Trapani obbligato a vincere | Boscaglia ritrova Pagliarulo - Live Sicilia

Trapani obbligato a vincere | Boscaglia ritrova Pagliarulo

Contro il Carpi granata costretti a conquistare tre punti per risollevarsi in classifica. Rientra capitan Pagliarulo che dovrebbe fare coppia con Terlizzi. In avanti la coppia Mancosu-Iunco, ma potrebbero servire i centimetri di Djuric.

Serie B, al Provinciale arriva il Carpi
di
0 Commenti Condividi

TRAPANI – Per il Trapani c’è un solo risultato. La gara casalinga con il Carpi deve portare quei tre punti che i granata non riescono a raccogliere da troppe giornate. Quattro pareggi consecutivi fanno classifica ma stanno stretti ad una squadra che non è mai andata sotto contro gli avversari, neanche quando ha perso. Il centrale difensivo Daniele Martinelli non si fida del Carpi: “Hanno fatto un’ottima campagna acquisti. E’ una squadra solida e difficile da affrontare, con ottime individualità in attacco. Saranno agguerriti e con la voglia di fare punti, ma noi puntiamo alla vittoria come d’altronde abbiamo fatto in ogni partita”.

Nel Trapani rientra capitan Pagliarulo dopo il turno di squalifica e dovrebbe fare coppia con Terlizzi alla prova dopo la trasferta di Bari che l’ha visto sfortunato protagonista. Una sua deviazione ha infatti portato i pugliesi al pareggio dopo il vantaggio granata con il solito Mancosu. “Noi entriamo in campo- ha aggiunto Martinelli – sempre con la stessa determinazione. Portare i tre punti a casa è importantissimo sia per noi che per i nostri tifosi”. Anche mister Boscaglia punta decisamente alla vittoria: “Dobbiamo entrare in campo concentrati per fare nostra la partita. Sarà una partita difficile ma tutte le partite sono difficili. Non dobbiamo occuparci di come giocano loro ma guardare a noi stessi”. Per il centrocampista del Carpi Ledian Memushaj si affronteranno “due squadre simili. Hanno fatto entrambe una scalata importante. Loro giocano come noi. Il Trapani è una squadra tosta. Dobbiamo stare attenti alle loro ripartenze”. Trapani e Carpi sono due neopromosse. Sono divise da un solo punto, a favore dei granata, 12 contro 11 e l’obiettivo da centrare è lo stesso, la permanenza nel campionato di serie B. Mister Boscaglia ha fatto allenare la squadra a porte chiuse. Continua a non poter schierare il centrocampista Ciaramitaro che si è ripreso da un infortunio muscolare mentre sta facendo passi avanti Simone Basso, ancora tra i convocati e vicino alla possibilità di scendere in campo in una delle prossime partite. Il Trapani scenderà in campo con il suo 4-4-2. Da verificare la riconferma di Daì nel ruolo di esterno destro difensivo. Potrebbe lasciare il posto a Garufo perché i granata giocano in casa ed hanno bisogno di maggiore spinta sulle fasce.

Boscaglia potrebbe schierare Nordi, Garufo, Pagliarulo, Terlizzi, Rizzato, Pacilli, Pirrone, Caccetta, Mancosu, Nizzetto, Djuric (Iunco). La coppia d’attacco Iunco-Mancosu ha fatto bene a pari ma al Provinciale potrebbero essere utili i centimetri di Djuric per farsi sentire in area di rigore. Il Carpi di mister Vecchi gioca con il 4-4-1-1, che in alcune fasi della partita si trasforma in un classico 4-4-2. Sgrigna e Di Gaudio in avanti sono due spine nel fianco delle difese avversarie e poi c’è Memushaj che quando può si propone come contro il Latina e sa vedere la porta. Suo il gol del pareggio. Vecchi potrebbe schierare Kovacsic, Letizia, Pesoli, Poli, Pasciuti, Concas, De Vitis (Lollo), Memushaj, Di Gaudio, Sgrigna, Cani. Si gioca domani alle 15, Trapani-Carpi sarà arbitrata da Diego Bruno di Torino. Gli assistenti saranno Giorgio Peretti di Verona e Ciro Carbone di Napoli.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *