. Poi la stoccata finale di Mazzonello: “Una sana riflessione va fatta… Sono solo Cambia-Menti di poltrona?”. Al candidato del Movimento cinque stelle Tranchida risponde così: “Il candidato non scelto dalle comunarie (..mai tenutesi) dei Cinquestelle s’interroga financo sulla mia ‘pensione’ da sindaco. A me pare che taluni cerchino spasmodicamente qualcuno da abbattere, mentre il mio auspicio ero quello di poter dare una mano e stimolare una ricostruzione”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Erice, Valderice, ora Trapani…prossimamente candidato Sindaco a Misilmiscemi?

    No, sindaco di Palermo e Catania e perché no ….. di Roma !
    Dopo essersi reso conto che la sua azione ha spopolato Erice Vetta , afferma di volersi interessare al ripopolamento ! Chi ci crede?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *