Il Trapani ferma la capolista | Pari e patta contro il Carpi - Live Sicilia

Il Trapani ferma la capolista | Pari e patta contro il Carpi

Gara equilibrata e ben interpretata da entrambe le squadre, che nei primo settanta minuti di gioco provano a vincerla. Nel finale subentra la stanchezza e il pari accontenta sia Boscaglia che Castori. Positivo l'esordio di Curiale.

SERIE B
di
1 Commenti Condividi

TRAPANI – Il Trapani si rialza ed ottiene un buon pareggio contro la capolista Carpi. Partita di grande equilibrio che le due squadre hanno giocato fino all’ultimo secondo quando i granata, in un’azione conclusa e con una serie di batti e ribatti stavano per presentarsi davanti a Gabriel con Abate ma la palla è stata allontanata dalla difesa del Carpi e subito dopo l’arbitro Mariani ha fischiato la fine della gara. Un punto importante che fa morale e che rilancia le quotazioni dei granata che tuttavia hanno mostrato ancora qualche problema di troppo quando devono attaccare. Buona la prova del neo acquisto Curiale. L’attaccante ex Frosinone ha bisogno di giocare e di trovare l’intesa con i compagni, ma ha cercato di mettersi a disposizione della squadra. Carpi sempre pronto a sfruttare gli errori dei granata che in fase di disimpegno non sono stati impeccabili, ma c’era grande tensione in campo.

Il Trapani sapeva di non poter sbagliare. Il rientro in porta di Gomis è stato importante. Nel secondo tempo al 21’ ha salvato la partita con una parata strepitosa su un gran tiro di capitan Porcari. Mister Castori, alla fine della gara, ha provato anche a vincerla lanciando nella mischia Pasciuti al posto di Molina ed Inglese al posto di uno stanchissimo Di Gaudio ma il Trapani è stato attento. La coppia centrale Terlizzi-Caldara è stata convincente. Il recupero di Terlizzi ha dato peso alla difesa. Il secondo tempo è stato meno spumeggiante del primo, ma ha fatto vedere due squadre attente a non scoprirsi per cercare di attaccare con le ripartenze. Il Carpi c’è riuscito più del Trapani, ma mister Boscaglia aveva gli uomini contati ed ha dovuto fare di necessità virtù. Positivo il rientro di Feola che ha però fatto qualche errore di troppo negli appoggi. Daì ha dovuto sostituire Perticone con i crampi e Zampa ha preso il posto di Aramu per tentare di tenere palla alla fine della gara.

Nel primo tempo il Carpi entra in campo e fa sentire e vedere di essere la capolista del campionato di serie B. La squadra di Castori prova ad imporre il suo gioco ed utilizza le fasce per andare in superiorità numerica. Il Trapani entra in campo contratto. Senza di più la gara perché dopo quattro sconfitte consecutive la palla brucia tra i piedi. Boscaglia spiazza tutti con la formazione iniziale. Il tecnico granata mette Perticone a destra, lascia Rizzato in panchina e sceglie, ancora una volta, Lo Bue. A centrocampo ritorna Feola mentre in tanti s’aspettavano Zampa e punta su Aramu che si piazza sulla fascia destra. Torna in difesa Terlizzi che viene affiancato dal giovane Caldara che sfodera un gran primo tempo anticipando gli avversari e tenendo alta la difesa. Il Trapani nella sua nuova versione continua a confermare le difficoltà di manovra. Quando recupera palla spesso i suoi centrocampisti non trovano il compagno da servire per innescare l’azione d’attacco, ma devono anche fare i conti con un Carpi forte in tutti i reparti e con un Mbakogu che sa fare alzare la palla e che quando si gira è sempre pericoloso. Il Trapani mette cuore e gamba, così come aveva chiesto il suo allenatore e si tiene in partita. Il Carpi è pericoloso con Di Gaudio che parte dalla destra e con Lollo che ci prova dalla distanza per ben due volte ma senza trovare lo specchio della porta. Al 22’ un episodio che avrebbe potuto cambiare l’equilibrio della gara, Abate entra in area e quando sta per tirare viene messo giù ma per Mariani non è rigore perché il difensore del Carpi avrebbe prima toccato la palla e poi l’attaccante granata.

Il Carpi continua a macinare gioco mostrando personalità. Il primo tempo si chiude con una occasione per parte. Abate tira a colpo sicuro al 44’ ma la palla esce fuori di poco con Gabriel battuto. Gli ospiti ci prova con Di Gaudio ma c’è Gomis a parare con i piedi. Gara che ha registrato una condotta arbitrale insufficiente. L’arbitro Mariani ha spesso fischiato a senso unico e non certo a favore del Trapani. Nulla di eclatante ma una serie di indecisioni che hanno indispettito il pubblico. Tifosi granata come sempre generosi e squadre che hanno concluso la gara stanchissime. Ha piovuto tanto durante la giornata ed il campo era particolarmente pesante.

TABELLINO

TRAPANI-CARPI 0-0

TRAPANI: Gomis, Lo Bue, Terlizzi, Caldara, Perticone (70′ Daì), Basso, Ciaramitaro, Feola (65′ Barillà), Aramu (83′ Zampa), Abate, Curiale. A disposizione: Marcone, Ferrara, Citro, Lombardi, Rizzato, Malele. All. Roberto Boscaglia

CARPI: Gabriel, Letizia, Poli, Gagliolo, Bianco (82′ Sabbione), Mbakogu, Di Gaudio (87′ Inglese), Struna, Porcari, Lollo, Molina (69′ Pasciuti). A disposizione: Brunelli, Gatto, Lasagna, Pugliese, Romagnoli, Pasini. All. Fabrizio Castori

ARBITRO: Mariani di Aprilia (Raparelli-Bellutti)

NOTE – Ammoniti: Poli (C), Caldara (T), Terlizzi (T)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Senza nulla togliere al grande Mancosu, a cui va il nostro augurio di successo, la squadra ha dimostrato di essere all’altezza di primeggiare nel campionato.
    Grazie a tutti, grazie Boscaglia, grazie Trapani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *