Unesco, Parco delle Madonie| premiato col disco verde - Live Sicilia

Unesco, Parco delle Madonie| premiato col disco verde

Il commissario straordinario, Salvatore Caltagirone: "Nuovo successo grazie al lavoro svolto".

IL RICONOSCIMENTO
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – “Disco verde dall’Unesco per il Parco delle Madonie”. L’annuncio è avvenuto nel corso del Consiglio dei Geoparchi globali in occasione della 15 esima conferenza European Geoparks che si è svolta nel parco naturale di Sierra Norte de Sevilla in Andalusia Spagna. “È stato – afferma il Commissario straordinario Salvatore Caltagirone – un altro successo. Grazie al lavoro svolto e ai risultati ottenuti nel corso degli ultimi due anni, siamo passati dal cartellino giallo a quello verde, superando tutte le prescrizioni che erano state raccomandate”. In Spagna hanno rappresentato il Geopark Madonie Peppuccio Bonomo e Santina La Spada. “Un risultato, affermano che si deve, comunque, incoraggiare con la comunicazione tra Enti, Istituzioni e Associazioni per rendere forte il meccanismo Geopark dalla base”, afferma una nota. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Purtroppo rimane solo la riconoscenza nei fatti e nella realtà in questo parco non funziona niente, non ci sono strutture ricettive, i sentieri in montagna sono abbandonati addirittura si perdono e scompaiono, il parco serve solo a 100 famiglie di avere uno stipendio mensile, e permettere ai dirigenti di andare in giro x il mondo a fare convegni e altro.

    Che dire, disamina perfetta di TIPIEFFE, ricordo sul finire degli anni ’80 la “nascita” dell’ente.
    Palazzi….viaggi….convegni. Tutto acqua tiepida.
    Ricordo la metà deglia nni 80, corsi regionali per vivaista, per esperto dei sentieti naturalistici, di addetti all’accoglienza naturalistica e tantissime altre figure tipiche dei parchi montani.
    Risultato? MAI un concorso indetto per nessuna delle figure. Non ricordo nessun assunto.
    Solo “comandi”, trasferimenti e altre cavolate vuote.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *