Muore ragazzina investita | denunciato un diciottenne - Live Sicilia

Muore ragazzina investita | denunciato un diciottenne

Claudia Quattrocchi è stata travolta sulle strisce pedonali. Alla guida dell'auto un diciottenne che prima è fuggito e poi si è presentato ai carabinieri. L'investitore è stato denunciato per omicidio colposo ed omissione di soccorso.

AD AUGUSTA
di
2 Commenti Condividi

Una ragazza di 13 anni, Claudia Quattrocchi, ha perso la vita nella tarda serata di ieri dopo essere stata travolta da un’automobile mentre, in compagnia di un’amica, stava attraversando sulle strisce pedonali in corso Sicilia, ad Augusta (Siracusa).

La tredicenne, colpita in pieno, è morta poco dopo essere stata condotta al pronto soccorso dell’ospedale “Muscatello” mentre l’amica è rimasta sostanzialmente illesa.

L’auto che ha investito le due ragazze è un’utilitaria, una Fiat Punto di colore bianco: il conducente prima è andato via quindi, nel cuore della notte, si è presentato ai carabinieri.

E’ un diciottenne che è stato denunciato in stato di libertà per omicidio colposo e omissione di soccorso (ANSA)


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    SI SI LE FORZE DELL’ORDINE HANNO AVVIATO LE INDAGINI E POI???? quando lo prendono,sempre se lo prendono, che succede????? un giorno, e lo rivediamo in strada e magari ancora con la patente in tasca sempre se la tiene la patente sto animale, condoglianze alla famiglia della povera ragazza, finche’ non ci saranno pene sicure e severe questa gentaglia continuera’ ad esistere

    il ragazzo si è costituito, comunque non credo che la colpa sia delle Forze dell’Ordine, quanto degli avvocato disonesti e dei giudici che si lasciano corrompere. Un pensiero alla ragazza e sentite condoglianze alla famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *